Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Proposta per le manifestazioni fiere/mostre mercato: Adotta un Editore!

comicon2012-manifestodi Alessandro Bottero

La critica al prezzo del biglietto di Napoli Comicon (12 euro per un ingresso che valeva 4 giorni, senza la possibilità di acquistare un biglietto SOLO per un giorno), ha agitato le acque.

Mi sono sentito dare dello scorretto e del poco informato.

Vorrei solo dire a chi usa questa buona educazione nel commentare i miei articoli che forse mi sono informato, e forse stando 4 giorni a Napoli Comicon come Fumetto d’Autore abbiamo chiesto a UN SACCO di persone quanto avessero pagato il biglietto e NESSUNA ci ha detto di aver pagato MENO di 12 euro.

Ricordo anche che sul sito del Comicon l’unica possibilità di acquistare i biglietti era quella a 12 euro.

Quindi le chiacchiere stanno a zero. Se poi esisteva un’altra possibilità di cui nessuno sapeva nulla, se non chi lo chiedeva espressamente alla biglietteria, è la solita storia della mancanza di informazioni.

Rispondo anche a Salvatore Taormina: Salvatore, mi spiace ma ti sbagli. O, volendo essere più accomodanti, diciamo che mi sono spiegato male. Pagare 12 euro per un ingresso UNICO 4 giorni va benissimo. Io contesto con forza e dico che è SCANDALOSO non avere un biglietto dal prezzo più basso per un ingresso giornaliero. E poi decidiamoci. O la mostra è andata bene, e allora l’anno prossimo si riprende lo stesso stand grosso e lungo, o è andata male e allora ne prendiamo uno più piccolo. Ci siamo? Tutto il resto sono solo chiacchiere.

A chi fa dei conti inventandosi cose senza senso, ribadisco che se io fossi venuto da Roma per UN GIORNO, con i miei figli, per venire al Comicon, avrei speso TRENTASEI EURO di biglietti, e se fossi andato al bar avrei speso NOVE EURO per due panini. E non vivendo a Napoli non so certo dove siano i negozi di alimentari. Quindi i miei conti sono corretti, e i suoi no. Anche qui le chiacchiere stanno a zero. È vero che c’è libertà di parola, ma evitiamo chiacchiere e conti fuori luogo.

E veniamo alla proposta di oggi.

Da quel che mi risulta il Napoli Comicon ha avuto una crescita di biglietti staccati eccezionale. Credo di poter dire, senza temere di essere smentito, che si sono superati agevolmente i 52.000 biglietti staccati. Come lo so? Mi sono messo all’ingresso e li ho contati uno ad uno per tutta la durata della manifestazione, va bene?

Comunque 50.000 biglietti a 12 euro l'uno (non contando quindi i gold pass a 25 euro...) fanno 600.000 euro. S E I C E N T O M I L A euro.

Allora visto che uno stand 4 X 2 costava 500 euro circa, io mi dico….. ma se un biglietto costa 12 euro (e ci sono, come detto, anche quelli da 25, ecc.. ecc…), e diciamo che più o meno da ogni biglietto tolte le tasse SIAE restano 10 euro (magari no, ma sto facendo delle IPOTESI), allora con 50 biglietti si copre il costo di uno stand. Vogliamo dire che i biglietti da 25 euro aumentano il ricavato del singolo biglietto?

Ok. Allora diciamo che con 35 biglietti (ingresso unico e prezzo speciale) si copre il costo di uno stand, ossia i 500 euro.

Con 3.500 biglietti tu copri il costo di 100 stand 4 X 2, ossia degli stand adeguati a un editore medio/piccolo.

E te ne restano circa 50.000 con coprire tutte le altre spese (e guadagnarci...).

Allora io dico: LETTORI! AMANTI DEL FUMETTO! AMICI! FRATELLI! INTELLETTUALI! VOI TUTTI!!!

Adottate un Editore!

Bastano 35 biglietti per coprire il costo di uno stand! Unitevi alla campagna, e sottoscrivete anche voi questa Adozione Editoriale!

L’organizzazione mette sul sito la lista degli editori, e i lettori si segnano per “adottarli”. Una volta raggiunti 35 sottoscrittori l’editore “adottato” ha lo stand gratis.

E se un editore non raggiunge 35 sottoscrittori? In tal caso l’organizzazione copre lei il residuo con i biglietti

Insomma…..IO HO UN SOGNO! STAND GRATIS PER GLI EDITORI!

E si può fare

SI! PUO’! FARE!

Unitevi anche voi alla campagna Adotta un Editore!

E se saremo tantissimi lo faremo per Lucca.

Non lasciar morire le mostre mercato! Diventa protagonista! Adotta un Editore!

Magazine

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:546 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto

Intervista con Brian Smuin

03-05-2017 Hits:578 Autori e Anteprime Redazione

  The Brian Smuin’s Interview. A cura di Giorgio Borroni.   A volte internet non è solo battaglie sui social, haters o groupie.  A volte internet ti offre la possibilità di allargare i propri orizzonti conoscendo artisti che provengono dall’altro capo del mondo, hanno lavorato per colossi dell’editoria o dell’intrattenimento, ma non vengono...

Leggi tutto

Terror INC: tra action e gore

02-05-2017 Hits:585 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. “Vivo per guerreggiare, ce l’ho nel sangue e se è quel che voglio io me lo prendo \ gli uomini che ho massacrato, i bambini schiavizzati e tutte le donne di cui ho abusato [...] Mangio le cervella dal teschio dei miei nemici \ e con orgoglio...

Leggi tutto

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:872 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:10465 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:927 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto