Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

  • Categoria: Eventi
  • Visite: 672

Alex Maleev firma il Manifesto di Etna Comics 2017

 Riceviamo e pubblichiamo.Manifesto Etna Comics 2017

Alex Maleev firma il Manifesto di Etna Comics 2017

Il fumettista bulgaro sarà tra i big della settima edizione del Festival

Sfondo bianco per esaltarne le fattezze e un soggetto unico, in linea con il trend dell’ultimo periodo.

Il Manifesto di Etna Comics 2017, svelato ufficialmente questo pomeriggio all’Etna Comics Shop & Coffeehouse, porta la firma del grande fumettista bulgaro Alex Maleev ed è un omaggio alla “catanesità” di un evento che, dal 2011, porta ai piedi dell’Etna fiumi di appassionati, espositori, giornalisti e semplici curiosi.

Perché il Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop è prima di tutto una manifestazione legata alla sua terra e che alla sua terra, anche quest’anno, ha voluto consacrare la sua immagine grafica, con la solenne maestosità del suo protagonista, insolente e un po’ sbruffone, spavaldo nelle movenze, siculo nel DNA.

Dalla matita di chi ha scritto e continua a scrivere la storia di case editrici come Marvel e DC Comics, non poteva non prendere vita l’ennesimo supereroe, tutto made in Sicily.

È Uzeta, il leggendario paladino catanese, a stagliarsi con la fierezza della sua figura su quello sfondo lasciato volutamente immacolato, per magnificarne tratti e imponenza, fino a tradirne l’intenzione, quasi sovrannaturale, di voler dominare anche l’indominabile: quel Vulcano che sotto i suoi piedi sembra quasi scomparire e dal quale, al contrario, si genera e trae vigore.

Di umili origini, il protagonista del Manifesto 2017 è l’emblema del giovane che grazie al suo valore e al suo coraggio, vince i limiti della propria condizione, conquistando la benevolenza del re e diventando cavaliere.

Un po’ come Etna Comics, kermesse nata con umiltà e in punta di piedi ma riuscita in pochi anni a dar vita ad un movimento capace di calamitare al centro fieristico Le Ciminiere decine di migliaia di persone, le stesse che dall’1 al 4 giugno potranno incontrare dal vivo l’autore del Manifesto.

Alex Maleev sarà infatti tra i super ospiti della settima edizione, per la gioia di quanti hanno avuto modo di apprezzare le sue fatiche per i più grandi colossi americani del settore.

Per la DC Comics ha infatti realizzato diversi lavori incentrati sui personaggi più celebri: da Batman con No Man’s Land #1 del 1999 e la run The Dark Knight (vol.2) #22-25, nell’epoca dei New 52, alla mini serie in tre numeri di Superman vs. Predator nel 2000.

Tra il 2000 e il 2001 lavora ai numeri #15-24 di Sam and Twitch, dando vita ad un proficuo sodalizio artistico con Brian Micheal Bendis col quale, da quel momento, collaborerà a diverse realizzazioni per la Marvel: da quel Daredevil che lo ha reso celebre a Secret Invasion: Dark Reign, passando per Spider-Woman #1-7, Moon Knight #1-12, fino a International Iron Man e Infamous Iron Man.

Venite ad Etna Comics ad incontrare Alex Maleev. Per voi tante sorprese in arrivo!

Nell’attesa ammirate il suo capolavoro e condividetelo… manca poco!

Per l’impaginazione grafica del Manifesto si ringraziano i ragazzi di Artebit di Catania.

Magazine

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:443 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:6743 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:484 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto

L'Uomo Bagno. Tra fumetto punk ed epica supereroistica.

06-04-2017 Hits:829 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Se credete che Vito Angelo Vacca manchi di tempi comici, che sia fautore di un umorismo ormai obsoleto, oppure se semplicemente avete come metro quello dei fumetti umoristici di tendenza disegnati male, ecco, vi conviene mollare questa recensione e andare a leggere altri articoli. Anzi, se preferite...

Leggi tutto

XXXombies. Porno, Zombie e qualche occasione sprecata.

30-03-2017 Hits:803 Critica d'Autore Redazione

  di Giorgio Borroni. Ai loro occhi rossi, 30 centimetri di dimensione artistica sono solo un hot dog maxi; 2 meloni rifatti disgustoso cibo in scatola, se si buttano in mezzo a una ammucchiata è solo per abbuffarsi! Signori e signori, preparatevi a uno spettacolo mai visto: gli zombie invadono il...

Leggi tutto

Zombie Feast

13-03-2017 Hits:1006 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Allora, c’è un francese, un italiano e un tedesco... no, aspettate, non era così. Ricominciamo: c’è uno sfigato quattrocchi e sua sorella Barbara al cimitero che, ehm... no. No, accidenti, mi confondo... aspettate mi sa che era una via di mezzo. Com’è che era? Gesù, la memoria...

Leggi tutto