Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

  • Categoria: Fd'A
  • Visite: 9411

Lo staff di Dragonero tenta di smentirci senza però fornire dati di vendita

fdaocchialidasoleUn editoriale? No. Una precisazione, o meglio  "il punto di vista del direttore su un caso specifico" o meglio ancora "un corsivo".

Ci fanno lezioni di giornalismo ma si scordano che dei dati si smentiscono con altri dati che infatti da bravi fubetti non forniscono. Se gli unici dati attendibili sono quelli ufficiali forniti dagli editori allora perchè non fornite i vostri? Ah, saperlo...

di Alessandro Bottero

I dati di vendita di Dragonero pubblicati da noi di Fumetto d'Autore (QUI e QUI) hanno provocato questa reazione dello staff della serie Bonelli sulla pagina ufficiale FB:

«Vogliamo rassicurare tutti i lettori circa i cattivi dati di vendita di Dragonero che sono stati diffusi su un sito di critica fumettistica. Sono tutti sballati e non entriamo nel dettaglio perché non è nostro compito. Il buon senso e il buon giornalismo dovrebbero suggerire che gli unici dati attendibili sono quelli ufficiali forniti dalle case editrici e non le voci raccolte nei corridoi delle fiere di settore.»

Grazie per la citazione, anche se il pudore (o il cordone sanitario imposto) impedisce di fare il nome di Fumetto d’Autore. È chiaro infatti che il non fare il nome è voluto. È un modo per eliminare colui che da fastidio. Gli nego il nome, e quindi gli nego l’esistenza. Ma lasciamo perdere.

Questo comunicato è molto interessante per due motivi

Primo. Prendiamo la seguente frase: “Sono tutti sballati e non entriamo nel dettaglio perché non è nostro compito.” e ribaltiamola in “Sono tutti giusti e non entriamo nel dettaglio perché non è nostro compito.”

Vedete che logicamente sono identiche? Si basano sulla fiducia assoluta di chi legge in chi scrive. Non si dà alcun fondamento. Non si propone alcuna alternativa. Si dice solo che i dati dati da X sono sballati. Perché? Pérché lo diciamo noi, e voi vi dovete fidare.

OVVIAMENTE siccome questa affermazione carezza il desiderio dei lettori viene accettata senza nessuna remora o dubbio, e quindi ipso facto l’affermazione diventa prova in se stessa.

Secondo: “Il buon senso e il buon giornalismo dovrebbero suggerire che gli unici dati attendibili sono quelli ufficiali forniti dalle case editrici.”

Perfetto. Estendendo questo principio (perché limitarci ai dati di vendita) gli unici dati attendibili sulle rivolte in Siria sono quelli dati dal legittimo governo di Assad. Gli unici dati attendibili sul Watergate erano quelli dati dal legittimo governo in carica (amministrazione Nixon). Gli unici dati attendibili sull’inquinamento a Taranto sono quelli dati dall’ILVA. Gli unici dati attendibili sul caso Ruby sono quelli dati da Berlusconi. Gli unici dati attendibili sul numero dei partecipanti alle manifestazioni sono quelle delle questure (organo ufficiale che controlla e gestisce la cosa)

Ossia il BUON giornalismo è quello che si fa con i dati ufficiali (di vendita o meno), e solo con quelli.

Chiunque usi altri dati che non siano quelli dati dal soggetto UFFICIALE, non fa buon giornalismo. Diciamolo al Watergate, diciamolo ai blogger cinesi, diciamolo ai fuorionda tra i politici.

Diciamo una volta per tutte che il buon giornalista sta seduto ad aspettare che la casa editrice, o l’AUTORITA’ in senso più ampio gli passi i dati.

Questo a casa mia di chiama giornalismo fatto con le veline, o col copia e incolla dai comunicati.

Evidentemente noi non siamo bravi giornalisti. E sapete che c’è? Ne sono fiero.

Magazine

Analogie kafkiane tra Egon Schiele e Angelo Stano

12-09-2017 Hits:431 Critica d'Autore Redazione

    Le atmosfere gotiche nell’opprimente angoscia di un comune tratto artistico di Roberto Scaglione   Forse non aveva tanto torto Hugo Pratt a definire il fumetto quale “letteratura disegnata”, con un chiaro omaggio autoreferenziale alle proprie indelebili opere ed in particolare alla più rilevante, quel Corto Maltese che lo rese celebre come uno dei...

Leggi tutto

Monolith - il film: Recensione e Analisi

21-08-2017 Hits:1445 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

di Lorenzo Barruscotto (contiene – forse - spoiler) Il nostro Lorenzo Barruscotto, titolare della seguitissima rubrica Osservatorio Tex, recensisce Monolith, il film coprodotto da Sky che vede l'esordio alla produzione cinamtografica di Sergio Bonelli Editore.Il fim, distribuito in 200 sale, dal 12 agosto, giorno della prima, al 20 agosto ha incassato 265.808...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #04

07-08-2017 Hits:1295 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Tanto fu il successo da parte dei MOTU - che ricordiamolo sempre, è l’acronimo di Masters of the Universe -, che addirittura vennero suddivise in  ben 4 schiere di guerrieri. Una votata al bene, le altre tre votate al male: gli eroi di Eternia;...

Leggi tutto

Intervista ad Andrea Manfredini, nuovo Direttore Editoriale di Cagliostro E-Press

01-08-2017 Hits:1650 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Di recente alla Cagliostro E-Press c’è stato un cambio di ruoli nella direzione editoriale e la patata bollente è passata ad Andrea Manfredini, già creatore del super eroe sopra le righe Lo Scarafaggio e al timone della serie fantascientifica "Incrociatore Stellare E. Salgari".Oggi abbiamo il piacere di torchiare...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #03

26-07-2017 Hits:1627 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Il cartone animato di He-Man è composto da due serie di 65 episodi ciascuna (per un totale di 130 episodi e ne era prevista pure una terza serie, che però non fece in tempo mai a vedere la luce in quanto i giocattoli non...

Leggi tutto

Gravetown 10th. Intervista a Paolo Zeccardo

25-07-2017 Hits:1618 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Vi ricordate “Kickboxer”? Già, il film che lanciò Jean Claude Van Damme e che hanno di recente rifatto (male) con più budget e meno idee? Ecco, io quando da piccolo lo vidi al cinema ne rimasi estasiato: un tizio occidentale andava in Tailandia e faceva nero Tong Po, il...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #02

11-07-2017 Hits:2099 Off Topic Super User

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) La dirigenza della Filmation era composta da tre persone: la coppia Lou Scheimer e Norm Prescott (adesso entrambi defunti), e il direttore artistico Hal Sutherland. Nel 1981 uscì BLACKSTAR (un cartone di genere fantasy), composto da 13 puntate, che però si rivelò un fiasco...

Leggi tutto