Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

  • Categoria: Fd'A
  • Visite: 9527

Quelli del Comicon negano i contributi pubblici assegnatigli

Il Direttore Generale Claudio Curcio: «contiamo solo sulle nostre forze». E allora chi li ha presi tutti quei soldi pubblici documentati (700mila euro in 3 anni)? Mistero buffo napoletano.

Ieri Fumetto d'Autore ha fatto un nuovo clamoroso scoop sui contributi percepiti dal Napoli Comicon. Dopo avere documentato già l'anno scorso più di 500mila euro, ora abbiamo raccontato di altri 200mila euro destinati al salone internazionale del fumetto che si svolge ogni anno nel capoluogo partenopeo. Sempre ieri nella sede dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, in via Cappella Vecchia, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2013 del Comicon, che si svolgerà dal 25 al 28 aprile alla Mostra d’Oltremare di Napoli. Alla conferenza stampa sono intervenuti l’assessore alla cultura del Comune di Napoli Antonella Di Nocera, l’organizzatore di Comicon Claudio Curcio, il presidente della Mostra D’Oltremare Andrea Rea e il presidente del'Ordine dei Giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli.

«La nostra è una manifestazione che ha la capacità di attirare pubblico anche da fuori regione e senza spendere milioni di euro - ha detto il direttore generale Claudio Curcio ricordando le 50mila presenze del 2012 - la organizziamo contando solo sulle nostre forze, e ringraziamo l'assessore comunale Antonella Di Nocera che ci è sempre stata vicino». Per Di Nocera «Comicon è un esempio formidabile di impresa culturale napoletana, un modello che ha pochi eguali in Italia». Andrea Rea, presidente della Mostra d'Oltremare ricorda che «sono queste le manifestazioni che ci interessano, non siamo un banale ente fieristico». (fonte ANSA).

E i documentati 700mila (arrotondati per difetto) di contributi pubblici destinati al Comicon in questi anni dove sono finiti? Come mai Curcio non ne fa alcuna menzione sostenendo che il salone partenopeo del fumetto lo organizzano solo con le loro forze? E anche qui ci sarebbero da fare dei distinguo visto che agli organizzatori del Comicon sono riconducibili una società cooperativa (Visiona, beneficiaria degli ultimi 200.000 euro), una associazione culturale (Comicon, che dal sito sembra la vera organizzatrice dell’evento) e una ditta individuale dello stesso Claudio Curcio (Factamanent che funge da segreteria organizzativa del salone). Cioè due soggetti no profit e una società a scopo di lucro. In questo gioco di scatole cinesi, chi organizza davvero cosa? Ah, capirlo.

E ancora: fate caso all’accenno di Curcio sul fatto che il Comicon ha «la capacità di attirare pubblico anche da fuori regione» e comparatelo con la motivazione con cui la Regione ha assegnato gli ultimi 200mila euro a quelli del Comicon: «per la creazione e la gestione di festival e/o eventi internazionali a sfondo culturale, finalizzati a mobilitare significativi flussi di visitatori e turisti, anche al fine di destagionalizzare i flussi di visita e allungare la stagione turistica».

Ancora più curioso, tra l’altro notare il fatto che Curcio ringrazi poi lo stesso assessore Di Nocera che alcuni giorni fa (fonte La Repubblica cronaca di Napoli del 14/04/2013 – articolo di Alessio Gemma), a proposito del finanziamento totale da cui provengono gli ultimi contributi destinati al Comicon, si era spesa così rivolgendosi all’indirizzo della Regione Campania: «l’industria della cultura è boccheggiante: questi 5 milioni (di cui 200mila euro sono destinati a Visiona – ndr) fanno riferimento a un bando scaduto a luglio 2011». Cioè, nella Napoli della rivoluzione arancione del sindaco De Magistris, come funziona? Si parla ancora un politichese di altri tempi in cui si dice di non contare sui soldi pubblici e poi si ringrazia l’assessore che si è esposta nei confronti della Regione, guarda caso, a favore dello sblocco dell’ultimo finanziamento percepito? Se non è una sceneggiata napoletana, poco ci manca.

E dire che l’assessore regionale Miraglia aveva spiegato a proposito di questi 5 milioni (di cui 200mila destinati a Visiona): «Vorrei accontentare tutti, ma con quei soldi creiamo un indotto economico intorno a iniziative che richiamano l’imprenditoria privata per dare un contributo e non per sfruttare solo il capitale pubblico».

A questo punto è ancor più lecito chiedersi: perché Curcio e i tipi del Comicon glissano sui contributi percepiti e vogliono fare a tutti i costi la parte degli imprenditori privati che hanno fatto tutto con le loro forze? Si vergognano forse di prendere i soldi del contribuente per fare gli imprenditori?

O forse è meglio che non si sappia troppo in giro che in mezzo ci sono i soldi pubblici (e nemmeno pochi) perché sennò poi dai vari volontari che permettono ogni anno al Comicon di andare in scena poi possono iniziare ad arrivare richieste economiche? Ah, saperlo.

Se qualcuno volesse intervenire su questo buffo mistero napoletano dei contributi del Comicon documentati ma negati, Fumetto d’Autore è a disposizione di chiunque voglia dire la propria.

Ps: cioè la conferenza stampa di presentazione del Comicon 2013 si svolge presso la sede dell’Ordine dei Giornalisti della Campania con la partecipazione del presidente e nessuno dei giornalisti locali presenti – presidente compreso - è in grado di ricordare a Curcio degli ultimi contributi pubblici loro assegnati proprio qualche giorno fa?

Sotto due immagini che sintetizzano il Comicon 2012. Corridoi degli editori vuoti e il prato della mostra di Oltremare pieno. Esattamente lo "sfondo culturale" che auspicava la Regione Campania quando ha aperto i cordoni della borsa, vero?

mk comicon2013 03

 

mk comicon2013 01

 

Magazine

Sulle orme di Magnus: intervista a Gabriele Bernabei (saggista e promotore del Magnus Day)

04-10-2017 Hits:679 Autori e Anteprime Redazione

  di Giorgio Borroni. Nell’era di internet l’esperienza del fumetto si può vivere in tanti modi, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Uno può essere un semplice lettore, un collezionista che con un semplice click può procurarsi più facilmente di una volta ciò che cerca, il professionista della tavola disegnata o sceneggiata...

Leggi tutto

Intervista ad Alessio Riolo, organizzatore di Palermo Comicon

21-09-2017 Hits:914 Reportage Redazione

  Di Alessandro Bottero Palermo Comicon è arrivato alla terza edizione, e quest’anno si presenta particolarmente interessante. Prima di immergerci nella kermesse ecco quattro chiacchiere con il direttore/organizzatore/imperatore Alessio Riolo, che insiste & persiste nel promuovere il fumetto nell’antica terra di Trinacria.  Tra un’arancina e una cassata ecco la saggezza delle sue...

Leggi tutto

Analogie kafkiane tra Egon Schiele e Angelo Stano

12-09-2017 Hits:1208 Critica d'Autore Redazione

    Le atmosfere gotiche nell’opprimente angoscia di un comune tratto artistico di Roberto Scaglione   Forse non aveva tanto torto Hugo Pratt a definire il fumetto quale “letteratura disegnata”, con un chiaro omaggio autoreferenziale alle proprie indelebili opere ed in particolare alla più rilevante, quel Corto Maltese che lo rese celebre come uno dei...

Leggi tutto

Monolith - il film: Recensione e Analisi

21-08-2017 Hits:2332 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

di Lorenzo Barruscotto (contiene – forse - spoiler) Il nostro Lorenzo Barruscotto, titolare della seguitissima rubrica Osservatorio Tex, recensisce Monolith, il film coprodotto da Sky che vede l'esordio alla produzione cinematografica di Sergio Bonelli Editore.Il fim, distribuito in 200 sale, dal 12 agosto, giorno della prima, al 20 agosto ha incassato 265.808...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #04

07-08-2017 Hits:2162 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Tanto fu il successo da parte dei MOTU - che ricordiamolo sempre, è l’acronimo di Masters of the Universe -, che addirittura vennero suddivise in  ben 4 schiere di guerrieri. Una votata al bene, le altre tre votate al male: gli eroi di Eternia;...

Leggi tutto

Intervista ad Andrea Manfredini, nuovo Direttore Editoriale di Cagliostro E-Press

01-08-2017 Hits:2543 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Di recente alla Cagliostro E-Press c’è stato un cambio di ruoli nella direzione editoriale e la patata bollente è passata ad Andrea Manfredini, già creatore del super eroe sopra le righe Lo Scarafaggio e al timone della serie fantascientifica "Incrociatore Stellare E. Salgari".Oggi abbiamo il piacere di torchiare...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #03

26-07-2017 Hits:2503 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Il cartone animato di He-Man è composto da due serie di 65 episodi ciascuna (per un totale di 130 episodi e ne era prevista pure una terza serie, che però non fece in tempo mai a vedere la luce in quanto i giocattoli non...

Leggi tutto