Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Bella mostra di satira religiosa. Peccato che c’è solo il cristianesimo

di Giuseppe Pollicelli*

Alla rassegna di Genova assenti l'islam e l'ebraismo.

Inauguratasi venerdì scorso, resterà aperta fino al 24 novembre, presso la Sala 46R del Palazzo Ducale di Genova (dal lunedì al venerdì dalle ore 14 alle 19, il sabato e la domenica dalle 10 alle 19), una mostra di vignette umoristiche intitolata Sacrosante risate. Questo evento ci procura da una parte contentezza e dall’altra dispiacere. La contentezza è dovuta a una rassegna che, curata da Mirko Melis e dal Circolo UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) del capoluogo ligure, annovera alcuni tra i più bei nomi della satira italiana e internazionale, da Sergio Staino ad Altan, da Vauro a Massimo Bucchi, da Danilo Maramotti a ElleKappa, da Alberto Montt a Malcolm Evans. Il dispiacere (che non ci impedisce di invitare i nostri lettori a visitare la retrospettiva, la cui presentazione è curata da un valente studioso dell’immagine come Ferruccio Giromini) si deve a due fattori. Il primo un sottotitolo improprio: “Mostra di vignette di satira religiosa”. Perché improprio? Perché in realtà quella genovese è una mostra di vignette di satira anticlericale, non di satira religiosa, visto che il 99% delle opere esposte prende di mira la Chiesa, e quei pochi autori (come il cileno Montt e il neozelandese Evans) che osano toccare l’islam lo fanno in modo quanto mai bonario, di solito riferendosi al mondo musulmano più che altro per criticare quello occidentale. Eppure in Italia, e veniamo al secondo motivo di scontentezza, chi ha il coraggio di fare satira anche sull’islam esiste: siamo noi di “LiberoVeleno”, in particolare grazie all’apprezzato “Mullah che aveva detto agli amici” di Flavio Gipo e Scronda. Dunque delle due l’una: o la prossima volta gli amici genovesi scelgono un sottotitolo più pertinente oppure sarà il caso di cominciare ad allargare la satira a religioni diverse dal cristianesimo. Magari iniziando finalmente a coinvolgere anche gli autori del presente inserto, che fino a prova contraria è l’unica testata di satira che esca regolarmente oggi in Italia. Il nostro non è un giornale di sinistra, d’accordo, ma che nel 2013 questa venga ancora considerata una “colpa” è semplicemente ridicolo. Benché, a dirla tutta, non ci sia proprio niente da ridere.

satira altan

satira bucchi

satira maramotti

satira staino

*Articolo tratto da “LiberoVeleno”, inserto satirico del quotidiano Libero del 17 novembre 2013. Per gentile concessione dell'autore.


Magazine

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:546 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto

Intervista con Brian Smuin

03-05-2017 Hits:578 Autori e Anteprime Redazione

  The Brian Smuin’s Interview. A cura di Giorgio Borroni.   A volte internet non è solo battaglie sui social, haters o groupie.  A volte internet ti offre la possibilità di allargare i propri orizzonti conoscendo artisti che provengono dall’altro capo del mondo, hanno lavorato per colossi dell’editoria o dell’intrattenimento, ma non vengono...

Leggi tutto

Terror INC: tra action e gore

02-05-2017 Hits:585 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. “Vivo per guerreggiare, ce l’ho nel sangue e se è quel che voglio io me lo prendo \ gli uomini che ho massacrato, i bambini schiavizzati e tutte le donne di cui ho abusato [...] Mangio le cervella dal teschio dei miei nemici \ e con orgoglio...

Leggi tutto

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:872 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:10465 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:927 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto