Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

  • Categoria: Dal Mondo
  • Visite: 7845

Presunta nuova Affittopoli milanese: tra gli inquilini della Baggina c'è anche Sergio Bonelli

tex600[19/02/2010] » Il nome dell'editore di Tex è nella lista degli inquilini della Baggina, al centro di una indagine del Comune di Milano.

In questi giorni la cronaca milanese ha riportato in auge un presunto nuovo filone della vcenda "Affittopoli" che vede ancora una volta i riflettori puntati sul Pio Albergo Trivulzio, a 19 anni di distanza dalla prima scossa del terremoto che poi sarebbe diventato lo tsunami  politico passato alla storia come "Mani Pulite". La fine della Prima Repubblica cominciò proprio dalla Baggina (così i milanesi chiamano il Trivulzio), con l’arresto il 17 febbraio 1992 del suo presidente Mario Chiesa. Esplosa "Tangentopoli", venne alla luce che parte del patrimonio immobiliare dell’istituto di cura era utilizzato a prezzi di favore da politici, giornalisti e esponenti della classe dirigente milanese.

L'altro giorno il Cda della Baggina, nonostante le diffide alla pubblicazione da parte di alcuni inquilini, ha dovuto cedere alle insistenti pressioni provenienti da Palazzo Marino e consegnare l'elenco degli inquilini alla Commissione Comunale sulla Casa presieduta dalla finiana Barbara Ciabò, che sta svolgendo l'indagine attorno a questa nuova presunta Affittopoli.

Tra gli affittuari della Baggina, è uscito fuori anche il nome di Sergio Bonelli che paga per 82 metri quadri di abitazione in via Alfieri poco più di 600 euro al mese.

Questi, sinora, i fatti riportati dalla cronaca nazionale. Maggiori dettagli sul sito de La Stampa.

Magazine

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:329 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:6630 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:411 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto

L'Uomo Bagno. Tra fumetto punk ed epica supereroistica.

06-04-2017 Hits:763 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Se credete che Vito Angelo Vacca manchi di tempi comici, che sia fautore di un umorismo ormai obsoleto, oppure se semplicemente avete come metro quello dei fumetti umoristici di tendenza disegnati male, ecco, vi conviene mollare questa recensione e andare a leggere altri articoli. Anzi, se preferite...

Leggi tutto

XXXombies. Porno, Zombie e qualche occasione sprecata.

30-03-2017 Hits:723 Critica d'Autore Redazione

  di Giorgio Borroni. Ai loro occhi rossi, 30 centimetri di dimensione artistica sono solo un hot dog maxi; 2 meloni rifatti disgustoso cibo in scatola, se si buttano in mezzo a una ammucchiata è solo per abbuffarsi! Signori e signori, preparatevi a uno spettacolo mai visto: gli zombie invadono il...

Leggi tutto

Zombie Feast

13-03-2017 Hits:927 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Allora, c’è un francese, un italiano e un tedesco... no, aspettate, non era così. Ricominciamo: c’è uno sfigato quattrocchi e sua sorella Barbara al cimitero che, ehm... no. No, accidenti, mi confondo... aspettate mi sa che era una via di mezzo. Com’è che era? Gesù, la memoria...

Leggi tutto