Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

DETECTIVE CONAN, special cases vol 1


5142.1Dopo aver entusiasmato grandi e piccini grazie al cartone animato e agli albi regolari, ecco un nuovo capitolo: ‘Special cases’.

Che differenza c’è con la serie originale? Semplice: il detective Conan ‘originale’ è nato nel 1994 ad opera di Gosho Aoyama e continua tutt’ora ad essere pubblicato. Parallelamente è nata questa nuova testata i cui disegni sono realizzati interamente dagli assistenti di Gosho

Ma veniamo ala storia, la quale parte da una domanda molto semplice: cosa accadrebbe se la testa di un adulto dalle innate capacità intuitive si ritrovasse nel corpo di un bambino? Capite che lo sviluppo di questa domanda in un contesto narrativo alimenta migliaia di possibili trame.

La storia è incentrata su Shinichi Kudo, un liceale con l’hobby dell’investigazione poliziesca che, a causa di un farmaco sperimentale somministratogli da una misteriosa organizzazione, torna ad avere le sembianze di un bambino mantenendo però l’intelligenza e l’esperienza di un adulto.

Costretto a nascondere la sua vera identità, si fa chiamare adesso Conan e viene ospitato da Kogoro Mori (un detective imbranato) e da sua figlia Ran.

Circondato da intrighi, delitti, ricatti e rapimenti, Conan non si lascerà limitare dal suo corpo infantile per risolvere i casi e cercare un antidoto che annulli gli effetti del farmaco.

L’albo è diviso in ‘File’, ognuno di una ventina di pagine e contenente un caso da risolto.

I casi si dipanano in ambienti diversi l’uno dall’altro, con trame ogni volta originali, come originali sono le soluzioni e i trucchetti narrativi legati all’indagine e alla sua soluzione.

Il nostro piccolo detective si muove non solo con Kogoro e Ran (quindi nel ‘mondo degli adulti’) ma anche insieme ai suoi attuali compagni di scuola, bambini come lui. Questo ci porta a vivere le sue avventure da due punti di vista diversi.

Conan è un albo piacevole e interessante, ricco di spunti e di idee creative. L’idea di immergere un bambino col cervello da adulto in un mondo di omicidi e di intrighi rende la storia molto intrigante.

Oltre al fascino dell’indagine in sé, tra indizi e moventi, ci sono anche le soluzioni che trova Conan per non mostrare apertamente le sue intuizioni, facendole passare come curiosità di un bambino (aiutando così Kogoro a trovare e arrestare il colpevole).

Anche il vivere le indagini in due contesti separati, quello degli adulti e quello dei suoi compagni di classe, rende la storia variopinta, passando dalla tensione alla leggerezza che solo i bambini possono trasmettere (vedi ad esempio il file sul palazzo fantasma).

Ma il pezzo forte del fumetto sono senza alcun dubbio le indagini. Il lettore viene proiettato nella trama e stimolato ad indagare, a cercare indizi e soluzione al caso. Si passa dal ‘L’avevo capito!’ al ‘Non ci sarei mai arrivato’, tra l’orgoglio di sentirsi un po’ detective all’ammirare il genio creativo dell’autore che è riuscito a realizzare una trama con indizi fuori dal comune.

Gli episodi, come già detto, sono di una ventina di pagine ognuno. Da un lato è un peccato: le trame non sono così complesse ed articolate come si desidererebbe e i co-protagonisti non hanno molto spessore. Dall’altro, però, è proprio questo limite il suo punto di forza: tutto si svolge in modo molto veloce e diretto, senza girarci troppo intorno o complicare la storia al punto da mandare in confusione il lettore. La sua velocità tiene alto l’interesse e spinge il lettore a cogliere l’essenziale dalla storia, focalizzando l’attenzione solo sugli elementi utili per l’indagine, senza distrazioni.

I disegni sono piacevoli ma poco definiti e accurati. Ma questo è conforme con le esigenze narrative del fumetto. Un disegno troppo complesso avrebbe stonato con l’atmosfera diretta ed essenziale della trama.

Ciò nonostante, si scorge anche nel disegno una capacità di cogliere le sfumature, di calibrare bene vignette, i chiaroscuro, le inquadrature e gli ambienti.

I dialoghi sono in linea col racconto; non si perdono in commenti banali e fuoriluogo e sono anch’essi diretti e incisivi.

Conan è un fumetto che piacerà a grandi e piccini, ma soprattutto a tutti coloro che hanno sempre desiderato, almeno per una volta, vestire i panni di uno Sherlock Holmes dei tempi moderni e risolvere casi complessi stando però comodamente seduti sulla poltrona di casa propria.

 

 

 

DETECTIVE CONAN special cases  vol 1

Testi: Gosho Aoyama

Disegni: Eiichi Yamagishi

Editore: Star Comics

Bianco/Nero, PP 186, € 3,90

Magazine

Moleskine 122 » Quando iniziano le rottamazioni per fare largo ai giovani? [prima parte]

17-09-2016 Hits:686 Moleskine Super User

di Alexis Machine Me ne stavo spaparanzato a pescare riflettendo sul senso della vita. Era uno di quei classici pomeriggi in cui non hai un cazzo da fare e così ti metti a rimuginare sul fumetto(im)mondo che sta andando a puttane. Come è possibile commettere simili errori nell’era della comunicazione globale?...

Leggi tutto

Moleskine 121 » E se il curatore non si mangia il panettone?

11-09-2016 Hits:1880 Moleskine Super User

di Alexis Machine* Dove eravamo rimasti? Dopo tre anni di gestione e furiose polemiche si avvicina la conclusione della gestione di Dylan Dog di Roberto Recchioni. I bene informati (non chiedetemi i nomi) raccontano che tra pochi mesi o anche prima, la rockstar del fumetto italiano saluterà i lettori tra attestati...

Leggi tutto

Daitarn 3: apologia di un eroe rinnegato

07-11-2015 Hits:12491 Cuore e Acciaio Tiziano Caliendo

di Tiziano Caliendo Avrei dovuto – per amor di cronaca e storicità – scrivere un articolo su Muteki Kojin Daitarn 3 che fornisse al lettore “ignaro” o “superficiale” informazioni tecniche dettagliate o aneddoti, ma poi in fondo questa non è mai stata una serie tipica o convenzionale, e allora perché essere...

Leggi tutto

Ginguiser, il Super Robot magico

26-06-2015 Hits:11407 Cuore e Acciaio Tiziano Caliendo

di Tiziano Caliendo Tra tutti gli anime robotici degli anni settanta, Chogattai Majutsu Robot Ginguiser (1977) rappresenta il ground zero della logica fantascientifica o, semmai, l’apoteosi della fantasia intesa come pura ed incontaminata evasione. Rivedere la serie con occhi adulti può suscitare solo reazioni estreme: o la si cestina con disgusto...

Leggi tutto

John Byrne demolito dal politicamente corretto

13-06-2015 Hits:17899 Off Topic Giuseppe Pollicelli

di Giuseppe Pollicelli* Grande disegnatore, il 64enne angloamericano John Byrne - famoso per le sue storie di Superman, dei Fantastici Quattro e dell’Uomo Ragno - non è probabilmente altrettanto abile come polemista. In una discussione di qualche giorno fa con alcuni fans ha infatti avanzato, all’interno del suo blog, argomentazioni...

Leggi tutto

L'Analisi » "Fin dove arriva il mattino": il finale di Ken Parker

13-06-2015 Hits:9908 Critica d'Autore Camillo Chiarieri

di Camillo Chiarieri   Ci ho messo un po’ a riprendermi da quando, a metà Aprile, lasciai un vecchio e caro amico, appena rivisto dopo tanto tempo, colpito a morte, appoggiato alla ruota di un conestoga, ad attendere l’ultima alba che avrebbe avuto l’opportunità di vedere. L’avevo ritrovato da pochissimo e l’ho...

Leggi tutto

L'Intervista » Pratt, Manara, Pazienza & co.: vizi e virtù del fumetto italiano nei ricordi di Rinaldo Traini

13-06-2015 Hits:7580 Autori e Anteprime Giuseppe Pollicelli

di Giuseppe Pollicelli* In questo 2015 si sta variamente celebrando il mezzo secolo dall’uscita del primo numero della rivista “Linus”, ed è una cosa sacrosanta. Ma c’è un’altra ricorrenza fondamentale per la storia del fumetto italiano che non va passata sotto silenzio: i cinquant’anni dallo svolgimento della prima edizione del...

Leggi tutto

Gli aforismi di Moreno Burattini

04-06-2015 Hits:8096 Off Topic Giuseppe Pollicelli

di Giuseppe Pollicelli* La definizione che più si attaglia a Moreno Burattini, nato in provincia di Pistoia nel 1962 e cresciuto a Campi Bisenzio, è senz’altro quella di poligrafo. Di professione fa lo sceneggiatore di fumetti (oltre ad aver scritto storie di Lupo Alberto e Cattivik è da molti anni il...

Leggi tutto

Recensioni

Tutta colpa di Pupi Avati (Kappa Lab)

17-09-2016 Hits:235 Recensioni Super User - avatar Super User

Tutta colpa di Pupi AvatiAndrea Baricordi ( testi) , Gianmaria Liani (disegni)Kappa Lab, brossurato 192 pagine, euri 15 In un’ottica di recupero dei cicli pubblicati in questi anni di attività come...

Leggi tutto

Topolino Gold Edition Artibani (Panini)

17-09-2016 Hits:244 Recensioni Super User - avatar Super User

TOPOLINO GOLD EDITION storie di Francesco ArtibaniFrancesco Artibani & AA VVPanini Comics, brossurato 370 pagine a colori, euri 7,90 Poderosa antologia dedicata a Francesco Artibani, a mio avviso il migliore sceneggiatore...

Leggi tutto

Recensioni » Splatter #1-#6 (Elm Street …

01-10-2015 Hits:8502 Recensioni Super User - avatar Super User

di Alessandro Bottero Novembre 2013- novembre 2014. Nel mondo del fumetto italiano riappare per un anno Splatter, nome storico e ricco di ricordi. In questo anno escono sei numeri della riedizione...

Leggi tutto

Recensioni » Violet (GG Studio)

01-10-2015 Hits:7461 Recensioni Super User - avatar Super User

di Alesandro Bottero Napoli è tante cose. Tra le altre anche scenario molto interessante per un ipotetico/a giustiziere/a che dopo uno scontro con la camorra decide di smettere di stare a...

Leggi tutto
Vai alla Sezione Recensioni