Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

IL GIORNO PIU' BELLO (Rizzoli Lizard)

giornodi Matilde Losani. Qual è il giorno più bello della vostra vita? …

Ognuno di noi ne serba uno nel cuore, ma a prescindere da quali circostanze abbiano dato vita a quel giorno (una laurea, una nascita, una conquista, un lavoro, un matrimonio...) è stato il giorno più bello perché lo abbiamo condiviso con le persone che amiamo e che ci amano, con cui abbiamo diviso il sonno, il cibo, le ansie ed i successi.

È questo ciò che rende speciale il matrimonio di Tina, avere accanto a sé le amiche di sempre, Vane e Gio, che ormai conosce come le sue tasche e con cui ha creato un "intimo legame", come tra sorelle, ma senza esserne soffocata. Tre amiche che hanno deciso di scegliersi per condividere tutto ciò che la vita avrebbe presentato loro, per ridere delle proprie goffaggini e scuotersi l'una con l'altra nei momenti di difficoltà o di confusione.

Un romanzo a fumetti, presentato su carta di altissima qualità (così spessa che a volte facevo fatica a capire se avevo sfogliato una o due pagine...), che ho letto tutto d'un fiato, consentendomi di assaporare la bellezza dell'amore rapportato ai nostri “tempi moderni”, ma con radici che affondano nella tradizione e nei valori. Di particolare impatto le scene del ballo nella festa di nozze di Tina: i colori e le linee trasmettono calore, movimento, passione, ma soprattutto la complicità degli amanti e quella degli amici.

 

IL GIORNO PIU' BELLO di Mabel Morri, Rizzoli Lizard, colori, Euro 16,20

 

Il volume è prenotabile e acquistabile anche presso:

Fumetteria Sturiellet

VIA DANTE DI NANNI 80/A - 10139 Torino (TO)

011 19457208

 

 

 

Magazine

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:384 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:6713 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:449 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto

L'Uomo Bagno. Tra fumetto punk ed epica supereroistica.

06-04-2017 Hits:799 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Se credete che Vito Angelo Vacca manchi di tempi comici, che sia fautore di un umorismo ormai obsoleto, oppure se semplicemente avete come metro quello dei fumetti umoristici di tendenza disegnati male, ecco, vi conviene mollare questa recensione e andare a leggere altri articoli. Anzi, se preferite...

Leggi tutto

XXXombies. Porno, Zombie e qualche occasione sprecata.

30-03-2017 Hits:770 Critica d'Autore Redazione

  di Giorgio Borroni. Ai loro occhi rossi, 30 centimetri di dimensione artistica sono solo un hot dog maxi; 2 meloni rifatti disgustoso cibo in scatola, se si buttano in mezzo a una ammucchiata è solo per abbuffarsi! Signori e signori, preparatevi a uno spettacolo mai visto: gli zombie invadono il...

Leggi tutto

Zombie Feast

13-03-2017 Hits:985 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Allora, c’è un francese, un italiano e un tedesco... no, aspettate, non era così. Ricominciamo: c’è uno sfigato quattrocchi e sua sorella Barbara al cimitero che, ehm... no. No, accidenti, mi confondo... aspettate mi sa che era una via di mezzo. Com’è che era? Gesù, la memoria...

Leggi tutto