Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Intervista all'artista Filippo Biagioli

filippo-biagioliPresentati ai lettori di Fumetto d’Autore.

Ciao a tutti! Mi chiamo Flippo Bagioli e mi definirei una persona a cui piace fare arte con i più differenti materiali. Il mio è un linguaggio primario, archetipico e rituale (lo chiamo analphabeta) che “scrivo” usando tela, cemento, legno, plastica, stoffa, creta, malta, carta e tutto quello che più mi attrae.

 

Quando e perchè è nata la tua carriera?

Artisticamente più di 13 anni fa, mi piaceva dipingere magliette, passai poi a dipingere su tela ed a utilizzare ogni altro medium che ritenevo idoneo per esprimermi.  Sto affrontando le gioie e le sfide del fumetto dal 3 luglio 2009, giorno in cui ho disegnato per la prima volta Criba. Sono sempre stato affascinato dalla parola e dall'immagine, ma anche bloccato dal tentare di realizzare qualcosa  perchè credevo che necessariamente si dovessero rispettare certe regole, di costruzione della storia, di disegno che a me sinceramente non piacevano.

Regalaci qualche aneddoto sulla tua carriera.

...tipo che in casa mia ci sono ovunque i miei libri e i miei lavori in generale e nessuno dei miei familiari si avvicina nemmeno lontanamente a guardarli? XD
Tralascerei questo aneddoto. Più volentieri direi che un giorno tornando a casa in auto, dopo aver parlato di fumetti e tatuaggi con un'amica, alla radio passava una canzone, nel ritornello sembrava dire “Criba”. Mi piacque il nome, il momento e l'entusiasmo che provai. Arrivato a casa mi fermai sulle scale e iniziai a disegnare su un foglio. Era nato Criba.

A Quali progetti stai lavorando attualmente?

Adesso, proprio in contemporanea a causa dei tempi ristretti, sto lavorando per una personale che dovrebbe realizzarsi in primavera e che riguarderà stoffe, dipinti, bambole primitive e terrecotte. Lavoro anche al secondo Quaderno Analphabeta (serie di 12 volumi, per adesso, dedicati a tutto il mio lavoro, divisi per tematiche) dedicato alla prima parte dei dipinti ed ho iniziato a disegnare il terzo libro di Criba che si chiamerà “Criba Benvenuti al Sanitarium” (anche se ho in mente una mezza folle idea, che potrebbe cambiare la storia di Criba)

Quali progetti futuri vorresti realizzare?

Sinceramente non lo so. Sono uno che ha cento idee nella giornata e corre sempre per cercare di realizzarle tutte. Di sicuro mi piacerebbe vedere terminata questa specie di “enciclopedia analphabetica” in 12 volumi e tutta la saga di Criba. Ci sto lavorando sopra, spero piacerà una volta terminata.

Una cosa che rifaresti e una che non rifaresti nella tua carriera.

Sotto il profilo artistico rifarei tutte le scelte che ho fatto e che mi hanno portato ad essere libero (anche mentalmente) di creare ciò che sento, questo è importantissimo per tutti coloro che fanno Arte, qualunque essa sia. Tornassi indietro eviterei tutti quei piccoli errori di inesperienza che bene o male, inevitabilmente si fanno a inizio carriera.

La tua serie preferita?

Mi piacciono moltissimo Rat-man e Naruto.

Il fumetto che avresti voluto disegnare tu.

Tecla sicuramente.
“Tecla la Favola del Male” è nata quest'anno mentre con il mio amico e pittore Andrea Mattiello ci spostavamo in auto da Livorno, dove c'era il campionato di Ju Jitsu, per andare verso La Spezia Comics. Una vera tempesta ci ha bloccato per ore in strada. Nell'attesa ho ideato Tecla. In seguito  ho perfezionato la storia scritta in quell'occasione, colorato le tavole, ma il grosso importante lavoro l'ha fatto Andrea che ha disegnato tutte le 200 pagine con uno stile pittorico raffinato ed inusuale per un fumetto. Mi sarebbe piaciuto disegnare Tecla con quel bel magma emotivo che trasmette.

Com'è il tuo rapporto con il web?

Ottimo. Sono nato sul web e in seguito trasportato nella realtà con mostre, incontri... Ho un blog dove è possibile iscriversi per rimanere in contatto con ciò che faccio (www.filippobiagioli.com), un canale su youtube dove poter visionare il mio lavoro (Analphabeta Channel). Un negozio on-line su Etsy dove vendo le mie opere, i libri e un forum (Criba Forum) dove faccio quattro chiacchiere quando trovo qualcuno che mi risponde. La cosa però più importante di tutte: il web mi regala ogni giorno la vicinanza e l'affetto di tutti coloro che mi scrivono. Mi danno grande forza e un grande entusiasmo, e per me questo è fondamentale.

Parlaci della tua giornata tipo.

Mi sveglio alle 7 (anche prima) e  vado a correre. Mi piace e mi riordina le idee. Me ne vengono molte quando corro. Verso le 9 ho finito di allenarmi, e questi sono gli unici punti fermi della giornata. Non programmo mai quello che fare, mi lascio guidare dall'istinto. Quindi posso lavorare sul fumetto o tornare a casa e mettermi a cucire bambole o stoffe, o uscire fuori lungo il fiume che ho dietro casa per cercare oggetti naturali per fare feticci. La vivo spontaneamente e quando sopraggiungono contrattempi, regolarmente……. mi irrito!!

Il palcoscenico è tutto tuo. Parole in libertà ai lettori di Fumetto d’Autore.

Bhe... vorrei ringraziare tutti coloro che hanno dedicato tempo a leggere queste risposte, e a “Fumetto d' Autore” per lo spazio che mi ha concesso. Io faccio arte analphabetica (analphabetic art) che è un insieme di spontanetà, libertà mentale, ritualità, ancestralità, esoterismo e molta fiducia nell' Uomo e nella Natura. Non mi offendo assolutamente se il mio lavoro non piace, perchè ritengo giusto che il gusto personale sia indiscutibile. Se però dedicherete 5 minuti del vostro tempo per fare una visita sul mio blog, e curiosare sull'argomento, sarò felice. Magari piace... Hola!

Magazine

Intervista a SILVIA ZICHE su "QUEI DUE"

01-01-2021 Hits:2021 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto e Dafne Riccietti

      Bentrovati, appassionati delle nuvole parlanti. Sono lieto ed orgoglioso di presentarvi la versione integrale dell'intervista, comparsa sull'importante numero 300 di “Fumo di China”, realizzata con la mitica Silvia Ziche, che ringrazio nuovamente.   Ritratto di Silvia Ziche, visionato anche dall'artista prima della pubblicazione, ad opera di Lorenzo Barruscotto.   Le tre vignette che troverete ad...

Leggi tutto

INTERVISTA ESCLUSIVA CON MORENO BURATTINI su "Zagor - Darkwood Novels"

26-07-2020 Hits:3725 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

   Ritratto ad opera di Lorenzo Barruscotto, autografato dallo stesso Burattini.     Buongiorno e grazie per il suo tempo. Facciamo quattro chiacchiere sulla nuova miniserie di Zagor “Darkwood Novels”.   - Nel primo volume viene presentata ai lettori questa nuova iniziativa editoriale targata Spirito con la Scure anche con dotte citazioni e riferimenti ai Dime Novels...

Leggi tutto

L'Intervista - Kirby Academy, a Cassino un punto di riferimento unico per chi vuole fare fumetti

17-01-2020 Hits:2641 Autori e Anteprime Super User

A cura della redazione L'Associazione Culturale Cagliostro E-Press, ha 15 anni alle spalle di meritoria attività di scountng di nuovi talenti e diffusione del media fumetto sul territorio nazionale: la storia dell'Associazione, sempre presente alle principali fiere di settore, racconta di più di 150 volumi pubblicati in questi tre lustri e...

Leggi tutto

Saggio e analisi di "TESLA AND THE SECRET LODGE"

17-12-2019 Hits:4991 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

 La cover variant (a sinistra) e quella ufficiale (a destra)   Ucronia. Cosa significa questa parola? Con tale termine viene indicato un genere di narrativa fantastica basato sulla premessa che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo a quello reale. Deriva dal greco e significa letteralmente “nessun tempo”, analogamente a come...

Leggi tutto

Intervista con OSKAR su ZAGOR

17-12-2019 Hits:5063 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    Facciamo quattro chiacchiere in merito al volume “L'eroe di Darkwood”, il sesto e conclusivo della mini serie “Zagor – Le Origini” che ha visto Oskar, nome d'arte di Oscar Scalco, classe 1971, disegnatore con all'attivo numerosi traguardi prestigiosi, impegnato ai disegni sui testi di Moreno Burattini. Le sue due opere che vedrete di seguito sono presenti...

Leggi tutto

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:4518 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:5027 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto