Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero

Editoriali

L'Editoriale - Nel Fumettomondo mai parlare male degli amichetti

17-06-2020 Hits:881 Editoriali Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Potremmo stare tutto il giorno a fare battute sui critici e sugli amici, ma non voglio farvi perdere tempo, per cui arrivo subito al punto. Qualche settimana fa il corpaccione del fumettomondo ha sussultato per le affermazioni di Alessandro Di Nocera, di professione professore di liceo e a tempo perso giornalista della Repubblica sede di Napoli con spazio sulla pagina della cultura dell’edizione di quel giornale per argomenti dedicati ai fumetti e a tempo sempre perso critico di fumetti, presenza cospicua sui social, amico di Roberto Recchioni e parte del salotto buono del fumetto italiano, secondo cui un critico se viene invitato a una prima del film di un amico o riceve un volume a fumetti di un amico se il film e brutto o il fumetto è brutto non ne deve parlare e deve lasciare il compito a qualcun altro. Se invece il...

Ultime Notizie

Roberto Riccio e Comics X Africa: dopo il massacro mediatico arriva l'archiviazione del tribunale

17-07-2019 Hits:1819 Dal Mondo Super User

E come al solito, Fumetto d'Autore vi da le notizie che gli altri tacciono. Eppure ci ricordiamo bene le edizioni di Comics X Africa a Telese Terme dove tantissimi fumettomondisti erano grandissimi amici di Roberto Riccio... dagli Avvocati Angelo Riccio ed Antonio Leone riceviamo e pubblichiamo DOPO 24 PUNTATE, MILIONI DI...

La Panini censura Mussolini (e Paperon de Paperoni)?

12-06-2019 Hits:2546 Fumetti Super User

Pare che il sonno dei fan italiani più duri e puri dei comics americani sia stato turbato da una omissione dell'editore Panini. Infatti sembra che ai fan più attenti non sia sfuggito il fatto che il volume "Le grandi storie di guerra", che a detta dell'editore modenese, dovrebbe contenere l'integrale...

A+ A A-

«Sono curioso di sapere se, da parte degli autori, c'è piena consapevolezza del mercato a fumetti italiano»

statigenerali[18/10/2010] » Stati Generali del Fumetto: parla Andrea Mazzotta, direttore editoriale di Nicola Pesce Editore.

Tra i diversi commenti scaturiti dal comunicato ufficiale della tavola rotonda degli autori che si svolgerà in concomitanza della prossima Lucca Comics & Games, registriamo anche l'intervento, sul suo blog, di Andrea Mazzotta, il direttore editoriale di Nicola Pesce Editore.

«Ci sarò perchè mi interessano le posizioni di coloro che intervengono.
Mi interessano perchè io del mercato dell'editoria, dei suoi problemi e dei colpevoli di questi problemi ho un'idea molto precisa. Non tagliata con l'accetta, ma precisa.
E sono curioso di capire se gli altri operatori del settore condividono la mia idea.

Ma soprattutto sono curioso di sapere se, da parte degli autori, c'è piena consapevolezza del mercato a fumetti italiano.»

Andrea Mazzotta sviscera e analizza anche alcuni aspetti della situazione attuale del fumetto correlati all'iniziativa degli autori. Ve me riportiamo alcuni stralci significativi:

«Il fumetto non popolare in Italia vende poco. Punto. Vende poco in libreria, vende poco in fumetteria.
Il fumetto popolare regge ancora l'edicola. Li le vendite ci sono.
Infatti chi lavora per il fumetto da edicola (Bonelli, Astorina, Edizioni Paoline ecc) vive del suo lavoro.
Vi faccio una domanda precisa: secondo voi quanti sono gli autori professionisti nel mondo del fumetto in Italia?
Dite un numero.
E secondo voi quanti di questi si mantengono con il loro lavoro in Italia? (...)»

«L'Italia non è la Francia. Io di questo discorso che in Francia quando varchi la frontiera il tuo editor ti viene a prendere in Ferrari per portarti per 3 giorni a puttane o a gigolò che ti cospargono di olio profumato e poi lui ti svuota addosso sacche di soldi dicendoti "Tien pour tut quell que te restan appiccichè addoss" mi sono un po' stancato.
Se la Francia è il paradiso, cosa trattiene in Italia gli autori?
Perchè non lavorano tutti in Francia? O in America? Perchè ci sono state tutte queste lamentele? Gli euro francesi non valgono quelli italiani?
Vorrei capire.
Ci sarà un perchè? Sarà forse che il mercato francese NON può o NON vuole
assorbire tutti quelli che ritengono di poter fare o fanno fumetto in Italia? (...)»

«Ognuno con i suoi soldi e la sua arte ci fa quello che gli pare. Sento dire spesso: "Ma se i fumetti non vendono, uno che lo fa a fare l'editore?" Ma, premesso che, fatto salva il principio di economicità e quello di professionalità, ognuno con i soldi suoi ci fa quello che gli pare, a me verrebbe da dire "Ma uno, l'autore di fumetti, sapendo che non ci si campa con questo mestiere e che ce la fa uno su mille, che lo fa a fare?"
Rispondete alla seconda domanda e io cercherò (anche se non sono un editore) di rispondere alla prima.

Quello che io vedo è che chi vuole vivere di questo mestiere e NE HA LE CAPACITA', ce la fa.
Lavora in Francia, lavora in America, lavora per le piccole aspettando di crescere.
Cerca di lavorare in Bonelli. Fa la sua gavetta.

Nel frattempo fa altro, ma magari resta in piedi fino alle 3 di notte per finire una tavola, magari va a consegnare pizze per pagarsi la scuola di fumetto, magari fa il grafico per libri di cucina, ma alla fine, ce la fa.

Io conosco disegnatori che pur di non rinunciare al loro sogno chiudevano un albo di 98 pagine in 45 giorni. Matite e chine.
Ed ora lavorano in Bonelli e in Marvel. Gente che ha talento e volontà.

Ma questo non capita solo nel mondo del fumetto.(...)»

Mazzotta conclude:

«Sia chiaro che io la posizione degli autori la capisco e la condivido.
Se uno lavora è giusto che sia pagato per il lavoro che ha fatto.
Se questo non avviene è sacrosanto lamentarsi.
NON è però sacrosanto decidere in autonomia QUANTO è giusto essere pagati.
Si può decidere quanto si ritiene giusto essere pagati.
Si ricevono offerte, si fanno proposte.
Non c'è accordo? Bene. Amici come prima e si va avanti.
C'è accordo? Allora non c'è nulla da discutere ulteriormente.
Se non ti offrono la cifra che ritieni valida, non lavorare.
Io farei lo stesso.»

L'intervento completo di Andrea Mazzotta potete leggerlo QUI.

Magazine

INTERVISTA ESCLUSIVA CON MORENO BURATTINI su "Zagor - Darkwood Novels"

26-07-2020 Hits:1398 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

   Ritratto ad opera di Lorenzo Barruscotto, autografato dallo stesso Burattini.     Buongiorno e grazie per il suo tempo. Facciamo quattro chiacchiere sulla nuova miniserie di Zagor “Darkwood Novels”.   - Nel primo volume viene presentata ai lettori questa nuova iniziativa editoriale targata Spirito con la Scure anche con dotte citazioni e riferimenti ai Dime Novels...

Leggi tutto

L'Intervista - Kirby Academy, a Cassino un punto di riferimento unico per chi vuole fare fumetti

17-01-2020 Hits:868 Autori e Anteprime Super User

A cura della redazione L'Associazione Culturale Cagliostro E-Press, ha 15 anni alle spalle di meritoria attività di scountng di nuovi talenti e diffusione del media fumetto sul territorio nazionale: la storia dell'Associazione, sempre presente alle principali fiere di settore, racconta di più di 150 volumi pubblicati in questi tre lustri e...

Leggi tutto

Saggio e analisi di "TESLA AND THE SECRET LODGE"

17-12-2019 Hits:2797 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

 La cover variant (a sinistra) e quella ufficiale (a destra)   Ucronia. Cosa significa questa parola? Con tale termine viene indicato un genere di narrativa fantastica basato sulla premessa che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo a quello reale. Deriva dal greco e significa letteralmente “nessun tempo”, analogamente a come...

Leggi tutto

Intervista con OSKAR su ZAGOR

17-12-2019 Hits:2872 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    Facciamo quattro chiacchiere in merito al volume “L'eroe di Darkwood”, il sesto e conclusivo della mini serie “Zagor – Le Origini” che ha visto Oskar, nome d'arte di Oscar Scalco, classe 1971, disegnatore con all'attivo numerosi traguardi prestigiosi, impegnato ai disegni sui testi di Moreno Burattini. Le sue due opere che vedrete di seguito sono presenti...

Leggi tutto

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:2623 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:2892 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:2113 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto