Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Franco Donatelli: la scheda ritrovata

franco donatelli tavolaFranco Donatelli (Alessandria, 13 marzo 1925 - Milano, 15 novembre 1995)

Originariamente scritta da Giuseppe Pollicelli per il volume "Fumetto. 150 anni di storie italiane", a cura di Gianni Bono e Matteo Stefanelli (Ed. Rizzoli, 2012), la scheda su Franco Donatelli è stata purtroppo depennata all'ultimo momento. Apparsa di recente sul n. 9 della rivista "Cronaca di Topolinia", viene qui riproposta, a beneficio dei lettori di Fumetto d'Autore, unitamente al box sull'opera più rappresentativa di Donatelli (l'episodio di Zagor "Il giorno della giustizia").

di Giuseppe Pollicelli

Non è facile essere un numero uno ma forse lo è ancor meno essere un numero due. Soprattutto, è difficile essere un grande numero due. Franco Donatelli lo è stato e ciò consolida, anziché sminuirli, il suo ruolo e la sua figura nella storia del fumetto italiano. Pur avendo collaborato con molti editori e avendo prodotto, come tutti i professionisti della sua generazione, una quantità esorbitante di tavole, Donatelli è essenzialmente ricordato come il più prolifico disegnatore di Zagor dopo Gallieno Ferri. Ma Donatelli, e qui sta la sua eccellenza, non è stato affatto una “spalla” di Ferri né, meno che mai, un suo epigono, un imitatore o, peggio, una brutta copia. Dati per acquisiti - fin dal suo approdo nello staff dello Spirito con la Scure (risalente al 1968: l’episodio è I disertori, scritto da Sergio Bonelli) - la preminenza e il prestigio di Ferri, Donatelli ha subito evidenziato di voler realizzare un proprio Zagor, con caratteristiche molto diverse da quello di Ferri eppure ugualmente credibile e coerente. Nel giro di una manciata di storie, effettuati i dovuti aggiustamenti di tiro, Donatelli ha messo a punto un universo zagoriano esteticamente differente ma non alternativo a quello di Ferri, bensì complementare. Lo Spirito con la Scure di Donatelli è meno apollineo e statuario di quello ferriano, più longilineo e scattante. Lo stesso discorso vale per gli altri personaggi della serie, in particolar modo quelli negativi, che nelle tavole di Donatelli sono quasi sempre sottili, segaligni e ghignanti, provvisti di una sorta di cattiveria interiore che traspare dall’aria beffarda e dalle fisionomie stravolte dall’attrazione per il male. Volendo riferirsi ai due modelli sommi del fumetto classico statunitense, possiamo dire che, se Ferri è un discepolo di Alex Raymond, Donatelli guarda a Milton Caniff. Ad ogni modo, proprio grazie alla carismatica scelta di battere una strada stilisticamente personale, Donatelli diviene in breve tempo una colonna di Zagor, tanto che, anche in ragione della sua velocità, Bonelli gli assegna sempre più spesso storie impegnative e importanti, da Mohican Jack (1970) a Libertà o morte (1972), da Ora zero! (1974) a Il giorno della giustizia (1975). Come molti artigiani di valore assoluto, Donatelli possedeva anche un robusto lato creativo e “artistico”, manifestatosi nella realizzazione delle copertine del Piccolo Ranger (splendide tempere impregnate di atmosfere da spaghetti-western) e nell’ideazione grafica di Mister No, di cui disegnò il primo episodio (poi pubblicato come secondo albo della serie).

Franco Donatelli nasce il 13 marzo 1925 ad Alessandria ma la sua famiglia si trasferisce a Milano quando lui è ancora bambino. Nel 1940, dopo aver conosciuto la madre di Sergio Bonelli, Tea Bertasi, tramite il fratello di questa, Luciano, che è un suo compagno di scuola, Donatelli esordisce sulle pagine de L’Audace disegnando qualche episodio di Furio Almirante su sceneggiature di Gianluigi Bonelli. Nel 1946, per l’editore Ponzoni, firma (con lo pseudonimo di Frank Well, che negli anni a venire alternerà a quello di Frank Donat) la serie Mistero su testi di Leonello Martini.

Dopo avere collaborato a delle campagne pubblicitarie e a numerose testate fumettistiche di editori come Universo, Nerbini e Alpe, nel 1948 ritorna alla Bonelli e disegna vari episodi de La pattuglia dei senza paura. Negli anni Cinquanta produce illustrazioni per la rivista francese Paris Jour mentre a partire dal 1963 realizza a tempera, per Bonelli, oltre centocinquanta copertine della collana mensile del Piccolo Ranger. Inserito nel 1968 nella squadra di autori di Zagor, ne diviene rapidamente il disegnatore principale dopo Gallieno Ferri. Nel 1975 crea graficamente il personaggio di Mister No, ideato da Sergio Bonelli dietro lo pseudonimo di Guido Nolitta. Scompare a Milano il 15 novembre 1995.

Frase

“Uno di quegli artigiani senza i quali il fumetto italiano non sarebbe la realtà viva, solida, popolare di oggi.” (Gianni Brunoro)

Box Il giorno della giustizia

Pubblicata nel 1975, questa lunga storia di Zagor (scritta da Sergio Bonelli e disegnata da un Donatelli dal tratto più che mai nervoso e drammatico) narra di un pellerossa dapprima costretto a farsi giustizia da sé e poi vittima di un linciaggio. Disincantata celebrazione dei principi cardine del diritto occidentale, l’episodio mostra anche le storture e le contraddizioni della cultura dei bianchi.

Magazine

Zombie Feast

13-03-2017 Hits:374 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Allora, c’è un francese, un italiano e un tedesco... no, aspettate, non era così. Ricominciamo: c’è uno sfigato quattrocchi e sua sorella Barbara al cimitero che, ehm... no. No, accidenti, mi confondo... aspettate mi sa che era una via di mezzo. Com’è che era? Gesù, la memoria...

Leggi tutto

Fumetto digitale: caratteristiche ed effetti

03-03-2017 Hits:729 Off Topic Redazione

di Leandro Amodio. Internet è ormai diffuso a livello planetario, e sul mercato dell'elettronica di consumo è sempre più dilagante la presenza di dispositivi, che permettono di accedervi in completa mobilità, principalmente smartphone e tablet. Il mondo dell'editoria (libri, riviste e, ovviamente, fumetti) non è rimasto indifferente dinanzi a questo...

Leggi tutto

Shamo, gli spokon e il cugino che ce l’ha fatta

20-02-2017 Hits:1066 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. La strada dei manga sportivi giapponesi è lastricata di buone intenzioni: la competizione, infatti, è un teatro più che funzionale perfetto per mettere in scena vicende personali oltre che fungere da metafora a storie di riscatto, magari elogiando lo spirito di squadra o il mettercela tutta per...

Leggi tutto

Pasticcini Marci: alcune tavole in anteprima

19-02-2017 Hits:873 Autori e Anteprime Redazione

Edito da IT Comics, a Cartoomics uscirà il secondo numero di Pasticcini Marci (Albrignani, Sonseri) serie di leggero stampo underground che ingloba satira di costume e parodia attraverso uno stile visivo iconico e un linguaggio moderno e incalzante. A seguire la cover e alcune tavole in anteprima del secondo volume.      

Leggi tutto

RINASCITA DC: MOTIVAZIONI E PRIMI RISULTATI

14-02-2017 Hits:1168 Autori e Anteprime Redazione

  di Leandro Amodio. Con lo scopo di recuperare la recente e sensibile flessione registrata nelle vendite, la DC Comics ha deciso di avviare il progetto Rebirth (Rinascita). Non si tratta, come si potrebbe intuire dal termine scelto, di una totale riscrittura delle origini relative ai personaggi più popolari della casa...

Leggi tutto

In ricordo di Angela Giussani

12-02-2017 Hits:1005 Autori e Anteprime Redazione

Esattamente trent'anni fa, il 12 febbraio 1987, ci lasciava Angela Giussani l'autrice che, insieme alla sorella Luciana, diede vita al mito di Diabolik. Come appassionati della nona arte volentieri condividiamo questo ricordo edito dalla casa editrice Astorina.   ANGELA GIUSSANI A 30 anni dalla morte la casa editrice Astorina ricorda una delle due...

Leggi tutto