Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Alex Maleev firma il Manifesto di Etna Comics 2017

 Riceviamo e pubblichiamo.Manifesto Etna Comics 2017

Alex Maleev firma il Manifesto di Etna Comics 2017

Il fumettista bulgaro sarà tra i big della settima edizione del Festival

Sfondo bianco per esaltarne le fattezze e un soggetto unico, in linea con il trend dell’ultimo periodo.

Il Manifesto di Etna Comics 2017, svelato ufficialmente questo pomeriggio all’Etna Comics Shop & Coffeehouse, porta la firma del grande fumettista bulgaro Alex Maleev ed è un omaggio alla “catanesità” di un evento che, dal 2011, porta ai piedi dell’Etna fiumi di appassionati, espositori, giornalisti e semplici curiosi.

Perché il Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop è prima di tutto una manifestazione legata alla sua terra e che alla sua terra, anche quest’anno, ha voluto consacrare la sua immagine grafica, con la solenne maestosità del suo protagonista, insolente e un po’ sbruffone, spavaldo nelle movenze, siculo nel DNA.

Dalla matita di chi ha scritto e continua a scrivere la storia di case editrici come Marvel e DC Comics, non poteva non prendere vita l’ennesimo supereroe, tutto made in Sicily.

È Uzeta, il leggendario paladino catanese, a stagliarsi con la fierezza della sua figura su quello sfondo lasciato volutamente immacolato, per magnificarne tratti e imponenza, fino a tradirne l’intenzione, quasi sovrannaturale, di voler dominare anche l’indominabile: quel Vulcano che sotto i suoi piedi sembra quasi scomparire e dal quale, al contrario, si genera e trae vigore.

Di umili origini, il protagonista del Manifesto 2017 è l’emblema del giovane che grazie al suo valore e al suo coraggio, vince i limiti della propria condizione, conquistando la benevolenza del re e diventando cavaliere.

Un po’ come Etna Comics, kermesse nata con umiltà e in punta di piedi ma riuscita in pochi anni a dar vita ad un movimento capace di calamitare al centro fieristico Le Ciminiere decine di migliaia di persone, le stesse che dall’1 al 4 giugno potranno incontrare dal vivo l’autore del Manifesto.

Alex Maleev sarà infatti tra i super ospiti della settima edizione, per la gioia di quanti hanno avuto modo di apprezzare le sue fatiche per i più grandi colossi americani del settore.

Per la DC Comics ha infatti realizzato diversi lavori incentrati sui personaggi più celebri: da Batman con No Man’s Land #1 del 1999 e la run The Dark Knight (vol.2) #22-25, nell’epoca dei New 52, alla mini serie in tre numeri di Superman vs. Predator nel 2000.

Tra il 2000 e il 2001 lavora ai numeri #15-24 di Sam and Twitch, dando vita ad un proficuo sodalizio artistico con Brian Micheal Bendis col quale, da quel momento, collaborerà a diverse realizzazioni per la Marvel: da quel Daredevil che lo ha reso celebre a Secret Invasion: Dark Reign, passando per Spider-Woman #1-7, Moon Knight #1-12, fino a International Iron Man e Infamous Iron Man.

Venite ad Etna Comics ad incontrare Alex Maleev. Per voi tante sorprese in arrivo!

Nell’attesa ammirate il suo capolavoro e condividetelo… manca poco!

Per l’impaginazione grafica del Manifesto si ringraziano i ragazzi di Artebit di Catania.

Magazine

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #02

11-07-2017 Hits:632 Off Topic Super User

di Davide Mosciaro (QUI la prima parte) La dirigenza della Filmation era composta da tre persone: la coppia Lou Scheimer e Norm Prescott (adesso entrambi defunti), e il direttore artistico Hal Sutherland. Nel 1981 uscì BLACKSTAR (un cartone di genere fantasy), composto da 13 puntate, che però si rivelò un fiasco, quando...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #01

04-07-2017 Hits:1078 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro Se esiste un’icona mondiale, per quanto riguarda la sezione giocattoli e cartoni, che hanno trasformato una semplice moda in un vero a proprio ‘dogma’, He-man and The Masters of the Universe rappresenta, almeno al pari dei Transformers, uno dei pilastri di maggior successo degli anni '80. Nati come...

Leggi tutto

Intervista a Gino Udina

23-06-2017 Hits:1319 Autori e Anteprime Redazione

    Di Giorgio Borroni Dare un’occhiata agli scaffali dei fumetti in edicola negli anni ’90 era davvero un’esperienza. Usciva di tutto e di più: si andava dai cloni dei personaggi bonelliani più in voga, si passava ad antologici che contenevano delle vere perle o nefandezze grafiche e si finiva con albi dal...

Leggi tutto

DAIAPOLON: piccola storia di un grande robot rivoluzionario

07-06-2017 Hits:12563 Cuore e Acciaio Redazione

  di Tiziano Caliendo. Esistono opere che entrano di prepotenza nel palinsesto immaginario della cultura pop, ottenendo un successo fulmineo e dirompente. Alcune di esse perché ricoprono un indiscutibile ruolo pionieristico in un determinato mercato, come il caso di UFO Robot Grendizer in Italia, altre perché è destino che la riforma e...

Leggi tutto

Cagliostro E-Press distribuito in esclusiva da Manicomix

02-06-2017 Hits:1362 Autori e Anteprime Redazione

Comunicato dell'Editore L’Associazione Culturale Cagliostro E-Press è felice di comunicare la firma dell’ accordo di distribuzione in esclusiva stipulato con Manicomix.     Questa partnership ha l'obiettivo di rafforzare la presenza dei fumetti made in Cagliostro nelle fumetterie italiane, dando ulteriore slancio a quella che è la "mission" ultima dell’Associazione, ovvero dare massima visibilità...

Leggi tutto

Novegro 2017 Spring Edition - Festival del Fumetto

27-05-2017 Hits:1801 Reportage Redazione

di Leandro Amodio. Nelle giornate del 20 e 21 maggio, il Parco Esposizioni di Novegro, frazione del comune di Segrate (MI), ha ospitato il Festival del Fumetto Spring Edition 2017. Dinanzi alla biglietteria, la fila era interminabile (per fortuna avevo l'accredito stampa), e l'interno era gremito di gente di tutte...

Leggi tutto

Intervista a Pietro Gandolfi, autore di The Noise

25-05-2017 Hits:1875 Autori e Anteprime Redazione

A cura di Giorgio Borroni Nel fumetto italiano da edicola l’horror manca da un bel po’. E io intendo l’horror vero, quello crudo e crudele che ti prende subito alla carotide senza neanche annunciarsi. Insomma, non mi riferisco all’horror patinato, lontano dall’underground che sfocia nel fantasy o se la cava con...

Leggi tutto