Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Gordo e quel sadico di Altan

Tornano in libreria le storie mute del respingente personaggio dalle sembianze umanoidi che conosce un unico codice di comportamento: la violenza.

di Giuseppe Pollicelli*

Che Francesco Tullio-Altan sia un autore dalla personalità multipla è cosa risaputa. Gli Altan più noti sono due: il caustico autore satirico che con le sue vignette porta in piena luce, senza misericordia, le tante mostruosità italiane, e il morbido disegnatore per bambini capace di farsi magnificamente interprete, soprattutto attraverso le storie della Pimpa, della sensibilità infantile. Ma occorre altresì tener conto di un Altan illustratore, di un Altan autore di elaborate storie a fumetti destinate a un pubblico adulto e, anche, di un Altan straordinariamente efferato, crudele, all’apparenza perfino sadico. Una sorta di Altan-Hyde che si contrappone, senza tuttavia escluderlo o negarlo, all’Altan-Jekyll della Pimpa. A recuperare le opere che documentano l’esistenza di questo Altan poco noto ed eccezionalmente perfido, la cui attività si è dispiegata prevalentemente durante gli anni Ottanta, sta provvedendo la casa editrice romana Gallucci, che dopo avere ristampato le micro vicende di Cico & Pippo, incentrate su un padre cieco (e molto sentenzioso) e un figlio orribilmente cinico, ripropone ora - a oltre un quarto di secolo dalla loro prima apparizione - le perturbanti storie mute, disegnate con un tratto volutamente elementare e sgradevole, aventi per protagonista un enorme mostro dalle sembianze umanoidi di nome Gordo (pp. 148, euro 14). L’unica pratica contemplata da Gordo, repellente essere dal corpo gelatinoso e dallo sguardo bovino, è la violenza. Non esiste, per lui, altro orizzonte che la sopraffazione, l’arbitrio, l’annichilimento dell’altro. Sua vittima prediletta è un omino munito di coppola che Gordo vessa in ogni modo, spesso accanendosi fino a distruggerlo fisicamente. Proprio nel senso di disintegrarlo, farlo a pezzi. Le situazioni elaborate da Altan risultano più che mai inquietanti per due motivi: per la loro gratuità e perché l’omino di cui sopra ricorda, nell’aspetto, un bimbo, il che rende i maltrattamenti da lui subiti particolarmente insostenibili. Dietro queste tavole impietose si legge l’angoscia che, nell’illuminista e laico Altan, provoca lo spettro della prepotenza, dell’irragionevolezza, della brutalità. E si coglie il tentativo di esorcizzare, tramite un fumetto, la desolata consapevolezza che contro la forza la ragion non vale.

gordo01

gordo02

gordo02

*Articolo tratto da “LiberoVeleno” (inserto satirico del quotidiano "Libero") del 12 gennaio 2013. Per gentile concessione dell'autore.

Magazine

Novegro 2017 Spring Edition - Festival del Fumetto

27-05-2017 Hits:207 Reportage Redazione

di Leandro Amodio. Nelle giornate del 20 e 21 maggio, il Parco Esposizioni di Novegro, frazione del comune di Segrate (MI), ha ospitato il Festival del Fumetto Spring Edition 2017. Dinanzi alla biglietteria, la fila era interminabile (per fortuna avevo l'accredito stampa), e l'interno era gremito di gente di tutte...

Leggi tutto

Intervista a Pietro Gandolfi, autore di The Noise

25-05-2017 Hits:578 Autori e Anteprime Redazione

A cura di Giorgio Borroni Nel fumetto italiano da edicola l’horror manca da un bel po’. E io intendo l’horror vero, quello crudo e crudele che ti prende subito alla carotide senza neanche annunciarsi. Insomma, non mi riferisco all’horror patinato, lontano dall’underground che sfocia nel fantasy o se la cava con...

Leggi tutto

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:701 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto

Intervista con Brian Smuin

03-05-2017 Hits:705 Autori e Anteprime Redazione

  The Brian Smuin’s Interview. A cura di Giorgio Borroni.   A volte internet non è solo battaglie sui social, haters o groupie.  A volte internet ti offre la possibilità di allargare i propri orizzonti conoscendo artisti che provengono dall’altro capo del mondo, hanno lavorato per colossi dell’editoria o dell’intrattenimento, ma non vengono...

Leggi tutto

Terror INC: tra action e gore

02-05-2017 Hits:742 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. “Vivo per guerreggiare, ce l’ho nel sangue e se è quel che voglio io me lo prendo \ gli uomini che ho massacrato, i bambini schiavizzati e tutte le donne di cui ho abusato [...] Mangio le cervella dal teschio dei miei nemici \ e con orgoglio...

Leggi tutto

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:979 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto