Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Pasticcini Marci n.2 - Social Shock

Pasticcini Marci 02 ITC L1di Leandro Amodio. Secondo numero della serie, avente per protagonisti la sgangherata rock band dei Pasticcini Marci. Nello scrivere questa storia, Francesco Abrignani si è servito della collaborazione di Marco Sonseri, mentre resta sua la paternità delle vignette. Stavolta la satira è rivolta alla navigazione su internet e, quando questa avviene in modo irresponsabile, alle sue tristi conseguenze. Il cinico Gianki rimprovera lo sfigatissimo Dodo, di perdere il suo tempo con le chat online, ma quest'ultimo gli comunica che stavolta ha davvero trovato l'anima gemella, e mostra all'incredulo amico un vistoso diamante ricevuto da Priscilla, sua futura sposa, come pegno d'amore. Poco convinto, Gianki porta Dodo a un Compro Oro, dove il gestore, avendo fatto voto di sincerità per una settimana, in seguito a una guarigione da emorroidi, conferma l'elevato valore del gioiello. Dopo aver distratto l'ingenuo compagno, Gianki lo vende senza alcuna esitazione e, dicendogli che ha agito così, in modo da avere il denaro sufficiente, per organizzargli un memorabile addio al celibato, riesce a smorzare la furia di Dodo, il quale, senza soffermarsi sul particolare che i soldi in realtà sarebbero i suoi, lo ringrazia e addirittura si scusa per lo sfogo precedente. Tornato a casa però, viene invaso dal senso di colpa, ma il suo profondo rimorso è interrotto dall'arrivo del sempre allucinato Marco che, appresa l'agiatezza economica dell'imminente consorte e consigliato dal suo caprone immaginario, elenca a Dodo una serie di costosissime attrezzature, a suo parere indispensabili per la band. Nel frattempo, invaso da una sfrenata cupidigia Gianki, adoperando la singolare combinazione di parole chiave "locale + gente unta + falsità + Corona", ingaggia la più depravata agenzia di addio al celibato, ovvero la Maison du Degrad. Ma non finisce qui. Creando un evento pubblico su Facebook, il locale prescelto, con dietro al bancone un certo Tony, molto simile al suo omonimo di una celebre serie tv, si riempie di svariati vip, anch'essi alquanto somiglianti a noti personaggi televisivi. Lo spettacolo a cui uno spaesato Dodo assiste, viene estrapolato dal film di Robert Rodriguez "Dal tramonto all'alba", e al termine Gianki, incapace di trattenere la sua eccitazione, si scaglia sull'avvenente ballerina e, per lo spavento, il pitone da cui era avvolta fugge via, provocando le ire della fanciulla. Subito dopo, informato da Tony che al momento il suo debito ammonta a ottantamila euro, Gianki, insieme ai suoi amici, tenta la fuga e, usando come fune il pitone uscito dal water, i tre si calano dalla finestra. Una volta fuori però, Tony li scopre e chiama i suoi uomini per impartirgli una lezione memorabile. In preda alla disperazione, Dodo confessa che Priscilla esiste solo nella sua fantasia, creata per scrollarsi di dosso l'immagine da sfigato, mentre l'anello era della nonna e non c'è dunque alcun matrimonio in arrivo. Al cospetto di un caso tanto pietoso, Tony si commuove e li risparmia. Rifugiatosi in un sonno ristoratore, è proprio la nonna ad apparire in sogno a Dodo, e mentre è in procinto di regalare al nipote alcuni numeri da giocare al lotto, questi viene bruscamente svegliato da Marco. La sfiga proprio non vuole abbandonarlo! Anche in quest'albo viene confermata la godibile vena umoristica, e il garbo con cui vengono sottolineate anche le situazioni più goliardiche. L'argomento scelto poi, di stretta attualità, ci permette, tra un sorriso e l'altro, di riflettere sulla direzione che, determinati eccessi, potrebbero imprimere sulle nostre vite.

 

Editore: It Comics

Serie: Pasticcini Marci

Titolo: Social Shock

Autori: Marco Sonseri (sceneggiatura) - Francesco Abrignani (sceneggiatura - disegni)

Pagine: 32

Formato: 16,5x24 - Colore - Spillato

Prezzo: Euro 3,00

Magazine

Intervista a Pietro Gandolfi, autore di The Noise

25-05-2017 Hits:47 Autori e Anteprime Redazione

A cura di Giorgio Borroni Nel fumetto italiano da edicola l’horror manca da un bel po’. E io intendo l’horror vero, quello crudo e crudele che ti prende subito alla carotide senza neanche annunciarsi. Insomma, non mi riferisco all’horror patinato, lontano dall’underground che sfocia nel fantasy o se la cava con...

Leggi tutto

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:609 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto

Intervista con Brian Smuin

03-05-2017 Hits:616 Autori e Anteprime Redazione

  The Brian Smuin’s Interview. A cura di Giorgio Borroni.   A volte internet non è solo battaglie sui social, haters o groupie.  A volte internet ti offre la possibilità di allargare i propri orizzonti conoscendo artisti che provengono dall’altro capo del mondo, hanno lavorato per colossi dell’editoria o dell’intrattenimento, ma non vengono...

Leggi tutto

Terror INC: tra action e gore

02-05-2017 Hits:628 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. “Vivo per guerreggiare, ce l’ho nel sangue e se è quel che voglio io me lo prendo \ gli uomini che ho massacrato, i bambini schiavizzati e tutte le donne di cui ho abusato [...] Mangio le cervella dal teschio dei miei nemici \ e con orgoglio...

Leggi tutto

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:912 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:10687 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto