Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

  • Categoria: Fd'A
  • Visite: 7953

Di ritardi, lettere, e colpe varie

lioncomicsdi Alessandro Bottero

Un editoriale? No. Una precisazione, o meglio  "il punto di vista del direttore su un caso specifico" o meglio ancora "un corsivo".

Questo corsivo si riferisce a questi articoli:

Lettere al Direttore » Alastor distribuisce i titoli Lion preferenzialmente nel suo circuito

Lettere al Direttore » Alastor, Lion, Pegasus e StarShop, il quadrilatero no?

Lettere al Direttore » parola al titolare dello Star Shop di Ostia

Lettere al Direttore » le scuse del lettore e i chiarimenti di Pegasus e Star Shop

La questione posta da Andrea Fabris con la sua lettera in cui riportava l’esperienza di un disservizio pare essersi conclusa. Andrea aveva scritto alla redazione del nostro e di altri siti di informazione per dare voce ad un suo problema. Da questo è scaturito uno scambio di mail che ha poi portato ad una chiarificazione. Ufficialmente oggi pare che il problema di Andrea sia dipeso da un problema interno al negozio da lui frequentato e non da decisioni prese da altri. Il gestore della fumetteria Star Shop di Ostia ha detto che la responsabilità è sua, che probabilmente ha calibrato male i tempi di ordine dei volumi Lion, e poi non ha seguito la cosa come avrebbe dovuto. Bene. Tutti contenti?

 No. Non sono affatto contento. E non lo sono per una serie di motivi.

1 - esiste una figura sovrana da cui, nei fatti, dipende l’esistenza di tutti, ossia il lettore. Senza lettori, editori, distributori, autori, rockstar dei blog, e siti sui fumetti non esistono. Se nessuno comprasse fumetti chi li pubblica, chi li distribuisce, chi li scrive, chi li disegna, chi ne parla sul web, non avrebbe niente da fare. Quindi, nei fatti, i lettori sono la figura più importante. Un po’ come i cittadini e i prefetti. Se non ci fossero i cittadini, i prefetti su chi prefetterebbero? Per cui alzarsi e pretendere rispetto perché “lei deve dire Signora Prefetto, ha capito?” è da ridicoli. E credo che ci siamo capiti. Se poi un lettore non solo è lettore, ma segue le regole stabilite nel rendere pubblica una lamentela, ossia non si limita al mugugno indistinto dei forum o dei blog, e manda esplicitamente una lettera firmata con nome e cognome, e non con un nick o con un “lo staff di…”, allora il rispetto deve essere doppio.

2 – se si vuole essere giornalisti o se si pensa di fare giornalismo, quando un lettore ti manda una lettera all’indirizzo ufficiale della redazione la si DEVE pubblicare. Sei giornali di carta possono avere il limite dello spazio, un sito di informazione non ha nemmeno questo albi.  Le pagine in cui i lettori scrivono ai giornali esistono. Le ha Repubblica, il Corriere della Sera, il Messagero, Avvenire il Giornale, Libero,La Gazzetta dello Sport. Ossia i lettori scrivono ei giornali pubblicano. E nessuno si sente offeso. Spesso le lettere restano senza risposta, perché l’importante non è rispondere. L’importante è dare “voce ai lettori”. Poi si vedrà

3 – solo noi abbiamo dato voce al lettore. Gli altri siti se ne sono ampiamente fregati, nonostante abbiamo letto in copia tutto il carteggio che noi invece abbiamo pubblicato, e la cosa ancora una volta non depone a favore del “giornalismo” altrui. Quindi ancora una volta chi pretende di insegnare agli altri come si fa giornalismo, poi nei fatti è manchevole.

4 – il problema del servizio degli arretrati nel circuito delle fumetterie esiste. Non prendiamoci in giro. Esiste da anni. Esiste a Roma, a Milano, a Torino, a Bari, a Palermo. Esiste e basta. Non è il caso singolo di Fabris a farlo nascere, e il problema non è circoscritto allo Star Shop di Ostia. I problemi risiedono in altri punti della filiera commerciale, e lo sappiamo tutti, ma nessuno lo dice.

5 – Fumetto d’Autore, come tutti gli organi di informazione dove appaiono le lettere dei lettori non deve essere il tribunale dove si decide chi ha ragione e chi torto. Non spetta a noi, né voglio farlo, essere quello che dice “Il responsabile è X”.  Diverso sarebbe se partendo dalla lettera di Fabris avessimo fatto un’inchiesta. Allora avremmo sentito il gestore della fumetteria, poi il responsabile di Star Shop, poi quello di Alastro, chiedendo chi avesse ordinato cosa, quando, e incrociando le varie risposte. A quel punto avremmo dato una nostra ipotesi su come erano andate le cose, e avremmo ipotizzato una responsabilità finale. L’abbiamo fatto? No. In questo caso abbiamo solo pubblicato (come era dovere) una lettera di un lettore. Punto. Quindi non mi interessa sapere chi sia il responsabile. Potrei avere delle idee diverse da cosa si è detto, ma lasciamo perdere.

Magazine

Analogie kafkiane tra Egon Schiele e Angelo Stano

12-09-2017 Hits:431 Critica d'Autore Redazione

    Le atmosfere gotiche nell’opprimente angoscia di un comune tratto artistico di Roberto Scaglione   Forse non aveva tanto torto Hugo Pratt a definire il fumetto quale “letteratura disegnata”, con un chiaro omaggio autoreferenziale alle proprie indelebili opere ed in particolare alla più rilevante, quel Corto Maltese che lo rese celebre come uno dei...

Leggi tutto

Monolith - il film: Recensione e Analisi

21-08-2017 Hits:1445 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

di Lorenzo Barruscotto (contiene – forse - spoiler) Il nostro Lorenzo Barruscotto, titolare della seguitissima rubrica Osservatorio Tex, recensisce Monolith, il film coprodotto da Sky che vede l'esordio alla produzione cinamtografica di Sergio Bonelli Editore.Il fim, distribuito in 200 sale, dal 12 agosto, giorno della prima, al 20 agosto ha incassato 265.808...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #04

07-08-2017 Hits:1295 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Tanto fu il successo da parte dei MOTU - che ricordiamolo sempre, è l’acronimo di Masters of the Universe -, che addirittura vennero suddivise in  ben 4 schiere di guerrieri. Una votata al bene, le altre tre votate al male: gli eroi di Eternia;...

Leggi tutto

Intervista ad Andrea Manfredini, nuovo Direttore Editoriale di Cagliostro E-Press

01-08-2017 Hits:1650 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Di recente alla Cagliostro E-Press c’è stato un cambio di ruoli nella direzione editoriale e la patata bollente è passata ad Andrea Manfredini, già creatore del super eroe sopra le righe Lo Scarafaggio e al timone della serie fantascientifica "Incrociatore Stellare E. Salgari".Oggi abbiamo il piacere di torchiare...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #03

26-07-2017 Hits:1627 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Il cartone animato di He-Man è composto da due serie di 65 episodi ciascuna (per un totale di 130 episodi e ne era prevista pure una terza serie, che però non fece in tempo mai a vedere la luce in quanto i giocattoli non...

Leggi tutto

Gravetown 10th. Intervista a Paolo Zeccardo

25-07-2017 Hits:1618 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Vi ricordate “Kickboxer”? Già, il film che lanciò Jean Claude Van Damme e che hanno di recente rifatto (male) con più budget e meno idee? Ecco, io quando da piccolo lo vidi al cinema ne rimasi estasiato: un tizio occidentale andava in Tailandia e faceva nero Tong Po, il...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #02

11-07-2017 Hits:2099 Off Topic Super User

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) La dirigenza della Filmation era composta da tre persone: la coppia Lou Scheimer e Norm Prescott (adesso entrambi defunti), e il direttore artistico Hal Sutherland. Nel 1981 uscì BLACKSTAR (un cartone di genere fantasy), composto da 13 puntate, che però si rivelò un fiasco...

Leggi tutto