Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale » Autoproduzione: cos’è, cosa non è, a cosa serve… (Prima Parte)

autoproduzionedi Alessandro Bottero

Autoproduzione: cos’è.

Autoproduzione è un termine di uso comune, che traduce in modo non del tutto coretto l’inglese Self-publishing, che più precisamente si dovrebbe rendere con pubblicazione in prima persona. Comunque ai sensi del discorso, ed anche per la consuetudine d’uso, autoproduzione può andare bene.

Esiste una grande, immensa, confusione su cosa sia autoproduzione e cosa no. Non si sa in base a quali parametri decidere se una cosa sia o meno autoproduzione, e come si sa, la poca chiarezza impedisce la piena comprensione.

Sgomberiamo il campo da un equivoco. La qualità dell’opera non ha la minima incidenza sulla definizione dell’opera stessa. Per essere più chiari: sia Strangers in Paradise di Terry Moore (edizione Abstract studios), che Boiled Angels di Mike  Diana, sono autoproduzioni, con la stessa dignità di autoproduzione. Che il primo sia tecnicamente, narrativamente e graficamente di un livello qualitativo X, ed il secondo poco più di un rutto, non conta ai fini della definizione.

L’autoproduzione si definisce in base al metodo di produzione dell’opera, non sulla base dei contenuti.

Cerebus è autoproduzione. Love and Rockets no. Capitan  Novara della Emmetre è autoproduzione. Debbie Dillinger della DTE è autoproduzione, Ravioli Uèstern della NPE, no.

Perché?

Perché nell’autoproduzione il soggetto creativo è anche colui che, in prima persona o tramite una struttura di cui fa comunque parte e di cui determina e dirige le mosse, decide tempi e modi della produzione editoriale, investe direttamente i suoi soldi, e ha un contatto diretto con le strutture  distributive.

Ci siamo?

Quindi quattro criteri:

chi si autoproduce:

1 – è l’autore, in tutto o in parte, dell’opera prodotta;

2 -decide in modo autonomo tempi, modi e formati dell’opera prodotta;

3 – investe direttamente in prima persona i propri soldi, nel pagamento della produzione dell’opera;

4 – ha un contatto diretto con le strutture  distributive, che diffonderanno l’opera nei punti vendita.


La compresenza dei punti 1, 2, 3, e 4 qualifica un’opera come autoproduzione.

La definizione di  Autoproduzione  a questo punto può essere:

Qualsiasi opera il cui autore è anche editore (totalmente o in parte) dell’opera stessa, con tutti gli oneri derivati  dall’essere editore (decisionali, gestionali, finanziari)

Facciamo alcuni esempi.

Ratman viene da sempre citato come esempio di “autoproduzione che ce l’’ha fatta”. Beh, è sbagliato. Ratman non è mai stato un’autoproduzione.

Infatti era la casa editrice Ned 50 a curare i rapporti con le strutture distributive dei famosi albetti spillati della prima versione di Ratman. Ossia, avevamo un EDITORE, che  fungeva da filtro tra autore e distributore.

Il Massacratore, versione Bottero Edizioni, è un’atoproduzione? No. Per quanto infatti i punti 1 e 2 vengano rispettato (Stefano Piccoli è l autore, e decide in modo autonomo), i punti 3 e 4 no.

A Panda Piace è una autoproduzione? Finché era un web-comics sì. Giacomo Bevilacqua era colui che  (secondo le nuove dinamiche produttive della web-era, ossia con nuovi modi di articolare i punti 3 e 4) gestiva in prima persona la produzione. Quando è diventato  un volume BD, non è più stato autoproduzione, ma produzione. Idem possiamo dire per Ravioli Uèstern di Pierz. Autoproduzione finché web-comic, e poi produzione per la NPE.

Mi sono capito, finora?

Quindi, in sintesi, per stabilire cosa sia autoproduzione e cosa no, il discriminante non è la qualità dell’opera, ma il sistema produttivo.

(1 - continua)

Magazine

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3507 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto

L'Intervista - Alessia Mainardi e Casa Ailus, destinazione Lucca 2018

25-10-2018 Hits:3345 Autori e Anteprime Redazione

Lucca 2018 si avvicina, scopriamo tutte le novità del collettivo Casa Ailus insieme alla sua vulcanica "capitana", la scrittrice Alessia Mainardi. Fumetto d'Autore: Buongiorno Alessia. Vorresti presentarti ai lettori del nostro sito? Alessia Mainardi: Buongiorno a tutti i lettori di Fumetto d'Autore. Di me posso dirvi che mi chiamo Alessia Mainardi, di...

Leggi tutto

L'Intervista - Paul Izzo, sceneggiatore per tutti i gusti

15-12-2017 Hits:12935 Autori e Anteprime Giorgio Borroni

Oggi, qui in esclusiva su Fumetto d’Autore ho il piacere di intervistare un fumettista a 360 gradi, che può vantare esperienze che vanno dalla pubblicazione indipendente su web fino a collaborazioni con una testata del calibro di Diabolik. Ladies and Gentlemen, ecco a voi… Paul izzo! FdA: Benvenuto su FdA, Paul, tolgo...

Leggi tutto

BERSERK: LUCI E OMBRE

27-11-2017 Hits:14894 Critica d'Autore Redazione

  Di Giorgio Borroni Un paio di anni fa, quando ancora frequentavo i gruppi facebookiani relativi ai fumetti, mi capitò di esprimere un paio di mie idee sulla deriva presa da Berserk, il celebre manga di Kentaro Miura. La fauna che più spesso è attiva sui social, si sa, per una bella...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 2

21-11-2017 Hits:14956 Critica d'Autore Redazione

  Justice League of Marvel   Di Alessio Sgarlato Dopo questa lunga ma necessaria premessa, veniamo all’oggetto del contendere, ovvero Justice League, il più bel sequel di Avengers uscito finora. I film Marvel e quelli della DC con questa pellicola si trovano a dover rendere conto allo spettatore di ingombranti somiglianze estetiche. Tanto negli...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 1

20-11-2017 Hits:14534 Critica d'Autore Redazione

  Marvel VS DC – La battaglia del secolo   Di Alessio Sgarlato   Nel 2016 esce Batman V Superman – Dawn of Justice e diventa immediatamente un film controverso, nel quale il pubblico non riesce a ritrovare lo spirito originale dei personaggi e delle storie che lo hanno ispirato. Eppure, per me si rivela...

Leggi tutto

La distopia ucronica di “Space Anabasis"

13-11-2017 Hits:14725 Critica d'Autore Redazione

    Per aspera ad astra, deinde a caelo usque ad centrum!  La distopia ucronica di “Space Anabasis”: tra i giochi di potere, nella fantascienza del passato   Roma, anno 2770 ab urbe condita: un 2017 d.C. alternativo in cui, come recita la didascalia già dalla prima striscia: « L’impero ha tenuto il sistema...

Leggi tutto