Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

AAA Torcia Umana cercasi

fantastici-quattro-1di Giuseppe Pollicelli*

Il premier Mario Monti fa bene a invitare il Paese all’ottimismo e alla fiducia nel futuro. Le possibilità di lavoro, difatti, si presentano spesso nei modi più impensati e imprevedibili: l’importante è farsi trovare pronti, così da coglierle al volo. Per esempio, un luttuoso evento che ha segnato da poco il mondo dei supereroi, la morte della Torcia Umana (uno dei componenti dei Fantastici Quattro), si è inaspettatamente rivelato una potenziale e interessante occasione di impiego professionale. Come diffusamente riferito dalle cronache, è già abbondante il numero dei disoccupati e dei precari che si sono dati fuoco nel tentativo di rimpiazzare la Torcia Umana all’interno del formidabile quartetto (temporaneamente ridotto a un trio: si vedano, in questa stessa pagina, i box dedicati ai singoli componenti) che sta contribuendo in modo decisivo a risollevare le sorti dell’Italia. Certo, stiamo parlando di un compito delicato e di grande responsabilità, non proprio alla portata di tutti, ma è giusto (anzi, sacrosanto) provarci: non di rado una condizione di bisogno e di indigenza permette di scoprire in sé stessi delle risorse che non si immaginava di possedere. I frequenti e ciclici decessi che caratterizzano l’universo supereroistico stanno peraltro alimentando le speranze di molti. Succede quindi che in tanti, sia tra i giovani che tra i meno giovani, si allenino anche duramente con l’obiettivo di prendere prima o poi il posto di Batman, di Superman o, perché no, persino dell’acclamato Uomo Ragno. Del resto, se comporta dei rischi a livello di incolumità personale, l’attività di supereroe garantisce un sicuro prestigio sociale e una buona notorietà pubblica, con tutto ciò che di vantaggioso può derivarne da un punto di vista economico.

Nel frattempo, in attesa che altri candidati al ruolo di nuova Torcia Umana si diano alle fiamme per essere attentamente valutati dai tre F4 superstiti, c’è da registrare il malumore della Lega Nord, la quale denuncia il fatto che una fonte di lavoro per gli italiani venga insidiata dagli extracomunitari. Le proteste dei leghisti scaturiscono da un episodio verificatosi pochi giorni fa, quando un operaio edile marocchino, senza stipendio da quattro mesi, si è dato fuoco a Verona proponendosi come nuova Torcia Umana. Tra le numerose dichiarazioni raccolte e rilanciate dagli organi d’informazione, la più dura e colorita è senz’altro quella di Mario Borghezio: «Ancora una volta», ha affermato l’eurodeputato lumbard, «gli extracomunitari ci tolgono il lavoro. In questo caso dandosi fuoco con benzina rubata dalle automobili di onesti cittadini, laddove un disoccupato padano non può permettersi tutta quella miscela visto quanto costa oggi il carburante. Inoltre i baluba non possono pretendere di ricoprire ruoli storicamente riservati ai bianchi, come quello della Torcia Umana. I negri ce li hanno, i loro supereroi: Black Panther, Blade, Misty Knight, Luke Cage… Non è colpa mia se sono supereroi sfigati: pensino a quelli e non ci rompano più le balle!».

I nuovi Fantastici Quattro

Mr Fantastic: Dietro i panni del leader dei Fantastici Quattro si nasconde il premier Mario Monti. Potendo allungare a dismisura i propri arti, non ha eguali nell’infilare le mani nelle tasche dei contribuenti e nel trarne quanto necessario al bene comune.

La donna invisibile: La sua vera identità è quella del ministro del Lavoro Elsa Fornero. Malgrado abbia il potere di sparire alla vista degli altri, capita che si tradisca versando qualche lacrima. Il suo maggior avversario è il lavoro invisibile.

La Cosa: L’aspetto massiccio non tragga in inganno: si tratta di una donna, il ministro della Giustizia Paola Severino, il cui corpo è rivestito di una solidissima armatura fatta di banconote (la Severino ne ha molte, grazie al suo reddito) con cui respinge gli attacchi del suo nemico Cicchitto.

Torcia Umana: Ruolo attualmente vacante. Già in tanti si sono dati fuoco proponendosi come sostituti della Torcia Umana originale, recentemente deceduta. Il fatto che ambiscano all’incarico anche degli extracomunitari, ha provocato le proteste della Lega Nord.

*Articolo apparso nell'inserto satirico di Libero del 02/04/2012.

Magazine

L'Intervista - Paul Izzo, sceneggiatore per tutti i gusti

15-12-2017 Hits:32 Autori e Anteprime Giorgio Borroni

Oggi, qui in esclusiva su Fumetto d’Autore ho il piacere di intervistare un fumettista a 360 gradi, che può vantare esperienze che vanno dalla pubblicazione indipendente su web fino a collaborazioni con una testata del calibro di Diabolik. Ladies and Gentlemen, ecco a voi… Paul izzo! FdA: Benvenuto su FdA, Paul, tolgo...

Leggi tutto

BERSERK: LUCI E OMBRE

27-11-2017 Hits:624 Critica d'Autore Redazione

  Di Giorgio Borroni Un paio di anni fa, quando ancora frequentavo i gruppi facebookiani relativi ai fumetti, mi capitò di esprimere un paio di mie idee sulla deriva presa da Berserk, il celebre manga di Kentaro Miura. La fauna che più spesso è attiva sui social, si sa, per una bella...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 2

21-11-2017 Hits:819 Critica d'Autore Redazione

  Justice League of Marvel   Di Alessio Sgarlato Dopo questa lunga ma necessaria premessa, veniamo all’oggetto del contendere, ovvero Justice League, il più bel sequel di Avengers uscito finora. I film Marvel e quelli della DC con questa pellicola si trovano a dover rendere conto allo spettatore di ingombranti somiglianze estetiche. Tanto negli...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 1

20-11-2017 Hits:905 Critica d'Autore Redazione

  Marvel VS DC – La battaglia del secolo   Di Alessio Sgarlato   Nel 2016 esce Batman V Superman – Dawn of Justice e diventa immediatamente un film controverso, nel quale il pubblico non riesce a ritrovare lo spirito originale dei personaggi e delle storie che lo hanno ispirato. Eppure, per me si rivela...

Leggi tutto

La distopia ucronica di “Space Anabasis"

13-11-2017 Hits:858 Critica d'Autore Redazione

    Per aspera ad astra, deinde a caelo usque ad centrum!  La distopia ucronica di “Space Anabasis”: tra i giochi di potere, nella fantascienza del passato   Roma, anno 2770 ab urbe condita: un 2017 d.C. alternativo in cui, come recita la didascalia già dalla prima striscia: « L’impero ha tenuto il sistema...

Leggi tutto

I voli pindarici di Mister No

10-11-2017 Hits:1048 Critica d'Autore Redazione

      In requiem del pilota Jerry Drake, paladino dei diritti umani nel fumetto italiano: verso il rilancio! Premessa: i vecchi nostalgici lo rivorrebbero dal 380. Difatti non tutte le cose, in ossequio alla realtà non (o anti ?) relativa, cominciano dallo 0 e proseguono direttamente con l’1, per poi giungere al 2...

Leggi tutto

C’è del Ferro in questo fumetto. Intervista alla casa editrice Ferrogallico

31-10-2017 Hits:1628 Autori e Anteprime Redazione

Di Alessandro Bottero Quando nasce una nuova casa editrice non si può che essere contenti. Significa che nonostante la crisi ci sono ancora  pazzi innamorati del fumetto. Ferrogallico è una casa editrice nata nel 2017, abbastanza snobbata da critica e pubblico (almeno quello che agita il mondo dei social) perché si...

Leggi tutto