Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Presunta nuova Affittopoli milanese: tra gli inquilini della Baggina c'è anche Sergio Bonelli

tex600[19/02/2010] » Il nome dell'editore di Tex è nella lista degli inquilini della Baggina, al centro di una indagine del Comune di Milano.

In questi giorni la cronaca milanese ha riportato in auge un presunto nuovo filone della vcenda "Affittopoli" che vede ancora una volta i riflettori puntati sul Pio Albergo Trivulzio, a 19 anni di distanza dalla prima scossa del terremoto che poi sarebbe diventato lo tsunami  politico passato alla storia come "Mani Pulite". La fine della Prima Repubblica cominciò proprio dalla Baggina (così i milanesi chiamano il Trivulzio), con l’arresto il 17 febbraio 1992 del suo presidente Mario Chiesa. Esplosa "Tangentopoli", venne alla luce che parte del patrimonio immobiliare dell’istituto di cura era utilizzato a prezzi di favore da politici, giornalisti e esponenti della classe dirigente milanese.

L'altro giorno il Cda della Baggina, nonostante le diffide alla pubblicazione da parte di alcuni inquilini, ha dovuto cedere alle insistenti pressioni provenienti da Palazzo Marino e consegnare l'elenco degli inquilini alla Commissione Comunale sulla Casa presieduta dalla finiana Barbara Ciabò, che sta svolgendo l'indagine attorno a questa nuova presunta Affittopoli.

Tra gli affittuari della Baggina, è uscito fuori anche il nome di Sergio Bonelli che paga per 82 metri quadri di abitazione in via Alfieri poco più di 600 euro al mese.

Questi, sinora, i fatti riportati dalla cronaca nazionale. Maggiori dettagli sul sito de La Stampa.

Magazine

Intervista a Gino Udina

23-06-2017 Hits:13 Autori e Anteprime Redazione

    Di Giorgio Borroni Dare un’occhiata agli scaffali dei fumetti in edicola negli anni ’90 era davvero un’esperienza. Usciva di tutto e di più: si andava dai cloni dei personaggi bonelliani più in voga, si passava ad antologici che contenevano delle vere perle o nefandezze grafiche e si finiva con albi dal...

Leggi tutto

DAIAPOLON: piccola storia di un grande robot rivoluzionario

07-06-2017 Hits:11514 Cuore e Acciaio Redazione

  di Tiziano Caliendo. Esistono opere che entrano di prepotenza nel palinsesto immaginario della cultura pop, ottenendo un successo fulmineo e dirompente. Alcune di esse perché ricoprono un indiscutibile ruolo pionieristico in un determinato mercato, come il caso di UFO Robot Grendizer in Italia, altre perché è destino che la riforma e...

Leggi tutto

Cagliostro E-Press distribuito in esclusiva da Manicomix

02-06-2017 Hits:655 Autori e Anteprime Redazione

Comunicato dell'Editore L’Associazione Culturale Cagliostro E-Press è felice di comunicare la firma dell’ accordo di distribuzione in esclusiva stipulato con Manicomix.     Questa partnership ha l'obiettivo di rafforzare la presenza dei fumetti made in Cagliostro nelle fumetterie italiane, dando ulteriore slancio a quella che è la "mission" ultima dell’Associazione, ovvero dare massima visibilità...

Leggi tutto

Novegro 2017 Spring Edition - Festival del Fumetto

27-05-2017 Hits:1046 Reportage Redazione

di Leandro Amodio. Nelle giornate del 20 e 21 maggio, il Parco Esposizioni di Novegro, frazione del comune di Segrate (MI), ha ospitato il Festival del Fumetto Spring Edition 2017. Dinanzi alla biglietteria, la fila era interminabile (per fortuna avevo l'accredito stampa), e l'interno era gremito di gente di tutte...

Leggi tutto

Intervista a Pietro Gandolfi, autore di The Noise

25-05-2017 Hits:1201 Autori e Anteprime Redazione

A cura di Giorgio Borroni Nel fumetto italiano da edicola l’horror manca da un bel po’. E io intendo l’horror vero, quello crudo e crudele che ti prende subito alla carotide senza neanche annunciarsi. Insomma, non mi riferisco all’horror patinato, lontano dall’underground che sfocia nel fantasy o se la cava con...

Leggi tutto

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:1380 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto