Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Figlio delle tenebre: Burzum, Mayhem e l’anima nera del metal (Edizioni BD)

burzumdi Alessandro Bottero. Bel volume della Edizioni BD dedicato a una delle pagine più oscure nella storia del metal, ossia le lotte intestine all’interno della scena Black Metal Scandinava (norvegese & svedese) che portarono all’incendio di numerose chiese in Norvegia e all’omicidio di Euronymous, fondatore del gruppo norvegese dei Mayhen, ad opera di Varg Vikernes, alias Burzum. Il tutto nel 1993, un periodo in cui se il rock classico era stravolto dal ciclone grunge e dai Nirvana, il mondo della musica più estrema viveva un periodo di rigurgiti pseudo-satanisti, che mescolavano la voglia di sconvolgere la borghesia scandinava con la sensazione di un no future mutuata dal punk più grezzo. La storia raccontata da Bertaina segue il processo a Burzum, con flashback che ripercorrono come si sia arrivati a tanto. Il mondo della musica estrema può sembrare macchiettistico a chi lo vede dall’esterno, soprattutto per i volti dipinti e i costumi pacchiani, ma in realtà nasconde un disagio sociale e una violenza che dovrebbero far riflettere. Buoni i disegni di Ragazzoni. Il prezzo è un po’ alto, ma ci può stare. Sicuramente è rivolto a chi ama la musica estrema e a chi è già un appassionato del settore. Difficilmente un lettore occasionale non conoscitore del black metal resterà colpito al punto da spendere 12 euri, ma sono i rischi dell’editoria. Ai libri citati nella bibliografia aggiungo un altro volume edito da Tsunami, ossia Come Lupi tra le Pecore, un esame sui fondamenti culturali della musica estrema.

 

Figlio delle tenebre: Burzum, Mayhem e l’anima nera del metal

Davide Bertaina (testi), Simone Ragazzoni (disegni)

Edizioni BD, brossurato 96 pagine, euri 11, 90

 

 

Magazine

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:553 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto

Intervista con Brian Smuin

03-05-2017 Hits:578 Autori e Anteprime Redazione

  The Brian Smuin’s Interview. A cura di Giorgio Borroni.   A volte internet non è solo battaglie sui social, haters o groupie.  A volte internet ti offre la possibilità di allargare i propri orizzonti conoscendo artisti che provengono dall’altro capo del mondo, hanno lavorato per colossi dell’editoria o dell’intrattenimento, ma non vengono...

Leggi tutto

Terror INC: tra action e gore

02-05-2017 Hits:586 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. “Vivo per guerreggiare, ce l’ho nel sangue e se è quel che voglio io me lo prendo \ gli uomini che ho massacrato, i bambini schiavizzati e tutte le donne di cui ho abusato [...] Mangio le cervella dal teschio dei miei nemici \ e con orgoglio...

Leggi tutto

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:873 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:10542 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:932 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto