Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Lady Mafia: dal fumetto alla linea di abbigliamento

Riceviamo e pubblichiamo.

Sarah Nile e Veronica Ciardi ancora insieme nello spot Pakkiano Lady Mafia! Nasce la linea di abbigliamento ispirata al noto fumetto, e le due gieffine vestono i panni della protagonista, in perfetto stile "Il Padrino"!

ladymafia abbigliamento00

Prima è stata la musica, poi la televisione. Ora è la volta della moda. Il fenomeno Lady Mafia, fumetto noir della Cuore Noir Edizioni che a breve rilascerà il quinto numero della mini saga, sembra non volersi arrestare, né smettere di stupire. Dopo l'uscita del video musicale "No More Rain", che ha da poco varcato la soglia delle 225.000 visualizzazioni, dopo un ruolo da protagonista nell'ultimo video musicale dei Sud Sound System, e dopo l'annuncio del contratto con la Titanus per la realizzazione di una fiction basata sulle vicende del fumetto pugliese, ecco l'annuncio del lancio della linea d'abbigliamento uomo/donna "Lady Mafia Collection". T-shirt, jeans, borse e occhiali, firmati Pakkiano, sono da alcuni giorni disponibili sul sito dell'omonima azienda veneta: www.pakkiano.com. Mentre prossimamente partirà dal Centergross di Bologna la distribuzione in tutto il mondo a cura di una nota e prestigiosa casa di moda. Tutta la linea è rigorosamente made in Italy e realizzata con stampe e filati pregiati.

L'incontro artistico tra i due brand avviene in virtù delle analoghe esperienze mediatiche che hanno accompagnato il battezzo sia del fumetto di Pietro Favorito, sia dell'azienda di Stefano Cigana. Se Lady Mafia fu bollata a poche ore dalla sua prima uscita come operazione editoriale diseducativa dall'Associazione Libera e dalla Commissione Antimafia, che ne chiesero addirittura il ritiro dalle edicole, Pakkiano fu al centro di dure polemiche prima una linea di T-shirt che fece scomodare persino l'ex Boss della Mala del Brenta Felice Maniero, poi per la diffusione di un suo spot che affrontava il tema della lapidazione!

Testimonial della linea moda "Lady Mafia Collection" sono Veronica Ciardi e Sarah Nile, che sono anche le protagoniste dello spot ufficiale, che il prossimo 4 marzo sarà trasmesso da Cubik tv in mondo visione. Stiamo parlando di una piattaforma innovativa, che annovera oltre 4.200.000 utenti registrati, e che sfrutta la prerogativa social e partecipativa del web per fare televisione. E in quest'ottica Venetia Communication, di cui lo stesso Cigana è presidente, ha realizzato questo spot appositamente pensato per i social, con il supporto di un team di creativi e la sinergia di 35 persone.

Per chi non conoscesse il fumetto Lady Mafia, questo narra della difficile esistenza di una giovane donna, Veronica de Donato, segnata tragicamente dalla guerra tra clan rivali della malavita pugliese. Tornata a Foggia nella sua città natia, dopo anni d'assenza, sotto la falsa identità del fratello Andrea, la ragazza cerca di scoprire dall'interno la verità sulla barbara esecuzione dei genitori, lavorando dunque come killer per la mala locale. Il social spot sintetizza perfettamente questa doppia natura di Lady Mafia, uomo e donna allo stesso tempo, mostrando la trasformazione della sensuale Sarah Nile, alias Veronica de Donato, nella spietata mano della morte Veronica Ciardi, alias Andrea, con tanto di abito nero e cappello con la fascia bianca che ne sono l'emblema. Un minuto e 45 secondi di un bianco e nero che ipnotizza, e spezzato solamente alla fine dal rosso sangue della rosa appoggiata sulla pistola. L'impatto emotivo è assai elevato, così come raffinatissima è la scelta della villa in cui si è girato: Villa Braida a Mogliano, nel Trevigiano, tipico esempio di architettura veneta del '800. E questo costituisce anche una un'anticipazione del nuovo episodio per i fan del fumetto, oltre che una finestra sul passato di Lady Mafia, la quale ha infatti trascorso alcuni anni in Veneto.

"Se mi aspetto nuove e vecchie polemiche?" sorride Pietro Favorito, autore di Lady Mafia, "Credo oggi nel progetto Lady Mafia almeno quanto ci credessi qualche anno fa quando iniziai a visualizzarlo nella mia mente. E l'interesse di pubblico suscitato e l'appoggio di noti personaggi del mondo dello spettacolo mi hanno dato ragione, oltre che forza nel continuare per la strada intrapresa. La nascita della linea d'abbigliamento è un ulteriore, importante traguardo raggiunto, e allo stesso tempo punto di partenza per nuovi progetti, come ad esempio un prequel a fumetti della mini sagra".

Siamo tutti avvisati, dunque!

E allora stay tuned! E gustiamoci lo spot!!!

http://youtu.be/4pOj7NGJwOQ

ladymafia abbigliamento01

ladymafia abbigliamento02

ladymafia abbigliamento03

ladymafia abbigliamento04

ladymafia abbigliamento05

ladymafia abbigliamento06

Magazine

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:461 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:6790 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:523 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto

L'Uomo Bagno. Tra fumetto punk ed epica supereroistica.

06-04-2017 Hits:868 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Se credete che Vito Angelo Vacca manchi di tempi comici, che sia fautore di un umorismo ormai obsoleto, oppure se semplicemente avete come metro quello dei fumetti umoristici di tendenza disegnati male, ecco, vi conviene mollare questa recensione e andare a leggere altri articoli. Anzi, se preferite...

Leggi tutto

XXXombies. Porno, Zombie e qualche occasione sprecata.

30-03-2017 Hits:848 Critica d'Autore Redazione

  di Giorgio Borroni. Ai loro occhi rossi, 30 centimetri di dimensione artistica sono solo un hot dog maxi; 2 meloni rifatti disgustoso cibo in scatola, se si buttano in mezzo a una ammucchiata è solo per abbuffarsi! Signori e signori, preparatevi a uno spettacolo mai visto: gli zombie invadono il...

Leggi tutto

Zombie Feast

13-03-2017 Hits:1040 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Allora, c’è un francese, un italiano e un tedesco... no, aspettate, non era così. Ricominciamo: c’è uno sfigato quattrocchi e sua sorella Barbara al cimitero che, ehm... no. No, accidenti, mi confondo... aspettate mi sa che era una via di mezzo. Com’è che era? Gesù, la memoria...

Leggi tutto