Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale » Autoproduzione: cos’è, cosa non è, a cosa serve… (Prima Parte)

autoproduzionedi Alessandro Bottero

Autoproduzione: cos’è.

Autoproduzione è un termine di uso comune, che traduce in modo non del tutto coretto l’inglese Self-publishing, che più precisamente si dovrebbe rendere con pubblicazione in prima persona. Comunque ai sensi del discorso, ed anche per la consuetudine d’uso, autoproduzione può andare bene.

Esiste una grande, immensa, confusione su cosa sia autoproduzione e cosa no. Non si sa in base a quali parametri decidere se una cosa sia o meno autoproduzione, e come si sa, la poca chiarezza impedisce la piena comprensione.

Sgomberiamo il campo da un equivoco. La qualità dell’opera non ha la minima incidenza sulla definizione dell’opera stessa. Per essere più chiari: sia Strangers in Paradise di Terry Moore (edizione Abstract studios), che Boiled Angels di Mike  Diana, sono autoproduzioni, con la stessa dignità di autoproduzione. Che il primo sia tecnicamente, narrativamente e graficamente di un livello qualitativo X, ed il secondo poco più di un rutto, non conta ai fini della definizione.

L’autoproduzione si definisce in base al metodo di produzione dell’opera, non sulla base dei contenuti.

Cerebus è autoproduzione. Love and Rockets no. Capitan  Novara della Emmetre è autoproduzione. Debbie Dillinger della DTE è autoproduzione, Ravioli Uèstern della NPE, no.

Perché?

Perché nell’autoproduzione il soggetto creativo è anche colui che, in prima persona o tramite una struttura di cui fa comunque parte e di cui determina e dirige le mosse, decide tempi e modi della produzione editoriale, investe direttamente i suoi soldi, e ha un contatto diretto con le strutture  distributive.

Ci siamo?

Quindi quattro criteri:

chi si autoproduce:

1 – è l’autore, in tutto o in parte, dell’opera prodotta;

2 -decide in modo autonomo tempi, modi e formati dell’opera prodotta;

3 – investe direttamente in prima persona i propri soldi, nel pagamento della produzione dell’opera;

4 – ha un contatto diretto con le strutture  distributive, che diffonderanno l’opera nei punti vendita.


La compresenza dei punti 1, 2, 3, e 4 qualifica un’opera come autoproduzione.

La definizione di  Autoproduzione  a questo punto può essere:

Qualsiasi opera il cui autore è anche editore (totalmente o in parte) dell’opera stessa, con tutti gli oneri derivati  dall’essere editore (decisionali, gestionali, finanziari)

Facciamo alcuni esempi.

Ratman viene da sempre citato come esempio di “autoproduzione che ce l’’ha fatta”. Beh, è sbagliato. Ratman non è mai stato un’autoproduzione.

Infatti era la casa editrice Ned 50 a curare i rapporti con le strutture distributive dei famosi albetti spillati della prima versione di Ratman. Ossia, avevamo un EDITORE, che  fungeva da filtro tra autore e distributore.

Il Massacratore, versione Bottero Edizioni, è un’atoproduzione? No. Per quanto infatti i punti 1 e 2 vengano rispettato (Stefano Piccoli è l autore, e decide in modo autonomo), i punti 3 e 4 no.

A Panda Piace è una autoproduzione? Finché era un web-comics sì. Giacomo Bevilacqua era colui che  (secondo le nuove dinamiche produttive della web-era, ossia con nuovi modi di articolare i punti 3 e 4) gestiva in prima persona la produzione. Quando è diventato  un volume BD, non è più stato autoproduzione, ma produzione. Idem possiamo dire per Ravioli Uèstern di Pierz. Autoproduzione finché web-comic, e poi produzione per la NPE.

Mi sono capito, finora?

Quindi, in sintesi, per stabilire cosa sia autoproduzione e cosa no, il discriminante non è la qualità dell’opera, ma il sistema produttivo.

(1 - continua)

Magazine

L'Intervista - Kirby Academy, a Cassino un punto di riferimento unico per chi vuole fare fumetti

17-01-2020 Hits:474 Autori e Anteprime Super User

A cura della redazione L'Associazione Culturale Cagliostro E-Press, ha 15 anni alle spalle di meritoria attività di scountng di nuovi talenti e diffusione del media fumetto sul territorio nazionale: la storia dell'Associazione, sempre presente alle principali fiere di settore, racconta di più di 150 volumi pubblicati in questi tre lustri e...

Leggi tutto

Saggio e analisi di "TESLA AND THE SECRET LODGE"

17-12-2019 Hits:2318 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

 La cover variant (a sinistra) e quella ufficiale (a destra)   Ucronia. Cosa significa questa parola? Con tale termine viene indicato un genere di narrativa fantastica basato sulla premessa che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo a quello reale. Deriva dal greco e significa letteralmente “nessun tempo”, analogamente a come...

Leggi tutto

Intervista con OSKAR su ZAGOR

17-12-2019 Hits:2436 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    Facciamo quattro chiacchiere in merito al volume “L'eroe di Darkwood”, il sesto e conclusivo della mini serie “Zagor – Le Origini” che ha visto Oskar, nome d'arte di Oscar Scalco, classe 1971, disegnatore con all'attivo numerosi traguardi prestigiosi, impegnato ai disegni sui testi di Moreno Burattini. Le sue due opere che vedrete di seguito sono presenti...

Leggi tutto

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:1502 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:2451 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:1682 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:2067 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto