Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Giuseppe Camuncoli e Matteo Casali, Romics d’Oro

romicsRiceviamo e Pubblichiamo

Giuseppe Camuncoli e Matteo Casali, Romics d’Oro della XXI edizione

Matteo Casali e Giuseppe Camuncoli tra gli ospiti della XXI edizione di Romics. Verranno insigniti del Romics d’Oro e ripercorreranno la loro carriera e il sodalizio che li ha fatti diventare fumettisti di successo anche negli Usa.

La XXI edizione di Romics celebra il sodalizio artistico di due importanti esponenti del fumetto: lo sceneggiatore Matteo Casali e il disegnatore Giuseppe “Cammo” Camuncoli, entrambi ormai punti di riferimento per il fumetto italiano e internazionale.

La loro carriera inizia nel 1998 quando esordiscono insieme con l’autoproduzione Bonerest.

Proseguono poi la loro collaborazione con Scorpioni del deserto di Hugo Pratt e La neve se ne frega di Ligabue.

Casali è il primo sceneggiatore italiano ad aver lavorato sia con DC che con Marvel, mentre Camuncoli è uno dei disegnatori europei più importanti tra quelli che lavorano per il mercato americano per il quale ha disegnato icone come Batman, Wolverine, The Amazing Spider-Man.

Insieme ad autori come Jim Lee, Brian Azzarello, Gerard Parel, Diego Latorre hanno collaborato a Batman Europa, la nuova miniserie in 4 puntate targata DC Comics che ha fatto il suo esordio nel 2016 negli Stati Uniti.

Recentemente, Casali ha scritto Dylan Dog e pubblicato con Radium/saldaPress Quebrada Vol. e Vol. 2, mentre per Skybound (casa editrice di The Walking Dead pubblicata in Italia da saldaPress), Camuncoli ha creato con Max Landis (showrunner della serie tv di Dirk Gently) Green Valley, che sarà in anteprima proprio a Romics.

Giuseppe "Cammo" Camuncoli, classe 1975 sbarca nel mercato americano con la serie Swamp Thing, scritta da Brian K. Vaughan. Da allora lavora non-stop per DC Comics e Marvel su titoli quali Hellblazer, Batman, X-Infernus, Wolverine & The X-Men, Batman Europa e Amazing Spider-Man. Attualmente è al lavoro su All-Star Batman scritto da Scott Snyder e, con Max Landis, sulla maxiserie Skybound Green Valley.

Matteo Casali ha creato e scritto Quebrada, Silent Dance e Sotto Un Cielo Cattivo. Ha collaborato, tra gli altri, con Coconino Press, Eura, saldaPress e RCS Rizzoli. Ha ripreso l’opera del maestro Hugo Pratt con Gli scorpioni del deserto e scritto l’adattamento a fumetti del romanzo di Luciano Ligabue La neve se ne frega . Dal 2003, primo italiano a farlo, scrive diversi albi per DC Comics. Nel 2009 realizza storie per What if?, Astonishing X-Men e Iron Man:Titanium per Marvel Comics. Ha scritto una storia per Dylan Dog Color Fest ed è autore del numero 359 di Dylan Dog. SaldaPress pubblica le serie del collettivo Radium per il quale Matteo ha scritto la seconda serie di Quebrada (disegnata da Michele Bertilorenzi) e ZEROI (con Cinci, Andrea Scoppetta e Tuono Pettinato).

Romics celebra la presenza di Giuseppe Camuncoli e Matteo Casali con numerosi appuntamenti all’interno del programma, una mostra dei loro lavori e con l’assegnazione del Romics d’Oro, Premio conferito ai grandi Maestri internazionali del fumetto e dell’animazione nella giornata di domenica 9 Aprile.

 

 

Magazine

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #04

07-08-2017 Hits:491 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Tanto fu il successo da parte dei MOTU - che ricordiamolo sempre, è l’acronimo di Masters of the Universe -, che addirittura vennero suddivise in  ben 4 schiere di guerrieri. Una votata al bene, le altre tre votate al male: gli eroi di Eternia;...

Leggi tutto

Intervista ad Andrea Manfredini, nuovo Direttore Editoriale di Cagliostro E-Press

01-08-2017 Hits:866 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Di recente alla Cagliostro E-Press c’è stato un cambio di ruoli nella direzione editoriale e la patata bollente è passata ad Andrea Manfredini, già creatore del super eroe sopra le righe Lo Scarafaggio e al timone della serie fantascientifica "Incrociatore Stellare E. Salgari".Oggi abbiamo il piacere di torchiare...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #03

26-07-2017 Hits:872 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Il cartone animato di He-Man è composto da due serie di 65 episodi ciascuna (per un totale di 130 episodi e ne era prevista pure una terza serie, che però non fece in tempo mai a vedere la luce in quanto i giocattoli non...

Leggi tutto

Gravetown 10th. Intervista a Paolo Zeccardo

25-07-2017 Hits:907 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Vi ricordate “Kickboxer”? Già, il film che lanciò Jean Claude Van Damme e che hanno di recente rifatto (male) con più budget e meno idee? Ecco, io quando da piccolo lo vidi al cinema ne rimasi estasiato: un tizio occidentale andava in Tailandia e faceva nero Tong Po, il...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #02

11-07-2017 Hits:1334 Off Topic Super User

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) La dirigenza della Filmation era composta da tre persone: la coppia Lou Scheimer e Norm Prescott (adesso entrambi defunti), e il direttore artistico Hal Sutherland. Nel 1981 uscì BLACKSTAR (un cartone di genere fantasy), composto da 13 puntate, che però si rivelò un fiasco...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #01

04-07-2017 Hits:1775 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Se esiste un’icona mondiale, per quanto riguarda la sezione giocattoli e cartoni, che hanno trasformato una semplice moda in un vero a proprio ‘dogma’, He-man and The Masters of the Universe rappresenta, almeno al pari dei Transformers, uno dei pilastri di maggior successo degli...

Leggi tutto

Intervista a Gino Udina

23-06-2017 Hits:2143 Autori e Anteprime Redazione

    Di Giorgio Borroni Dare un’occhiata agli scaffali dei fumetti in edicola negli anni ’90 era davvero un’esperienza. Usciva di tutto e di più: si andava dai cloni dei personaggi bonelliani più in voga, si passava ad antologici che contenevano delle vere perle o nefandezze grafiche e si finiva con albi dal...

Leggi tutto