Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Idee per una fiera

Moleskine #10

Appunti di viaggio nel mondo del fumetto, attraverso i suoi protagonisti e l’informazione di settore. Tutto rigorosamente in corsivo.

Idee per una fiera

di Giorgio Messina

Tal Elisa.M lancia dal suo blog un'idea innovativa per una fiera "anomala" che più che una fiera ricorda molto i forum per le trattative dei diritti tra autori ed editori ma con uno svolgimento alla rovescia.

Pur nell''ingenuità di alcuni aspetti logistici presi in considerazione, ci sono degli spunti molto interessanti.

Ve la propongo di seguito (la versione integrale potete trovarla nel suo blog):

Come chi legge questo blog probabilmente saprà già io sono una fan delle fiere di illustrazione, oltre ad essere un momento piacevole sono un appuntamento fisso ed immancabile per proporsi, vedere il mercato, farsi pubblicità, ecc. Divertenti e fondamentali!

Però per noi disegnatori sono spesso anche un po' frustranti: lunghe, lunghissime code per poi a volte parlare 1 minuto e mezzo con l'assistente del porta caffè dell'editore, oppure colloqui da 100 e lode che poi finiscono un po' per essere un buco nell'acqua perchè, nei loro mille impegni, gli editori finiscono con il dimenticarsi di noi per poi - forse - ripescare il nostro ricordo chissà quando.
Per non parlare del fatto che alla fine è un'attività pubblicitaria principalmente in perdita (pecuniaria) per noialtri.

Ma fuori dall'Italia esistono delle bellissime fiere "al contrario" in cui seduto allo stand non c'è l'editore... c'è il disegnatore!

Perchè non farlo anche da noi? Creandone una su misura per le nostre esigenze!

Stavo pensando, per la location, ai padiglioni della nuova fiera di Roma, che è davvero in un punto strategico... è al centro della nostra penisola, facilissima da raggiungere con i mezzi o con l'auto, ampissimi parcheggi, a un passo dall'aereoporto Leonardo da Vinci di Fiumicino e decisamente grande all'interno!

Le idee che si potrebbero sviluppare sono molteplici, per ora il mio quadretto è abbastanza semplice:
pensate  di poter affittare uno stand, dove esporre e mettere in vendita al pubblico i vostri lavori, artbook, albi a fumetti, poster, gadget e quant'altro.
Con un tavolo dove apporre il vostro book e i vostri progetti in modo che editori o rappresentanti di azienda li possano sfogliare con agio, facendosi attrarre dagli stili che preferiscono e non rimanendo controvoglia inchiodati ad una sedia a "subire" centinaia di aspiranti disegnatori che probabilmente saranno totalmente fuori tema per le loro collane.
Dove potreste essere voi ad organizzare un'agenda fissando colloqui con chi ve ne dovesse fare richiesta.

Una fiera dove potrebbero essere organizzati incontri di formazione per giovani disegnatori che si affacciano al mondo del lavoro, dove i sindacati e le associazioni potrebbero farsi pubblicità, dove si avrebbe la possibilità di conoscere tutte le varie figure (illustratori, fumettisti, sceneggiatori, coloristi...) di questo nostro mondo e far nascere collaborazioni e nuove idee.
Una vetrina anche per gli studenti che potrebbero partecipare con le loro scuole.

E a proposito di scuole, si potrebbero invitare le scuole (elementari, medie, liceo...) a visitare la fiera, in modo da conoscere il mondo dei libri e dei fumetti da un'altra angolazione!

Ovviamente con prezzi su misura per le varie tasche , a seconda di quanto spazio uno voglia prendere e di cosa voglia mettere in mostra, se vuole o non vuole vendere e via dicendo. Ma questo punto va valutato con attenzione, i costi di una fiera sono elevati, quindi non so bene come si "muoverà" il denaro per rientrare delle spese (anche per questo c'è bisogno di opinioni, suggerimenti, idee!).

Credo che una fiera del genere potrebbe creare notevoli opportunità di lavoro, di istruzione ed essere un valido appuntamento per tutti, non solo per chi esporrà ma anche per chi sceglierà di visitarla.

A questo punto mi rendo conto che per il momento si tratta solo di un'idea; ma se tutti coloro che la leggeranno vorranno contribuire con le loro idee per aggiungerle a questa e migliorarla, con suggerimenti su come la si potrebbe realizzare e organizzare e anche solo con dei commenti e delle opinioni personali sull'argomento magari in un futuro neanche troppo lontano potrebbe diventare un appuntamento fisso nel nostro calendario, chi lo sa!

Aspetto feedback :)

IDEE, SUGGERIMENTI, ECC... AGGIUNTI DA VOI!

- IDEA (Elisa M.): Gli scrittori potrebbero prenotare degli spazi per presentare e vendere i loro libri. poi si può creare uno spazio dove gli autori, dopo aver fatto la presentazione (o prima, dall'inizio della fiera), lasciano in conto vendita i loro libri
- SUGGERIMENTO (Silvia): Cercare finanziamenti pubblici come progetto socialmente utile
- SUGGERIMENTO (Michela): Fare in modo che vi siano motivi consistenti di interesse da parte degli editori a visitare la fiera.
- IDEA (Puck): Trovare, per far partire la manifestazione, una fiera già esistente e di richiamo a cui "agganciare"  la nostra per farla conoscere.
- IDEA (Puck): Allestimento di uno spazio conferenze per la presentazione di idee nuove.

 

Come chi legge questo blog probabilmente saprà già io sono una fan delle fiere di illustrazione, oltre ad essere un momento piacevole sono un appuntamento fisso ed immancabile per proporsi, vedere il mercato, farsi pubblicità, ecc. Divertenti e fondamentali!

Però per noi disegnatori sono spesso anche un po' frustranti: lunghe, lunghissime code per poi a volte parlare 1 minuto e mezzo con l'assistente del porta caffè dell'editore, oppure colloqui da 100 e lode che poi finiscono un po' per essere un buco nell'acqua perchè, nei loro mille impegni, gli editori finiscono con il dimenticarsi di noi per poi - forse - ripescare il nostro ricordo chissà quando.
Per non parlare del fatto che alla fine è un'attività pubblicitaria principalmente in perdita (pecuniaria) per noialtri.

Ma fuori dall'Italia esistono delle bellissime fiere "al contrario" in cui seduto allo stand non c'è l'editore... c'è il disegnatore!

Perchè non farlo anche da noi? Creandone una su misura per le nostre esigenze!

Stavo pensando, per la location, ai padiglioni della nuova fiera di Roma, che è davvero in un punto strategico... è al centro della nostra penisola, facilissima da raggiungere con i mezzi o con l'auto, ampissimi parcheggi, a un passo dall'aereoporto Leonardo da Vinci di Fiumicino e decisamente grande all'interno!

Le idee che si potrebbero sviluppare sono molteplici, per ora il mio quadretto è abbastanza semplice:
pensate  di poter affittare uno stand, dove esporre e mettere in vendita al pubblico i vostri lavori, artbook, albi a fumetti, poster, gadget e quant'altro.
Con un tavolo dove apporre il vostro book e i vostri progetti in modo che editori o rappresentanti di azienda li possano sfogliare con agio, facendosi attrarre dagli stili che preferiscono e non rimanendo controvoglia inchiodati ad una sedia a "subire" centinaia di aspiranti disegnatori che probabilmente saranno totalmente fuori tema per le loro collane.
Dove potreste essere voi ad organizzare un'agenda fissando colloqui con chi ve ne dovesse fare richiesta.

Una fiera dove potrebbero essere organizzati incontri di formazione per giovani disegnatori che si affacciano al mondo del lavoro, dove i sindacati e le associazioni potrebbero farsi pubblicità, dove si avrebbe la possibilità di conoscere tutte le varie figure (illustratori, fumettisti, sceneggiatori, coloristi...) di questo nostro mondo e far nascere collaborazioni e nuove idee.
Una vetrina anche per gli studenti che potrebbero partecipare con le loro scuole.

E a proposito di scuole, si potrebbero invitare le scuole (elementari, medie, liceo...) a visitare la fiera, in modo da conoscere il mondo dei libri e dei fumetti da un'altra angolazione!

Ovviamente con prezzi su misura per le varie tasche , a seconda di quanto spazio uno voglia prendere e di cosa voglia mettere in mostra, se vuole o non vuole vendere e via dicendo. Ma questo punto va valutato con attenzione, i costi di una fiera sono elevati, quindi non so bene come si "muoverà" il denaro per rientrare delle spese (anche per questo c'è bisogno di opinioni, suggerimenti, idee!).

Credo che una fiera del genere potrebbe creare notevoli opportunità di lavoro, di istruzione ed essere un valido appuntamento per tutti, non solo per chi esporrà ma anche per chi sceglierà di visitarla.

A questo punto mi rendo conto che per il momento si tratta solo di un'idea; ma se tutti coloro che la leggeranno vorranno contribuire con le loro idee per aggiungerle a questa e migliorarla, con suggerimenti su come la si potrebbe realizzare e organizzare e anche solo con dei commenti e delle opinioni personali sull'argomento magari in un futuro neanche troppo lontano potrebbe diventare un appuntamento fisso nel nostro calendario, chi lo sa!

Aspetto feedback :)

IDEE, SUGGERIMENTI, ECC... AGGIUNTI DA VOI!

- IDEA (Elisa M.): Gli scrittori potrebbero prenotare degli spazi per presentare e vendere i loro libri. poi si può creare uno spazio dove gli autori, dopo aver fatto la presentazione (o prima, dall'inizio della fiera), lasciano in conto vendita i loro libri
- SUGGERIMENTO (Silvia): Cercare finanziamenti pubblici come progetto socialmente utile
- SUGGERIMENTO (Michela): Fare in modo che vi siano motivi consistenti di interesse da parte degli editori a visitare la fiera.
- IDEA (Puck): Trovare, per far partire la manifestazione, una fiera già esistente e di richiamo a cui "agganciare"  la nostra per farla conoscere.
- IDEA (Puck): Allestimento di uno spazio conferenze per la presentazione di idee nuove.

Magazine

INTERVISTA ESCLUSIVA CON MORENO BURATTINI su "Zagor - Darkwood Novels"

26-07-2020 Hits:1253 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

   Ritratto ad opera di Lorenzo Barruscotto, autografato dallo stesso Burattini.     Buongiorno e grazie per il suo tempo. Facciamo quattro chiacchiere sulla nuova miniserie di Zagor “Darkwood Novels”.   - Nel primo volume viene presentata ai lettori questa nuova iniziativa editoriale targata Spirito con la Scure anche con dotte citazioni e riferimenti ai Dime Novels...

Leggi tutto

L'Intervista - Kirby Academy, a Cassino un punto di riferimento unico per chi vuole fare fumetti

17-01-2020 Hits:784 Autori e Anteprime Super User

A cura della redazione L'Associazione Culturale Cagliostro E-Press, ha 15 anni alle spalle di meritoria attività di scountng di nuovi talenti e diffusione del media fumetto sul territorio nazionale: la storia dell'Associazione, sempre presente alle principali fiere di settore, racconta di più di 150 volumi pubblicati in questi tre lustri e...

Leggi tutto

Saggio e analisi di "TESLA AND THE SECRET LODGE"

17-12-2019 Hits:2695 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

 La cover variant (a sinistra) e quella ufficiale (a destra)   Ucronia. Cosa significa questa parola? Con tale termine viene indicato un genere di narrativa fantastica basato sulla premessa che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo a quello reale. Deriva dal greco e significa letteralmente “nessun tempo”, analogamente a come...

Leggi tutto

Intervista con OSKAR su ZAGOR

17-12-2019 Hits:2770 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    Facciamo quattro chiacchiere in merito al volume “L'eroe di Darkwood”, il sesto e conclusivo della mini serie “Zagor – Le Origini” che ha visto Oskar, nome d'arte di Oscar Scalco, classe 1971, disegnatore con all'attivo numerosi traguardi prestigiosi, impegnato ai disegni sui testi di Moreno Burattini. Le sue due opere che vedrete di seguito sono presenti...

Leggi tutto

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:2540 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:2792 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:2020 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto