Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

"Libero Veleno" smaschera Ratman: «preferisco essere libero!»

Ratman Ortolanidi Francesco Borgonovo*

Non è stato facile ma alla fine ci siamo riusciti. Grazie all’intercessione del grande Leo Ortolani - bravissimo autore di fumetti e suo grande amico - abbiamo potuto incontrare il più favoloso dei supereroi: Rat-Man! Il quale non solo ci ha rilasciato quest’intervista esclusiva ma ci ha pure concesso in anteprima alcune strisce con le sue avventure, realizzate da Ortolani (sono tratte dall’Agenda Rat-Man 2013, che esce ora per Panini Comics). Tanto per dirvi quanto è famoso Rat-Man, solo in agosto sarà protagonista di due albi a fumetti (Rat-Man Color Special n. 24 e Tutto Rat-Man n. 41) e di un calendario. Speriamo che nel calendario non appaia nudo. Ma ecco l’intervista.

Stupefacente Rat-Man, buongiorno.

Eh, adulatore! Scommetto che lo dice a tutti quelli che incontra!

Lei legge i giornali? Quali?

Guardi, io i giornali li prendo tutti. Per farmi un’idea, sa? Per capire come mai. Come mai compro tanti giornali se nemmeno devo imbiancare la cucina. Allora ho aperto una scuola per cani, che per educarli uso un giornale arrotolato. Però così non riescono a leggerlo, si sono lamentati molto.

Quando si è reso conto di essere un supereroe?

Non è una cosa che ci si rende conto. A un certo punto sei lì che fai una foto e ti morde un ragno radioattivo. Oppure ti adottano due anziani e poi scopri un’astronave nel fienile. Io, modestamente, ho capito di essere un supereroe quando ho capito che potevo vedere attraverso gli oggetti. Tipo il vetro. Ma non quello smerigliato.

Può rivelarci la sua vera identità?

La vera identità è un segreto che noi supereroi custodiamo gelosamente. Così ho fatto anche io per anni. Quando non ero nei panni del supereroe indossavo un paio di occhiali e mi muovevo goffamente. E tutti a chiedermi «Cos’hai, Rat-Man, ti è calata la vista?» oppure «Non stai bene, che ti muovi goffamente?». Cose così. Alla fine mi sono sbarazzato del travestimento e ho urlato «Sono un supereroe!». Ma nessuno mi ha creduto.

Dove va in ferie?

Vado alle sagre. Quelle che si mangia e c’è la presentazione dei materassi ortopedici. Perché in estate, voi fate quello che volete, io sento il bisogno prepotente di arricchirmi dentro. Quindi comincio con la polenta e funghi a Trefiumi, su in montagna, poi mi sposto a Monchio, con la serata della torta fritta e l’orchestra “Renzo Renzi e le sue badanti”, e la sera dopo ecco le lasagnette alla volpe di Rimagna, con l’immancabile ex bella Giusy Battoni che canta “Cuore montanaro” con il gruppo dei Curva Imprevista. E via così, da paese a paese, finendo con il combattutissimo torneo di briscola chiamata e birra caduta, offerta dalla pro loco di Cozzanello. Vinta per il sesto anno consecutivo dall’Isolina, un’anziana terribile che era disabile e s’è fatta mettere la protesi come Pistorius pur di prendere a calci i giovani del paese.

Perché non si sistema con una bella ragazza?

Ah, se penso a tutte le occasioni che ho avuto! Non me ne viene in mente una, sa? Ma io non mi lamento, perché d’estate un ragazzone come me, non bello ma antipatico, non alto ma sovrappeso, non intelligente ma con tutti i suoi nei al posto giusto, un ragazzone come me, di soli 45 anni, si rende conto che ha tutta la vita davanti! E allora preferisco essere libero! Libero! Ah! Ah! L’ha capita? M’intervista lei che scrive su “Libero” e io preferisco essere... Libero! Ah! Ah! Me lo dica, se non si capisce. Ho fatto la stessa battuta in un’altra intervista ma quando ho detto che preferisco essere Gazzetta dello Sport non si era capita.

*Articolo pubblicato su “LiberoVeleno” n. 31 del 12 agosto 2012. Per gentile concessione dell'autore.

Magazine

Intervista a Gino Udina

23-06-2017 Hits:701 Autori e Anteprime Redazione

    Di Giorgio Borroni Dare un’occhiata agli scaffali dei fumetti in edicola negli anni ’90 era davvero un’esperienza. Usciva di tutto e di più: si andava dai cloni dei personaggi bonelliani più in voga, si passava ad antologici che contenevano delle vere perle o nefandezze grafiche e si finiva con albi dal...

Leggi tutto

DAIAPOLON: piccola storia di un grande robot rivoluzionario

07-06-2017 Hits:11778 Cuore e Acciaio Redazione

  di Tiziano Caliendo. Esistono opere che entrano di prepotenza nel palinsesto immaginario della cultura pop, ottenendo un successo fulmineo e dirompente. Alcune di esse perché ricoprono un indiscutibile ruolo pionieristico in un determinato mercato, come il caso di UFO Robot Grendizer in Italia, altre perché è destino che la riforma e...

Leggi tutto

Cagliostro E-Press distribuito in esclusiva da Manicomix

02-06-2017 Hits:796 Autori e Anteprime Redazione

Comunicato dell'Editore L’Associazione Culturale Cagliostro E-Press è felice di comunicare la firma dell’ accordo di distribuzione in esclusiva stipulato con Manicomix.     Questa partnership ha l'obiettivo di rafforzare la presenza dei fumetti made in Cagliostro nelle fumetterie italiane, dando ulteriore slancio a quella che è la "mission" ultima dell’Associazione, ovvero dare massima visibilità...

Leggi tutto

Novegro 2017 Spring Edition - Festival del Fumetto

27-05-2017 Hits:1229 Reportage Redazione

di Leandro Amodio. Nelle giornate del 20 e 21 maggio, il Parco Esposizioni di Novegro, frazione del comune di Segrate (MI), ha ospitato il Festival del Fumetto Spring Edition 2017. Dinanzi alla biglietteria, la fila era interminabile (per fortuna avevo l'accredito stampa), e l'interno era gremito di gente di tutte...

Leggi tutto

Intervista a Pietro Gandolfi, autore di The Noise

25-05-2017 Hits:1377 Autori e Anteprime Redazione

A cura di Giorgio Borroni Nel fumetto italiano da edicola l’horror manca da un bel po’. E io intendo l’horror vero, quello crudo e crudele che ti prende subito alla carotide senza neanche annunciarsi. Insomma, non mi riferisco all’horror patinato, lontano dall’underground che sfocia nel fantasy o se la cava con...

Leggi tutto

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:1521 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto