Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Il Teorema 2BRA-DLR

teoremaMoleskine #103

La rubrica più politicamente scorretta del fumetto italiano. Appunti di viaggio nel mondo del fumetto, attraverso i suoi protagonisti e l'informazione di settore.

Il Teorema 2BRA-DLR

di Giorgio Messina

Giuseppe Di Bernardo (d’ora in poi 2BRA) sostiene che se lo critichi è perché vuoi il suo posto. Davide La Rosa (da qui in avanti DLR) sostiene che se lo critichi è perché hai qualcosa contro di lui. Insomma, sembra che al prestigioso Asilo Mariuccia, fucina di fini pensatori fumettomondosti, sia stato partorito un raffinato teorema che passiamo di seguito ad enunciare: “chi ti critica è perché ha qualcosa contro di te”. Roba da fare invidia pure al Marchese del Grillo e al suo imperituro “io so' io e voi non siete un cazzo”. I pentastellati sono avvertiti: il fumettomondo aveva già inventato da tempo i fondamenti della democrazia grillina. Il corollario al teorema è consequenziale: “esistono solo critiche positive, le critiche negative dunque sono celano secondi fini e sono di natura dietrologica”. Nel fumettomondo le dinamiche del consenso si basano su ben altre regole rispetto al mondo esterno (anche se parlare dell’esistenza di un mondo esterno al fumettomondo è già di per se eretico…).

Il Teorema 2BRA-DLR è però applicabile solo a una ristretta cerchia. Questa immunità dalle critiche e questo consenso plebiscitario per default non sono mica appannaggio di qualsiasi autore fumettomondista. Mal me ne incolse, infatti, quando ho osato definire questi “illuminati” - Adam Kadmon mi perdonerà se gli rubo il cavallo di battaglia - come il “club degli insuccessi di successo”. Costoro (a cui si applica il Teorema 2BRA-DLR) invece sono i veri poteri forti, il gruppo Bilderberg formato fumettomondo. Sono una casta. Sono dei predestinati.Sono l'ultima cena in seduta permamente dove tutti sono allo stesso tempo cristo e giuda, dove tutti si sorridono vicendevolmente e sono pronti a tradirsi in qualsiasi momento.

Loro non plagiano, omaggiano. Sono coloro che decidono chi lavora e chi no, quale progetto editoriale vedrà la luce e quale è destinato all’oblio, e fanno ciò a loro immagine e somiglianza. Perche per loro i dati di vendita sono solo variabili insignificanti nell’equazione che ne determina l’importanza a prescindere. Se poi un loro fumetto fallisce in distribuzione, c’è solo un unico colpevole: l’editore. I lettori per loro sono solo una maggioranza silenziosa su cui mettere il cappello alla bisogna. Dei gusti dei lettori, poi, costoro sono gli interpreti certi, senza se e senza ma. I lettori vogliono leggere i loro fumetti. Questa verità è indiscutibilmente dogmatica.

Sono l’uovo e la gallina allo stesso tempo. Sono il problema e la soluzione. Sono il migliore risultato conseguito da una critica on line clientelare, prona e deferente che, per più di un decennio senza contraddittorio alcuno, ha applaudito a qualsiasi mediocrità fumettistica prodotta da questa gente pur di ottenere anche loro un posto di lavoro nel settore.

Per risolvere il Teorema 2BRA-DLR c’è una sola soluzione: o sei con loro o contro di loro. Perché loro non vogliono lettori intelligenti. Non vogliono una critica onesta intellettualmente. Vogliono leccaculo. E tutto questo mentre si vende sempre di meno, mentre il bordo dell'abisso è lì a quattro passi.

Ps: si badi bene che il teorema prende il nome da due di costoro, ma essi sono in tanti, sono una ricca tavolata. Sono tra noi.

Pps: il giorno 2 maggio 2013 si celebrerà il funerale di Moleskine. Siete tutti invitati.

Ppps: tranne il Pps, tutto il resto di questo articolo non è da prendere sul serio. Forse.


Moleskine #102 bis

La rubrica più politicamente scorretta del fumetto italiano. Appunti di viaggio nel mondo del fumetto, attraverso i suoi protagonisti e l'informazione di settore.

Magazine

Analogie kafkiane tra Egon Schiele e Angelo Stano

12-09-2017 Hits:431 Critica d'Autore Redazione

    Le atmosfere gotiche nell’opprimente angoscia di un comune tratto artistico di Roberto Scaglione   Forse non aveva tanto torto Hugo Pratt a definire il fumetto quale “letteratura disegnata”, con un chiaro omaggio autoreferenziale alle proprie indelebili opere ed in particolare alla più rilevante, quel Corto Maltese che lo rese celebre come uno dei...

Leggi tutto

Monolith - il film: Recensione e Analisi

21-08-2017 Hits:1445 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

di Lorenzo Barruscotto (contiene – forse - spoiler) Il nostro Lorenzo Barruscotto, titolare della seguitissima rubrica Osservatorio Tex, recensisce Monolith, il film coprodotto da Sky che vede l'esordio alla produzione cinamtografica di Sergio Bonelli Editore.Il fim, distribuito in 200 sale, dal 12 agosto, giorno della prima, al 20 agosto ha incassato 265.808...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #04

07-08-2017 Hits:1295 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Tanto fu il successo da parte dei MOTU - che ricordiamolo sempre, è l’acronimo di Masters of the Universe -, che addirittura vennero suddivise in  ben 4 schiere di guerrieri. Una votata al bene, le altre tre votate al male: gli eroi di Eternia;...

Leggi tutto

Intervista ad Andrea Manfredini, nuovo Direttore Editoriale di Cagliostro E-Press

01-08-2017 Hits:1650 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Di recente alla Cagliostro E-Press c’è stato un cambio di ruoli nella direzione editoriale e la patata bollente è passata ad Andrea Manfredini, già creatore del super eroe sopra le righe Lo Scarafaggio e al timone della serie fantascientifica "Incrociatore Stellare E. Salgari".Oggi abbiamo il piacere di torchiare...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #03

26-07-2017 Hits:1627 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Il cartone animato di He-Man è composto da due serie di 65 episodi ciascuna (per un totale di 130 episodi e ne era prevista pure una terza serie, che però non fece in tempo mai a vedere la luce in quanto i giocattoli non...

Leggi tutto

Gravetown 10th. Intervista a Paolo Zeccardo

25-07-2017 Hits:1618 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Vi ricordate “Kickboxer”? Già, il film che lanciò Jean Claude Van Damme e che hanno di recente rifatto (male) con più budget e meno idee? Ecco, io quando da piccolo lo vidi al cinema ne rimasi estasiato: un tizio occidentale andava in Tailandia e faceva nero Tong Po, il...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #02

11-07-2017 Hits:2099 Off Topic Super User

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) La dirigenza della Filmation era composta da tre persone: la coppia Lou Scheimer e Norm Prescott (adesso entrambi defunti), e il direttore artistico Hal Sutherland. Nel 1981 uscì BLACKSTAR (un cartone di genere fantasy), composto da 13 puntate, che però si rivelò un fiasco...

Leggi tutto