Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

  • Categoria: Off Topic
  • Visite: 8137

Gioca con Fd'A: trova la frase vera

fdaocchialidasoledi Alessandro Bottero

Giochino di fine d’anno per tutti i lettori di Fumetto d’Autore. Una di queste frasi è vera, mentre le altre no. Quale sarà, tenuto conto che la logica di “sostegno acritico a prescindere dai dati di fatto” è la stessa in tutte e tre?

 

Alessandro Di Nocera (?)

«Per me invece non fa giornalismo vero perché è tendenzioso. Se avesse voluto fare - nel caso Comicon-Feltrinelli - giornalismo vero, una volta riscontrata l'esistenza di una ipotetica notizia avrebbe dovuto telefonare a Facta Manent per chiedere delucidazioni. E questo per tutta una serie di fattori che vanno dalle situazioni lavorative all'interno delle librerie Feltrinelli a tutti i disguidi ai quali un'iniziativa del genere potrebbe andare incontro.
Di più: quando ci sono volontà ULTERIORI dietro un articolo (attribuire, di fatto, la patente di incompetenti agli organizzatori del Comicon) per me la questione si chiude.
Io so che dietro all'organizzazione di un Napoli Comicon c'è uno sforzo organizzativo enorme che deve fare i conti con le variabili più probabili e improbabili, dai finanziamenti regionali che non arrivano se non dopo alcuni anni di ritardo, alla logistica, ai contatti con sponsor e patrocinanti vari, eccetera. E per questo ci sono anni che possono essere più tumultuosi e infelici di altri.
E allora? Da persona che conosce Claudio, alino, Antonio e compagnia bella e SA gli sforzi produttivi che cercano di portare avanti, perché dovrei supportare qualcuno che li vuole far passare per degli incompetenti?
In nome di quale oggettività?»

 

Emilio Fede (?)

«Per me invece non fa giornalismo vero perché è tendenzioso. Se avesse voluto fare - nel caso Berlusconi-Ruby - giornalismo vero, una volta riscontrata l'esistenza di una ipotetica notizia avrebbe dovuto telefonare al portavoce della Presidenza del Consiglio dei Ministrti per chiedere delucidazioni. E questo per tutta una serie di fattori che vanno dalle situazioni lavorative del premier a tutti i disguidi ai quali il Premier  potrebbe andare incontro.
Di più: quando ci sono volontà ULTERIORI dietro un articolo (attribuire, di fatto, la patente di criminale a Berlusconi) per me la questione si chiude.
Io so che dietro il lavoro di Berlusconi c'è uno sforzo organizzativo enorme che deve fare i conti con le variabili più probabili e improbabili, dai finanziamenti statali che non arrivano se non dopo alcuni anni di ritardo, alla logistica, ai contatti con sponsor e patrocinanti vari, eccetera. E per questo ci sono anni che possono essere più tumultuosi e infelici di altri.
E allora? Da persona che conosce Silvio Berlusconi e SA gli sforzi produttivi che cerca di portare avanti, perché dovrei supportare qualcuno che lo vuole far passare per un incompetente?
In nome di quale oggettività?»

 

Armando Cossutta (?) 

«Per me invece non fa giornalismo vero perché è tendenzioso. Se avesse voluto fare - nel caso dei Processi di Mosca del 1935- giornalismo vero, una volta riscontrata l'esistenza di una ipotetica notizia avrebbe dovuto telefonare al portavoce del Cremlino per chiedere delucidazioni. E questo per tutta una serie di fattori che vanno dalle situazioni lavorative all'interno della magistratura  sovietica a tutti i disguidi ai quali un'iniziativa del genere potrebbe andare incontro.
Di più: quando ci sono volontà ULTERIORI dietro un articolo (attribuire, di fatto, la patente di dittatore al compagno Stalin) per me la questione si chiude.
Io so che dietro all'organizzazione di un processo del popolo c'è uno sforzo organizzativo enorme che deve fare i conti con le variabili più probabili e improbabili, dai finanziamenti statali che non arrivano se non dopo alcuni anni di ritardo, alla logistica, ai contatti con sponsor e patrocinanti vari, eccetera. E per questo ci sono anni che possono essere più tumultuosi e infelici di altri.
E allora? Da persona che conosce il compagno Stalin e SA gli sforzi produttivi che cerca di portare avanti, perché dovrei supportare qualcuno che lo vuole far passare per un criminale?
In nome di quale oggettività?»

Magazine

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:447 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:6748 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:489 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto

L'Uomo Bagno. Tra fumetto punk ed epica supereroistica.

06-04-2017 Hits:835 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Se credete che Vito Angelo Vacca manchi di tempi comici, che sia fautore di un umorismo ormai obsoleto, oppure se semplicemente avete come metro quello dei fumetti umoristici di tendenza disegnati male, ecco, vi conviene mollare questa recensione e andare a leggere altri articoli. Anzi, se preferite...

Leggi tutto

XXXombies. Porno, Zombie e qualche occasione sprecata.

30-03-2017 Hits:808 Critica d'Autore Redazione

  di Giorgio Borroni. Ai loro occhi rossi, 30 centimetri di dimensione artistica sono solo un hot dog maxi; 2 meloni rifatti disgustoso cibo in scatola, se si buttano in mezzo a una ammucchiata è solo per abbuffarsi! Signori e signori, preparatevi a uno spettacolo mai visto: gli zombie invadono il...

Leggi tutto

Zombie Feast

13-03-2017 Hits:1007 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Allora, c’è un francese, un italiano e un tedesco... no, aspettate, non era così. Ricominciamo: c’è uno sfigato quattrocchi e sua sorella Barbara al cimitero che, ehm... no. No, accidenti, mi confondo... aspettate mi sa che era una via di mezzo. Com’è che era? Gesù, la memoria...

Leggi tutto