Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Il ReBOTtage » Dopo Romics primavera 2014

romicsmascottedi Alessandro Bottero

“Dopo di me il diluvio” diceva un re famoso, e dopo Romics che ci sarà? Un acquazzone? Una gradinata? Una pioggerella tonificante?

Era la seconda edizione primaverile di Romics e anche questa volta, come nell’aprile 2013, la Panini ha disertato, decidendo che non valeva la pena scendere a Roma in primavera. A lei questa volta si è unita la Magic Press, anch’essa assente dalla manifestazione, e la Sergio Bonelli che per la prima volta è mancata. L’assenza della Bonelli fa pensare perché la Bonelli non è MAI andata alle manifestazioni per vendere ed incassare. Era sempre stato un discorso di incontro con il pubblico. Ora, con una nuova serie in uscita (Lukas), la Bonelli ha deciso di disertare la piazza romana. Perché? Troppo stancante? Troppo onerosa? Un ripensamento della politica del rapporto con i lettori? Non lo sappiamo, ma le domande restano.

Chi c’era di editori? Tunué, Elara, Italy Comics, J-pop, Edizioni Di, RW Lion, e poi alcune new entry ossia NPE, Lavieri, Elm Street/Splatter, Shockdom. Ovviamente lo stand di Alastor offriva i prodotti degli esclusivisti del distributore quindi BAO, Salda Press, 001, Comma22, Bottero Edizioni e altri, così come lo stand Star Shop copriva la Star Comics ma l’assenza della PanDistribuzione (conseguenza di quella Panini) faceva sì che alcuni editori nei fatti fossero assenti dalla manifestazione.

C’è stato pubblico? Sì. Molto pubblico, questo è innegabile. Ma è un pubblico che nella media non compra. Ho chiesto in giro a diversi standisti come era andata la manifestazione e la risposta media è stata “Nella linea del Romics primaverile”. Con qualcuno che mi ha detto “Forse mi sarei aspettato di più, ma la gente non spende”. Io non ho la risposta miracolosa, ma è evidente che sempre più il problema di una carenza di liquidi a disposizione del singolo si fa sentire. La sensazione è che tutto sommato questa edizione abbia accontentato la maggioranza degli espositori e quindi è presumibile che torneranno anche la primavera prossima, ma si può procedere così a vista? Come si può, ad esempio, impostare un progetto di sviluppo e crescita pluriennale dell’evento Romics, se ogni volta devi riconquistare la fiducia di chi viene e paga lo stand per la prossima edizione? E soprattutto come è possibile bloccare prima e invertire poi il processo per cui il fumetto sta diventando sempre più un elemento accessorio nell’evento Romics, dopo cosplay, oggettistica, e stand gastronomici?

Tra le varie novità segnalo il libro Tunué Voci nell’Ombra, che raccoglie undici storie brevi scritte da Lorenzo Bartoli e disegnate da Giorgio Pontrelli, apparse originariamente su Lancio Story e Skorpio. Il volume è bello, ma forse sarebbe stato meglio dotarlo se non di un qualche breve apparato critico almeno di un indice per orientarti meglio tra le varie storie.

A Romics sono girate voci di tutti i generi. Crederci? Non crederci? Chiedere conferme a chi viene citato? Magari bisognerebbe farlo, ma francamente sono voci e chi vuole prenderle sul serio le prende sul serio, chi le ritiene idiozie le ritenga idiozie. Non sta certo a me confermarle o smentirle. Solo RIPORTARLE.

Tra le tante ne ho individuato una molto carina che vi sottopongo così come me l’hanno raccontata. È vera? Non è vera? Non lo so, e non mi interessa fare indagini per saperlo. È divertente e la riporto. Stop. Sembra che la Panini intenda acquisire l’Aurea. La cosa servirebbe a far crescere il fatturato e il valore di mercato della Panini, che è essa stessa sul mercato in cerca di un acquirente. Se la cosa fosse vera vorrebbe dire che dopo Topolino anche Lancio Story e Skorpio (con tutto il corollario ossia Dago & amici) entrerebbero nell’orbita Panini. Sarà vero? Non sarà vero? È una trattativa appena iniziata o è già conclusa? Nessuno lo sa e di certo non chiamo la Panini o l’Aurea per sentire un gentile e cortese “no comment”. Questa è la voce se ci credete bene. Se no la vita va avanti lo stesso.

Magazine

Intervista a Gino Udina

23-06-2017 Hits:472 Autori e Anteprime Redazione

    Di Giorgio Borroni Dare un’occhiata agli scaffali dei fumetti in edicola negli anni ’90 era davvero un’esperienza. Usciva di tutto e di più: si andava dai cloni dei personaggi bonelliani più in voga, si passava ad antologici che contenevano delle vere perle o nefandezze grafiche e si finiva con albi dal...

Leggi tutto

DAIAPOLON: piccola storia di un grande robot rivoluzionario

07-06-2017 Hits:11595 Cuore e Acciaio Redazione

  di Tiziano Caliendo. Esistono opere che entrano di prepotenza nel palinsesto immaginario della cultura pop, ottenendo un successo fulmineo e dirompente. Alcune di esse perché ricoprono un indiscutibile ruolo pionieristico in un determinato mercato, come il caso di UFO Robot Grendizer in Italia, altre perché è destino che la riforma e...

Leggi tutto

Cagliostro E-Press distribuito in esclusiva da Manicomix

02-06-2017 Hits:700 Autori e Anteprime Redazione

Comunicato dell'Editore L’Associazione Culturale Cagliostro E-Press è felice di comunicare la firma dell’ accordo di distribuzione in esclusiva stipulato con Manicomix.     Questa partnership ha l'obiettivo di rafforzare la presenza dei fumetti made in Cagliostro nelle fumetterie italiane, dando ulteriore slancio a quella che è la "mission" ultima dell’Associazione, ovvero dare massima visibilità...

Leggi tutto

Novegro 2017 Spring Edition - Festival del Fumetto

27-05-2017 Hits:1078 Reportage Redazione

di Leandro Amodio. Nelle giornate del 20 e 21 maggio, il Parco Esposizioni di Novegro, frazione del comune di Segrate (MI), ha ospitato il Festival del Fumetto Spring Edition 2017. Dinanzi alla biglietteria, la fila era interminabile (per fortuna avevo l'accredito stampa), e l'interno era gremito di gente di tutte...

Leggi tutto

Intervista a Pietro Gandolfi, autore di The Noise

25-05-2017 Hits:1230 Autori e Anteprime Redazione

A cura di Giorgio Borroni Nel fumetto italiano da edicola l’horror manca da un bel po’. E io intendo l’horror vero, quello crudo e crudele che ti prende subito alla carotide senza neanche annunciarsi. Insomma, non mi riferisco all’horror patinato, lontano dall’underground che sfocia nel fantasy o se la cava con...

Leggi tutto

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:1425 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto