Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

DĒMOKRATÍA (Planet Manga)

demokratiaDi Matilde Losani - Dopo “Heads” questa è la seconda opera di Motoro Mase che leggo e non ci vuole molto per avere conferme della bravura e dell'originalità di questo artista. Il tratto è inconfondibile,... soprattutto nella caratterizzazione dei volti, umani e non. Protagonista indiscussa è Mei, androide nato dalla collaborazione del genio informatico Ana Tokoshin e dell'intraprendente studioso di robotica Totsuro Matsume, il cui scopo ultimo è quello di realizzare un “umano definitivo”. Le azioni di Mei sono determinate tramite un programma “pirata”, che consente l'interazione di 3000 utenti, i quali propongono di volta in volta cosa far fare o dire a Mei; il programma seleziona poi le tre scelte maggiormente sostenute e due scelte uniche (ossia quelle che sono venute in mente ad una sola persona), dopodiché le cinque possibilità sono sottoposte a votazione, in modo da tutelare la minoranza, come dovrebbe garantire qualunque democrazia. In questo modo Mei non sarà semplicemente espressione della maggioranza e soprattutto riuscirà a sviluppare la propria individualità, assorbendo la moralità migliore possibile. Nessuno dei partecipanti a questo esperimento sociale conosce le fattezze di Mei, né può localizzarla, in modo che il risultato non venga alterato da inopportune ingerenze e... anche per non far finire nei guai Ana Tokoshin, il quale, prima di intraprendere questo progetto segreto, aveva ceduto i diritti sul programma ad una società per la realizzazione di giochi didattici.

I risvolti della storia sono davvero imprevedibili e l'unica nota stonata, che avrei voluto fosse stata evitata, è la maniacale (aggettivo non casuale) attenzione di Totsuro Matsume per la manutenzione dell'androide … ma attendo impaziente la prossima uscita, fiduciosa che l'autore darà senso e profondità anche a questo aspetto.

 

DĒMOKRATÍA di Motoro Mase

edito da Planet Manga; brossura, Euro 5,50

 

Il volume è acquistabile anche presso:

Fumetteria Sturiellet

VIA DANTE DI NANNI 80/A - 10139 Torino (TO)

011 19457208

 

 

 

 

Magazine

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:553 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto

Intervista con Brian Smuin

03-05-2017 Hits:578 Autori e Anteprime Redazione

  The Brian Smuin’s Interview. A cura di Giorgio Borroni.   A volte internet non è solo battaglie sui social, haters o groupie.  A volte internet ti offre la possibilità di allargare i propri orizzonti conoscendo artisti che provengono dall’altro capo del mondo, hanno lavorato per colossi dell’editoria o dell’intrattenimento, ma non vengono...

Leggi tutto

Terror INC: tra action e gore

02-05-2017 Hits:586 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. “Vivo per guerreggiare, ce l’ho nel sangue e se è quel che voglio io me lo prendo \ gli uomini che ho massacrato, i bambini schiavizzati e tutte le donne di cui ho abusato [...] Mangio le cervella dal teschio dei miei nemici \ e con orgoglio...

Leggi tutto

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:872 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:10542 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:932 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto