Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

La rivoluzione del fumetto seriale bonelliano: Ken Parker

kenparkerdi Attilio Capuozzo

Ken Parker all'epoca della sua uscita (1977) ha rappresentato un elemento di sostanziale rottura con molti degli schemi bonelliani fino ad allora consolidati.

Un character completamente svincolato dalle ferree regole imposte dalla serialità; un personaggio in continua evoluzione (per dirla con un termine anglofono "in progress") che in diverse storie ha anche ceduto la scena principale ai comprimari. Con Ken Parker, Giancarlo Berardi ha creato un nuovo modo di fare sceneggiatura nell'ambito del fumetto italiano; il medium fumetto ha infatti iniziato a mutuare dal cinema il suo linguaggio soprattutto in termini di "regia" ed inquadrature delle vignette (con campi e controcampi, montaggio alternato, etc.) eliminando,inoltre, in maniera completa l'utilizzo delle didascalie.Una rivoluzione stilistica che in realtà, perlomeno in ambito strettamente bonelliano (in quanto per completezza d'informazione va ricordato che l'eliminazione delle didascalie era già avvenuta grazie ad un'altra figura chiave del fumetto nostrano, lo sceneggiatore Luciano Secchi in arte Max Bunker che in coppia con Roberto Raviola, meglio conosciuto come Magnus, a partire dagli anni '60 ha dato vita a personaggi famosi come Kriminal, Satanik e Alan Ford) era già iniziata per mano di un Maestro del fumetto: Gino D'Antonio. Naturalmente ci riferiamo alla sua monumentale Storia del West iniziata nel 1967 e terminata nel corso di ben 13 anni.

Tra i tanti meriti di D'Antonio va sicuramente ricordato quello di aver conferito alla sua colossale opera una dimensione storiografica, spesso sconosciuta ad autori ed opere fumettistiche dei decenni precedenti,  laddove lo stesso Tex, nel rappresentare la storia della Frontiera, assumeva spesso e volentieri toni da puro feuilleton.

Altro merito di D'Antonio è quello di aver cominciato una lenta ma graduale riduzione delle didascalie anche a costo di contrasti con lo stesso Sergio Bonelli! In Ken Parker la rivoluzione stilistica iniziata da D'Antonio viene portata felicemente a compimento da Berardi & Milazzo con risultati a dir poco sorprendenti.Ma Giancarlo Berardi si spingerà oltre: proprio quando le vendite di Lungo Fucile sono in lieve ma continua ascesa, decide di sottrarsi alle regole della serialità cambiando formato e periodicità al suo anti-eroe!

E nonostante una vita editoriale sì lunga ma frammentaria e travagliata, Ken Parker diventerà ben presto un indiscusso capolavoro assoluto!!!

Va anche detto, però, che capolavori come Storia del West e Ken Parker con la crisi editoriale odierna  ma anche a causa della colpevole miopia e della poca propensione al rischio degli editori attuali, oggi sarebbero difficilmente pubblicabili!

Magazine

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:553 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto

Intervista con Brian Smuin

03-05-2017 Hits:578 Autori e Anteprime Redazione

  The Brian Smuin’s Interview. A cura di Giorgio Borroni.   A volte internet non è solo battaglie sui social, haters o groupie.  A volte internet ti offre la possibilità di allargare i propri orizzonti conoscendo artisti che provengono dall’altro capo del mondo, hanno lavorato per colossi dell’editoria o dell’intrattenimento, ma non vengono...

Leggi tutto

Terror INC: tra action e gore

02-05-2017 Hits:586 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. “Vivo per guerreggiare, ce l’ho nel sangue e se è quel che voglio io me lo prendo \ gli uomini che ho massacrato, i bambini schiavizzati e tutte le donne di cui ho abusato [...] Mangio le cervella dal teschio dei miei nemici \ e con orgoglio...

Leggi tutto

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:873 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:10542 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:932 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto