Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

IL CINECOMIC E I SUOI EFFETTI MULTIMEDIALI

 

 cinecomic

di Leandro Amodio. Il termine Cinecomic è piuttosto recente, ed è stato coniato in seguito al susseguirsi di numerosi film, tratti dalle avventure di noti personaggi dei fumetti, pubblicati principalmente da Marvel e DC, ma a volte anche da altre case editrici, non necessariamente d'oltreoceano. Si tratta di pellicole che, nella maggior parte dei casi, registrano incassi notevoli ai botteghini, ma si sono verificate anche situazioni, in cui i risultati si sono rivelati al di sotto delle aspettative. In realtà nelle sale cinematografiche, si sono viste proiezioni di questo tipo, finanziate da studi prestigiosi, già nella seconda metà degli anni '70 (un esempio per tutti il primo Superman interpretato da Christopher Reeve), ma anche un decennio prima se includiamo le produzioni giapponesi (Ultraman, Il ritorno di Diavolik, quest'ultimo ispirato al personaggio di Fantaman). È a partire dai primi anni del 2000 però, che le uscite sono diventate sempre più assidue, con differenti reazioni da parte degli spettatori. La critica più esigente lamenta un'eccessiva enfasi attribuita agli effetti speciali e le scene d'azione, mentre, a loro parere, la storia potrebbe mostrare una più ragguardevole consistenza. Pur volendo prendere atto di questo punto di vista, va tenuto presente che si tratta comunque di lungometraggi destinati soprattutto ai più giovani e, ovviamente, a chi da giovane ha letto le imprese da cui traggono ispirazione. Diventa naturale pertanto, soffermarsi su quegli elementi caratterizzati da un maggiore impatto visivo. Ritengo tuttavia, che tali perplessità vadano riesaminate, se trasferiamo il discorso alle serie tv e quindi al piccolo schermo. È innegabile che le numerose proposte, sono conseguenza del gradimento dei Cinecomic da parte del pubblico, ma penso che nello specifico sia doverosa una distinzione. Se da un lato abbiamo serial televisivi interessati ancora all'avventura allo stato puro (Flash, Arrow, Supergirl), ne esistono altri invece (Gotham, Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage) le cui trame, oltre a offrire azione e suspense, non disdegnano argomenti di una certa rilevanza, destinati a un pubblico più maturo. Una scelta questa, che è stata premiata da commenti positivi, provenienti anche dalla stampa specializzata. Sappiamo bene però, che il video è condizione necessaria anche per un'altra forma d'intrattenimento, rappresentata dai Games (videogiochi). Marvel e DC, ma non solo, li hanno sfornati copiosamente, tutti dedicati ai protagonisti delle loro testate. Anche questo è chiaramente dovuto all'affermarsi dei Cinecomic, nel panorama cinematografico mondiale. E non dimentichiamo infine, l'azione più ovvia sugli articoli da cui direttamente hanno origine, ovvero i fumetti. Non è possibile infatti escludere, che l'incremento nelle vendite di molti albi, sia dovuto proprio all'effetto promozionale delle pellicole che gli stessi hanno partorito. Da tutto ciò si evince, il riflesso favorevole dei Cinecomic sull'intera industria dell'intrattenimento che, coi prodotti multimediali da essi derivanti, ha ormai notevolmente ampliato il suo bacino d'utenza, scoprendosi in grado di soddisfare anche i gusti più ricercati.

 

Magazine

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:1232 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto

L'Intervista - Alessia Mainardi e Casa Ailus, destinazione Lucca 2018

25-10-2018 Hits:1120 Autori e Anteprime Redazione

Lucca 2018 si avvicina, scopriamo tutte le novità del collettivo Casa Ailus insieme alla sua vulcanica "capitana", la scrittrice Alessia Mainardi. Fumetto d'Autore: Buongiorno Alessia. Vorresti presentarti ai lettori del nostro sito? Alessia Mainardi: Buongiorno a tutti i lettori di Fumetto d'Autore. Di me posso dirvi che mi chiamo Alessia Mainardi, di...

Leggi tutto

L'Intervista - Paul Izzo, sceneggiatore per tutti i gusti

15-12-2017 Hits:10365 Autori e Anteprime Giorgio Borroni

Oggi, qui in esclusiva su Fumetto d’Autore ho il piacere di intervistare un fumettista a 360 gradi, che può vantare esperienze che vanno dalla pubblicazione indipendente su web fino a collaborazioni con una testata del calibro di Diabolik. Ladies and Gentlemen, ecco a voi… Paul izzo! FdA: Benvenuto su FdA, Paul, tolgo...

Leggi tutto

BERSERK: LUCI E OMBRE

27-11-2017 Hits:12112 Critica d'Autore Redazione

  Di Giorgio Borroni Un paio di anni fa, quando ancora frequentavo i gruppi facebookiani relativi ai fumetti, mi capitò di esprimere un paio di mie idee sulla deriva presa da Berserk, il celebre manga di Kentaro Miura. La fauna che più spesso è attiva sui social, si sa, per una bella...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 2

21-11-2017 Hits:12379 Critica d'Autore Redazione

  Justice League of Marvel   Di Alessio Sgarlato Dopo questa lunga ma necessaria premessa, veniamo all’oggetto del contendere, ovvero Justice League, il più bel sequel di Avengers uscito finora. I film Marvel e quelli della DC con questa pellicola si trovano a dover rendere conto allo spettatore di ingombranti somiglianze estetiche. Tanto negli...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 1

20-11-2017 Hits:12043 Critica d'Autore Redazione

  Marvel VS DC – La battaglia del secolo   Di Alessio Sgarlato   Nel 2016 esce Batman V Superman – Dawn of Justice e diventa immediatamente un film controverso, nel quale il pubblico non riesce a ritrovare lo spirito originale dei personaggi e delle storie che lo hanno ispirato. Eppure, per me si rivela...

Leggi tutto

La distopia ucronica di “Space Anabasis"

13-11-2017 Hits:12200 Critica d'Autore Redazione

    Per aspera ad astra, deinde a caelo usque ad centrum!  La distopia ucronica di “Space Anabasis”: tra i giochi di potere, nella fantascienza del passato   Roma, anno 2770 ab urbe condita: un 2017 d.C. alternativo in cui, come recita la didascalia già dalla prima striscia: « L’impero ha tenuto il sistema...

Leggi tutto