Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale. Niente di nuovo nel fumetto Italiano

luccacomics2017Di Alessandro Bottero

Qualcuno amichevolmente mi tira le orecchie dicendo che non parlo di tutte le novità che accadono nel mondo del fumetto. Il problema è che mi guardo in giro e mi dico “Quali novità?”.

A rischio di sembrare sempre il solito brontolone rancoroso rosicone  posso dire che non vedo NESSUNA novità in giro?

I volumi del commissario Ricciardi?  Trasmigrazioni da romanzi a fumetti ci sono sempre state. Nulla di nuovo. Al limite la cosa di cui parlare sarebbe che  un progetto inizialmente pubblicizzato per le edicole ora invece è diventato un prodotto ad ALTO COSTO (quindi non popolare)  e diretto esclusivamente a un pubblico over 40 che compra libri. DI sicuro i volumi del commissario Ricciardi non sono un modo per allargare in modo STABILE il pubblico di chi legge fumetti. Se invece l’obiettivo è fare cassa,  tanto di cappello. Ma ricordo che Cornelio della Star Comics, sfruttando il nome di Lucarelli in edicola vendette 30.000 copie. Perché alla Bonelli è mancato il coraggio di fare lo stesso?

Il fatto che Feltrinelli, Newton & Compton e altri  editori  RIPRENDANO (non INIZINO, ma RIPRENDANO) a pubblicare fumetti sarebbe una novità? Forse solo per chi ha una memoria storica  uguale a quella di un’effimera che vive 24 ore e poi svanisce nel nulla. Già successo, già visto, già fatto. Come leggo la cosa?  Semplice.  Le vendite dei libri sono alla frutta e gli editori affannosamente cercano di alzare i fatturati  pubblicando  fumetti. Tanto poi nel fatturato delle case editrici di varia per i meccanismi  distributivi nelle librerie vanno le copie PRENOTATE e DISTRIBUITE, non quelle effettivamente vendute quindi si  potrà dire tutto e il contrario di tutto. Anche che un volume PRENOTATO in 5.000 copie ha VENDUTO 5.000 copie. Tanto chi legge non sa niente di queste raffinate distinzioni e crede fiducioso a qualsiasi BALLA   dicano gli editori per farsi belli. C’è una bella differenza se “un volume su cinque VENDUTO in libreria è nostro” e “un volume su cinque DISTRITUITO in libreria è nostro”. Ma tanto viviamo nella società degli annunci  a effetto, dove la gente non fa mai le pulci  a chi spara  slogan, perché “L’ha detto lui e mi fido”.

Che novità ci sarebbero? Le Graphic Novel (esatto LE graphic novel. Dire I graphic novel è sbagliato)? Sai che novità. Volumi  a fumetti sono sempre esistiti. La novità sarebbe che adesso si chiedono più soldi ai lettori per prodotti spesso e volentieri fuffosi e pretenziosi?   Non mi pare una novità. SI chiama IMBONIMENTO DEL CONSUMATORE e lo si è sempre fatto.

Una novità vera sarebbe se  il numero degli ACQUIRENTI di fumetti in edicola  (non in libreria, in EDICOLA) aumentasse rispetto agli anni   passati. E invece non è così. I numeri delle serie a fumetti pubblicate in edicola calano mese dopo mese. Se anche Bonelli ormai considera le edicole un canale di vendita destinato all’estinzione  - e il passaggio dei volumi di Ricciardi dalle edicole alle librerie ne è la prova indiscutibile – ormai di che stiamo a discutere? Se l’unico  - forse – editore dotato della forza e della potenzialità per invertire il trend si arrende,  ormai  che novità può esistere?

Il sicuro gigantismo di Lucca è una novità?  Dice bene Lucio Staiano ”Lucca è il Sanremo dei fumetti” e Sanremo non è progettato per dare spazio alle novità musicali. A Sanremo  regna e domina il consueto, il “Si è sempre fatto così e non cambiamo perché sennò gli sponsor non cacciano più i soldi “.  Il gigantismo elefantiaco di Lucca,  il successo   incommensurabile di pubblico , i numeri  oltre ogni possibile  valutazione, rendono  Lucca  terrorizzata dalla novità. La novità  mette in crisi il passato. E se invece l’obiettivo obbligato è confermare il passato la novità è  negativa.

Allora ditemi; di che novità dovrei parlare? 

L’orchestra suona, In prima classe tutti ballano, tutti sono felici e  brindano alle magnifiche sorti progressive. E l’iceberg si avvicina…..

 

Magazine

INTERVISTA ESCLUSIVA CON MORENO BURATTINI su "Zagor - Darkwood Novels"

26-07-2020 Hits:1253 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

   Ritratto ad opera di Lorenzo Barruscotto, autografato dallo stesso Burattini.     Buongiorno e grazie per il suo tempo. Facciamo quattro chiacchiere sulla nuova miniserie di Zagor “Darkwood Novels”.   - Nel primo volume viene presentata ai lettori questa nuova iniziativa editoriale targata Spirito con la Scure anche con dotte citazioni e riferimenti ai Dime Novels...

Leggi tutto

L'Intervista - Kirby Academy, a Cassino un punto di riferimento unico per chi vuole fare fumetti

17-01-2020 Hits:784 Autori e Anteprime Super User

A cura della redazione L'Associazione Culturale Cagliostro E-Press, ha 15 anni alle spalle di meritoria attività di scountng di nuovi talenti e diffusione del media fumetto sul territorio nazionale: la storia dell'Associazione, sempre presente alle principali fiere di settore, racconta di più di 150 volumi pubblicati in questi tre lustri e...

Leggi tutto

Saggio e analisi di "TESLA AND THE SECRET LODGE"

17-12-2019 Hits:2696 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

 La cover variant (a sinistra) e quella ufficiale (a destra)   Ucronia. Cosa significa questa parola? Con tale termine viene indicato un genere di narrativa fantastica basato sulla premessa che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo a quello reale. Deriva dal greco e significa letteralmente “nessun tempo”, analogamente a come...

Leggi tutto

Intervista con OSKAR su ZAGOR

17-12-2019 Hits:2770 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    Facciamo quattro chiacchiere in merito al volume “L'eroe di Darkwood”, il sesto e conclusivo della mini serie “Zagor – Le Origini” che ha visto Oskar, nome d'arte di Oscar Scalco, classe 1971, disegnatore con all'attivo numerosi traguardi prestigiosi, impegnato ai disegni sui testi di Moreno Burattini. Le sue due opere che vedrete di seguito sono presenti...

Leggi tutto

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:2540 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:2792 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:2021 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto