Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Astrorobot

astrorobot[09/11/2010] » Kappa Edizioni e Ronin Manga portano in Italia il manga di Kazumine Daiji, tratto dall’anime di Akira Hatta

Qualcuno sicuramente ricordera un’anime arrivato in Italia nel 1980, prima sulla Rai e poi sulle emittenti locali, dal titolo Astrorobot contatto Ypsilon (Blocker Gundan IV Machine Blaster). Creato da Akira Hatta, era un’anime di tipo robotico prodotto dalla Nippon Animation nel 1976 che contava ben 38 episodi. Ebbene, in seguito al successo dell’anime, fu realizzata anche un manga ad opera di Kazumine Daiji che ora Kappa Edizioni/Ronin Manga portano in Italia con il titolo Astrorobot - Blocker Corps Iv Machine Blaster (240 pagine, 8,50 euro).
Eccon in sintesi latrama: l'antica civiltà dei Moguru si risveglia dalle profondità marine e senza alcuna avvisaglia sferra una serie di violentissimi attacchi al mondo di superficie, reclamandone il possesso. A nulla vale l'intervento degli eserciti delle varie nazioni, poiché le mostruose macchine di morte dei Moguru paiono imbattibili e ben più avanzate tecnologicamente di qualsiasi ordigno terrestre. Ma c'è una speranza, per quanto labile: prima di morire, il Professor Hojo, studioso della civiltà atlantidea, consegna al Dottor Yuri i piani di costruzione di quattro colossi d'acciaio: Bosspulder, Bullseazer, Robocres e Thundaior. Ma per pilotarli è necessario avere la capacità di sopportare un'enorme quantità di onde elettromagnetiche, e solo poche persone al mondo sono in grado di farlo. Si scatena così una frenetica corsa contro il tempo, una 'caccia all'uomo' che coinvolge perfino i servizi segreti, il cui scopo è la cattura di individui adatti allo scopo, ma del tutto ignari del loro potere e del compito che – volenti o no – saranno costretti ad accollarsi: la salvezza dell'umanità. Oltre a Gennosuke Ishida – primo membro volontario della squadriglia e assistente del Dottor Yuri e nipote del Professor Hojo – entreranno a far parte del gruppo il biondo Billy, il piccolo orfano Jinta e il ribelle Tenpei… Come potrà salvarsi la Terra, se i suoi paladini sono solo un gruppo di ragazzi privi di alcun addestramento o senso della comunità?

Da non perdere per i nostalgici degli anime degli anni Ottanta.

Magazine

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:553 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto

Intervista con Brian Smuin

03-05-2017 Hits:578 Autori e Anteprime Redazione

  The Brian Smuin’s Interview. A cura di Giorgio Borroni.   A volte internet non è solo battaglie sui social, haters o groupie.  A volte internet ti offre la possibilità di allargare i propri orizzonti conoscendo artisti che provengono dall’altro capo del mondo, hanno lavorato per colossi dell’editoria o dell’intrattenimento, ma non vengono...

Leggi tutto

Terror INC: tra action e gore

02-05-2017 Hits:586 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. “Vivo per guerreggiare, ce l’ho nel sangue e se è quel che voglio io me lo prendo \ gli uomini che ho massacrato, i bambini schiavizzati e tutte le donne di cui ho abusato [...] Mangio le cervella dal teschio dei miei nemici \ e con orgoglio...

Leggi tutto

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:873 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:10542 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:933 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto