Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

  • Categoria: Off Topic
  • Visite: 9581

Aperta la raccolta fondi per il restauro dei graffiti di Diavù

di Giuseppe Pollicelli*

La notte del 3 maggio scorso, a meno di due mesi dalla loro realizzazione, i ritratti di Anna Magnani, Mario Monicelli e dei fratelli Sergio e Franco Citti, disegnati dall’artista e fumettista Davide Vecchiato (alias Diavù) in alcune nicchie - originariamente destinate a ospitare manifesti e locandine - del Cinema Impero di Via di Acqua Bullicante, storica arteria della periferia di Roma situata tra Via Prenestina e Via Casilina, sono stati deturpati da atti di vandalismo compiuti da ignoti. Diavù aveva eseguito i quattro murales (c’è anche quello di Pier Paolo Pasolini, l’unico a essere rimasto integro) a sostegno di CantiereImpero, laboratorio che dal 2011 si batte per la riapertura del cinema di Via di Acqua Bullicante, costruito in epoca fascista e abbandonato dagli anni Settanta. Il danneggiamento, peraltro, non sarebbe dovuto a semplice teppismo: intorno alla sala cinematografica (lo spiega sul suo blog lo stesso Diavù) vi sarebbero infatti forti interessi commerciali. Tramite il sito http://muralesimpero.wordpress.com è ora possibile contribuire economicamente al restauro delle tre opere, divenute in breve tempo, assieme a quella dedicata a Pasolini, un simbolo del quartiere.

Nelle immagini sottostanti i murales deturpati.

murales citti diavu

murales magnani diavu

murales monicelli diavu

*Articolo tratto da “Libero” del 23 maggio 2014. Per gentile concessione dell'autore.

Magazine

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:447 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:6748 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:489 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto

L'Uomo Bagno. Tra fumetto punk ed epica supereroistica.

06-04-2017 Hits:835 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Se credete che Vito Angelo Vacca manchi di tempi comici, che sia fautore di un umorismo ormai obsoleto, oppure se semplicemente avete come metro quello dei fumetti umoristici di tendenza disegnati male, ecco, vi conviene mollare questa recensione e andare a leggere altri articoli. Anzi, se preferite...

Leggi tutto

XXXombies. Porno, Zombie e qualche occasione sprecata.

30-03-2017 Hits:808 Critica d'Autore Redazione

  di Giorgio Borroni. Ai loro occhi rossi, 30 centimetri di dimensione artistica sono solo un hot dog maxi; 2 meloni rifatti disgustoso cibo in scatola, se si buttano in mezzo a una ammucchiata è solo per abbuffarsi! Signori e signori, preparatevi a uno spettacolo mai visto: gli zombie invadono il...

Leggi tutto

Zombie Feast

13-03-2017 Hits:1007 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Allora, c’è un francese, un italiano e un tedesco... no, aspettate, non era così. Ricominciamo: c’è uno sfigato quattrocchi e sua sorella Barbara al cimitero che, ehm... no. No, accidenti, mi confondo... aspettate mi sa che era una via di mezzo. Com’è che era? Gesù, la memoria...

Leggi tutto