Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Topolino incontra Corto Maltese

Topo maltese 01Riceviamo e pubblichiamo.

TOPOLINO incontra CORTO MALTESE

Dal 1° marzo in edicola sul settimanale Topolino
la storia “TOPO MALTESE – Una ballata del topo salato”
ispirata al capolavoro di Hugo Pratt

COMUNICATO STAMPA
Milano, 21 febbraio 2017

In occasione dei 50 anni di carriera disneyana di Giorgio Cavazzano il settimanale a fumetti edito da Panini Comics pubblica la storia “Topo Maltese – Una ballata del topo salato”, parodia del capolavoro di Hugo Pratt e lancia una nuova collana “I Tesori Made in Italy” dedicata ai grandi Maestri Disney italiani.

Quest’anno il grande fumettista Giorgio Cavazzano festeggia i suoi primi 50 anni di carriera disneyana: era infatti il 13 agosto 1967 quando usciva su Topolino la sua prima storia firmata come disegnatore, ossia “Paperino e il singhiozzo a martello”. Da allora la carriera di Cavazzano, “allievo” del grande Romano Scarpa, è letteralmente esplosa portandolo a diventare il disegnatore Disney italiano più amato e celebrato nel mondo.

Per festeggiare questa importante ricorrenza sui numeri 3197 e 3198 del magazine edito da Panini Comics, in uscita dal 1° marzo, troverà spazio una storia davvero incredibile: “Topo Maltese – Una ballata del Topo Salato”, 80 tavole magistralmente disegnate da Giorgio Cavazzano e sceneggiate da Bruno Enna, ispirata alla prima avventura di Corto Maltese, l’eroe di “Una ballata del mare salato”, che proprio quest’anno festeggia anch’essa 50 anni. Un doppio compleanno, quindi, che sotto il segno di Topolino unisce l’arte di due grandi Maestri, Cavazzano e Pratt, amici e entrambi monumenti del fumetto internazionale.

Dichiara Giorgio Cavazzano: «Quando era in vita io e Hugo siamo diventati amici e con la Ballata mi ha aperto possibilità grafiche inaspettate. Oggi, dopo tanti anni, non credevo di avere più un tale entusiasmo nel realizzare un’avventura disneyana: credo che Topo Maltese sia la storia più bella che abbia mai disegnato».

Sull’onda dell’entusiasmo per questo incredibile incontro che rimarrà nella storia del fumetto gli fa eco Patrizia Zanotti, direttrice di Cong e curatrice della mostra “Hugo Pratt e Corto Maltese – 50 anni di viaggi nel Mito” (a Bologna fino al 19 marzo): «50 anni per Corto e 50 anni dalla prima storia Disney di Cavazzano: Corto Maltese con Topolino oggi è più giovane che mai».

La storia a fumetti in due puntate è costituita da 80 tavole straordinariamente realizzate grazie alla scrittura di Bruno Enna e all’arte di Giorgio Cavazzano. Come nel romanzo a fumetti di Hugo Pratt, nella versione disneyana il narratore, è l’Oceano che “traghetta” il lettore verso il Capitano Rasputin, alias Gambadirsasputin. Vignetta dopo vignetta è straordinario scoprire cosa hanno in comune le “romantiche” Pandora Groosvenore e Minnie Dora Groviermoore o chi si nasconde sotto il cappuccio di Tunica Nera, l’inquietante Monaco delle avventure di Corto Maltese.

«Bruno Enna e Giorgio Cavazzano hanno regalato agli appassionati di fumetto un diamante che brillerà per sempre nella storia del fumetto» dichiara Valentina De Poli direttore del magazine Topolino. «È il punto più alto mai raggiunto grazie alle straordinarie capacità degli autori di Topolino che si va ad aggiungere alla straordinaria produzione di parodie a fumetti, veri tesori che negli ultimi anni hanno dato lustro al settimanale con “Moby Dick” di Artibani e Mottura, “L’Isola del Tesoro” di Radice e Turconi, “La Vera Storia di Novecento” di Baricco, Faraci e Cavazzano, “Duckenstein” di Enna e Celoni e il “Don Pipotte” di Vitaliano e Sciarrone solo per citarne alcune. Ma sono certa che non è finita qui!»

La storia “Topo Maltese – Una ballata del Topo salato” verrà presenta al pubblico giovedì 2 marzo (ore 18.30) presso WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano (Viale Campania 12), durante il quale Cavazzano parlerà del suo rapporto con Pratt e insieme con Bruno Enna illustrerà i retroscena della genesi della sua storia e di come Corto, Rasputin, Pandora e il Monaco diventano Topolino, Gambadilegno, Minni e… lo scoprirete!.

UNA VARIANT DA COLLEZIONE

Il numero 3197 di Topolino sarà disponibile anche con una cover variant da collezione acquarellata dal Maestro e disponibile in anteprima per Cartoomics, dove si potrà trovare anche un portfolio con gli studi dei personaggi della storia.

INCONTRI CON IL PUBBLICO

Sabato 5 marzo (ore 16.00) a Cartoomics (FieraMilano Rho, spazio Agorà 3), il “grande Giorgio” festeggerà i 50 anni disneyani ritirando il prestigioso Cartoomics Artist Award 2017 incontrando centinaia di fans che avranno la possibilità di immergersi nel mondo de “Una ballata del Topo Salato – Topolino incontra Corto Malese” grazie all’allestimento a “misura d’uomo” di alcuni dei passaggi più significativi della storia, omaggio realizzato da WOW Spazio Fumetto in collaborazione con Topolino e Cartoomics.

E ANCORA…

TESORI MADE IN ITALY

50 capolavori Disney di Giorgio Cavazzano

Con Tesori Made in Italy nasce una nuova collana edita da Panini Comics che celebra i fumetti creati dai più famosi artisti Disney italiani. Una collezione curata da Luca Boschi e Federico Fiecconi e impreziosita da accurate presentazioni critiche e da un ricco Sketchbook con curiosità, immagini rare e inediti provenienti dalla bottega creativa che fa sognare i lettori di tutto il mondo. Il primo periodo affrontato è quello in cui trionfa il gusto per le più ardite sperimentazioni grafiche, create da un vero fuoriclasse che, nella scia di Carl Barks e Romano Scarpa, è capace di dar vita a personaggi inediti come Reginella, Umperio Bogarto e OK Quack e imponendosi presto come Autore di riferimento del fumetto Disney. La serie di sei volumi dedicata a Giorgio Cavazzano nasce per festeggiare i suoi 50 anni di attività fra Topi e Paperi. Il nostro viaggio apre con alcune delle più belle storie realizzate negli anni in cui il Maestro veneziano esordisce come disegnatore “a solo”, introducendo nella classica famiglia di Paperopoli nuovi personaggi come Reginella, Umperio Bogarto e OK Quack.

GIORGIO CAVAZZANO

Giorgio Cavazzano è da mezzo secolo un indiscusso Maestro della Nona arte, capace di ampliare i confini delle figurazioni Disney senza mai tradirne lo spirito. Nato a Venezia nel 1947, ancora ragazzino inizia a ripassare a china le storie disegnate dal cugino, Luciano Capitanio. A 15 anni, grazie a un incontro fortuito che sembra scritto dal Destino, entra in contatto con il già affermato Romano Scarpa, con cui collaborerà come inchiostratore per circa 10 anni, a partire dal 1962. Nel corso di questo sodalizio, Cavazzano corona anche l’ambizione di disegnare varie avventure da solo, a partire da Paperino e il singhiozzo a martello (1967): è il principio di una carriera cinquantennale da protagonista dell’immaginario disegnato, di cui si ripercorrono le prime tappe nei sei volumi della collana “Tesori Made in Italy” a lui dedicati.

BRUNO ENNA

Bruno Enna è uno sceneggiatore di punta nel mondo del fumetto e dell’animazione televisiva e uno dei grandi interpreti disneyani del terzo millennio. Ha lavorato per moltissime testate Disney, per la Sergio Bonelli Editore e per la casa editrice francese Soleil. Vince per due anni di seguito (nel 2001 e 2002) il “Topolino d’Oro” per la miglior sceneggiatura Disney e nel 2004 il premio “Fumo di China” come miglior sceneggiatore umoristico. Nel 2013 a Napoli Comicon riceve il premio Attilio Micheluzzi per la miglior serie non realistica per la parodia Disney Dracula di Bram Topker, disegnata da Fabio Celoni.

Magazine

Intervista a Gino Udina

23-06-2017 Hits:270 Autori e Anteprime Redazione

    Di Giorgio Borroni Dare un’occhiata agli scaffali dei fumetti in edicola negli anni ’90 era davvero un’esperienza. Usciva di tutto e di più: si andava dai cloni dei personaggi bonelliani più in voga, si passava ad antologici che contenevano delle vere perle o nefandezze grafiche e si finiva con albi dal...

Leggi tutto

DAIAPOLON: piccola storia di un grande robot rivoluzionario

07-06-2017 Hits:11548 Cuore e Acciaio Redazione

  di Tiziano Caliendo. Esistono opere che entrano di prepotenza nel palinsesto immaginario della cultura pop, ottenendo un successo fulmineo e dirompente. Alcune di esse perché ricoprono un indiscutibile ruolo pionieristico in un determinato mercato, come il caso di UFO Robot Grendizer in Italia, altre perché è destino che la riforma e...

Leggi tutto

Cagliostro E-Press distribuito in esclusiva da Manicomix

02-06-2017 Hits:679 Autori e Anteprime Redazione

Comunicato dell'Editore L’Associazione Culturale Cagliostro E-Press è felice di comunicare la firma dell’ accordo di distribuzione in esclusiva stipulato con Manicomix.     Questa partnership ha l'obiettivo di rafforzare la presenza dei fumetti made in Cagliostro nelle fumetterie italiane, dando ulteriore slancio a quella che è la "mission" ultima dell’Associazione, ovvero dare massima visibilità...

Leggi tutto

Novegro 2017 Spring Edition - Festival del Fumetto

27-05-2017 Hits:1067 Reportage Redazione

di Leandro Amodio. Nelle giornate del 20 e 21 maggio, il Parco Esposizioni di Novegro, frazione del comune di Segrate (MI), ha ospitato il Festival del Fumetto Spring Edition 2017. Dinanzi alla biglietteria, la fila era interminabile (per fortuna avevo l'accredito stampa), e l'interno era gremito di gente di tutte...

Leggi tutto

Intervista a Pietro Gandolfi, autore di The Noise

25-05-2017 Hits:1220 Autori e Anteprime Redazione

A cura di Giorgio Borroni Nel fumetto italiano da edicola l’horror manca da un bel po’. E io intendo l’horror vero, quello crudo e crudele che ti prende subito alla carotide senza neanche annunciarsi. Insomma, non mi riferisco all’horror patinato, lontano dall’underground che sfocia nel fantasy o se la cava con...

Leggi tutto

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:1410 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto