Fumetto d'Autore

www.fumettodautore.com | Il Magazine della Nona Arte e dintorni | ISSN: 2037-6650 | Direttore: Alessandro Bottero

Mar09162014

Last update12:00:00

Banner
Banner
Back Reportage Andrea Mazzotta e Nicola Pesce Editore: un felice connubio editoriale

Andrea Mazzotta e Nicola Pesce Editore: un felice connubio editoriale

  • PDF

npelogodi Alessandro Bottero

A Napoli Comicon 2010 la NPE ha presentato Beppe & co, volume che raccoglie alcune storie di Benito Jacovitti, genio assoluto del fumetto italiano, troppo spesso dimenticato da critica e lettori. Sempre a Napoli ho incontrato Andrea Mazzotta, il direttore editoriale della NPE, che molto gentilmente ha acconsentito alla sua seconda intervista per Fumetto d’Autore (per chi se la fosse persa, QUI potete leggere la prima intervista).

Che dire? Il dr.Mazzotta è persona  ammodino, e non si mette mai le dita nel naso quando risponde alle domande. Oltretutto è anche un uomo piacente, e potrebbe fare stragi di cuori nell’Agro Pontino. E invece, pensate un po’, ha risposto in modo garbato ed approfondito a domande sul senso della vita, su come ci salveremo dalla grande inondazione del 2012, e sui progetti  della NPE. Per non turbare i lettori di Fumetto d’Autore in questa versione online abbiamo omesso le domande che riguardavano i primi due argomenti. Ecco qui, quindi, tutto quel che  volevate sapere su NPE & Jacovitti. E anche se non lo volevate sapere, ora sapetelo, chiaro????

Stimato Direttore, i miei omaggi. Parliamo di Jacovitti. Chi era, che  faceva, e perché è stato un genio?

Ci vorrebbe un intero sito per raccontare chi è stato e cosa ha rappresentato Benito Jacovitti per il fumetto e per la cultura italiana in genere.

(In effetti questo sito c’ è e ne consiglio la visione: www.Jacovitti.it).

Jacovitti è semplicemente un genio. Un genio che ha fatto della follia, della sperimentazione, della provocazione intelligente e tagliente la sua bandiera. Un uomo che ha saputo rivoluzionare il concetto di disegno umoristico e caricaturale in Italia lasciando non solo un segno, ma bensì un incisione profonda nella Cultura Italiana e nei ricordi di tutti coloro che hanno potuto apprezzare la sua arte.

Ciò che rende geniale la sua opera è, a mio avviso, oltre al segno costantemente in evoluzione, oltre alle soluzioni grafiche e narrative innovative e rivoluzionarie ad ogni nuova pagina, la capacità di astrarre il reale, il quotidiano della giornata di ogni uomo e di trasporlo su carta però sotto  la lente deformante dell’assurdo e del grottesco.

Forse si può dire che Jacovitti era un genio proprio perché era un modellatore di realtà su carta. Un creatore di “assurdi”.

Sicuramente il più importante autore umoristico italiano di tutti i tempi.

Non ti stupire per la domanda precedente. Sono tristemente convinto che la grande maggioranza del pubblico Jacovitti non sappia nemmeno chi sia stato o cosa abbia fatto, a parte Coccobill. Ecco perché sono rimasto colpito dal volume Beppe & co., che avete pubblicato in occasione del NapoliComicon 2010. Come sta andando?

Il volume è stato presentato al Napoli Comicon 2010 in anteprima assoluta.

Non era stato ancora annunciato ne su Anteprima ne su Mega.  Sicuramente è un titolo molto importante per il nostro catalogo e siamo orgogliosi averlo potuto realizzare. Se invece vuoi i freddi numeri, mi dovrai fare un’altra intervista tra qualche mese per averli (Ahahahah)!

A proposito di Napoli Comicon, complimenti per il premio Micheluzzi per Don Chiosciotte. È un segnale che  le ristampe di materiale valido possono ancora trovare spazio?

Grazie Alessandro. Il premio Micheluzzi è stata una sorpresa enorme e non ti posso negare che ci abbia dato una gioia tanto grande quanto inaspettata. Per un casa editrice in crescita come la nostra essere premiati a fianco di grandi realtà editoriali da anni sul mercato è stato una soddisfazione notevole.

Come ben sai il mercato delle ristampe in questo momento è fiorente, quantomeno sotto il punto di vista del numero delle proposte.

E’ molto importante, sia per il mercato, sia per il fumetto come forma di espressione e arte, che il lavoro dei grandi, dei caposcuola possa essere facilmente fruito dal pubblico.

Sotto questo punto di vista non si può negare che c’è grande attenzione e competenza.

Penso ad esempio a  Valentina Melaverde di Coniglio Editore o allo splendido lavoro che Comma22 fa con Breccia….e nel nostro piccolo, anche alla NPE.

Veniamo al futuro. Progetti della Nicola Pesce per il 2010-2011?

Stiamo lavorando su diversi fronti. Vorremo  inserire nel nostro catalogo entro giugno 2011 sia delle produzioni mainstream americane che alcuni volumi francesi. Ma è presto per parlarne nel dettaglio.

Stringiamo ancora di più il campo. Progetti futuri  della Nicola Pesce riguardo Jacovitti? Non dirmi  che  Beppe & co. è stato solo un episodio  isolato. Non puoi  farmi questo!

Eheheh…non sono così pazzo da farti arrabbiare Alessandro. Tieni d’occhio uno dei blog fumettistici più popolari d’Italia e presto avrai succose notizie!

Che  farai  da grande?

Mah, non so. Inizierò a fumare la pipa probabilmente. E mi farò crescere la barba.

Ma resto aperto ai suggerimenti. Tu cosa mi consigli Alessandro?

Ultima domanda. Spazio alla creatività. Che vuoi dire ai nostri lettori?

Di stare molto attenti alle novità che provengono dalla piccole e medie case editrici, utilizzando strumenti come Mega e Anteprima consapevolmente.

Ultimamente stanno arrivando (o tornando) sul mercato dei piccoli gioielli e non basta farsi un giro per le fumetterie e per le librerie per poter essere informati su tutto quello che viene pubblicato.

Insomma, ancora una volta, siate lettori consapevoli.

Commenti FB:

Comments

Accedi per commentare
Banner
Banner