Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Crumb il fumettista ribelle mette a nudo il suo cuore

crumb autoritrattodi Giuseppe Pollicelli*

Ci sono artisti il cui segno è così incisivo, così nuovo, così compiuto e coerente da fissarsi anche nella mente dell’osservatore occasionale. Il quale, con ogni probabilità, non saprà mai a chi quel segno appartenga, ma grazie a quel segno avrà ottenuto un arricchimento, per quanto inconsapevole, del proprio immaginario. Per esempio, quante persone nel mondo sanno che le colorate e stilizzatissime silhouette umane da cui si irraggiano dei neri trattini indicanti sorpresa, energia e movimento (riprese e rielaborate chissà quante volte e in chissà quanti modi dalla pubblicità, dal design, dalla street art) sono un parto di Keith Haring, uno dei maggiori esponenti del graffitismo e della pittura pop novecenteschi? Certo molto poche, in termini assoluti. Ma quelle silhouette sono patrimonio anche di chi ne ignora l’origine.

Un caso simile è quello del fumettista Robert Crumb, nato a Philadelphia nel 1943 e attivo già dalla prima metà degli anni Sessanta. Quando, nelle fasi aurorali della contestazione giovanile, i comics iniziarono a essere percepiti come un mezzo d’espressione innovativo e non accademico, come un linguaggio intrinsecamente trasgressivo poiché negletto dalla cultura istituzionale, sorse in America il cosiddetto “fumetto underground”. Se questo disordinato e caotico movimento ha saputo lasciare un segno non superficiale nella storia dell’arte del secolo scorso, il merito è in massima parte proprio di Crumb e del suo squinternato mondo fatto di animali antropomorfi dediti alle droghe e al sesso (Fritz the Cat), di santoni dalla condotta ambigua (Mr Natural), di freaks senza né arte né parte, di suonatori jazz e di ragazzone dai polpacci vigorosi che indossano una specie di uniforme a base di gonnellini, calzettoni e scarpe da collegio (autentica fissazione erotica di Crumb). Nelle migliaia di tavole a fumetti prodotte in quasi cinquant’anni di carriera, Crumb ha riversato le sue ossessioni, le sue angosce, i suoi deliri e la sua movimentata biografia (divenuta, nel 1994, il soggetto di un documentario di Terry Zwigoff intitolato semplicemente Crumb), tratteggiando così uno spaccato potente e veritiero - per quanto alterato e grottesco - dell’America non riconciliata e più marginale. Ma la vera eccellenza del nostro è rappresentata, come detto, dal disegno: è quest’ultimo ad avere reso Crumb un gigante dei comics. Il suo stile morbido, fatto di contorni spessi, fittissimi tratteggi e continue derive nel pupazzettistico (il nume indiscusso di Crumb è Elzie C. Segar, il creatore di Popeye) anche quando, felicemente, sceglie la strada del realismo, non è solo l’emblema del fumetto underground, è anche una “cifra” saccheggiata - continuamente e dappertutto - da grafici, designer, pubblicitari e cartellonisti. A celebrare la maestria grafica di Crumb provvede ora Il cuore di R. Crumb (Ed. Castelvecchi, pp. 128, euro 17,50), un bel libro di illustrazioni in bianco e nero di argomento vario: ritratti di volti, nudi femminili, paesaggi urbani e rurali, animali ecc. Il volume è la versione italiana di un’antologia uscita negli Usa con il titolo The Sweeter Side of R. Crumb (“Il lato più dolce di R. Crumb”), proprio perché i disegni in essa contenuti presentano soggetti insolitamente ameni. Ma il titolo italiano si fa sicuramente preferire. Crumb è infatti uno dei non molti artisti che, in ogni lavoro, mettono l’anima e le viscere. Di Crumb si può esser certi che, quando scrive e disegna, lo fa sempre e soltanto con il cuore in mano.

*articolo pubblicato originariamente su “Libero” del 24 maggio 2012. Per gentile concessione dell'autore. Nell'immagine: Crumb, autoritratto, 1986.

Magazine

Zombie Feast

13-03-2017 Hits:374 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Allora, c’è un francese, un italiano e un tedesco... no, aspettate, non era così. Ricominciamo: c’è uno sfigato quattrocchi e sua sorella Barbara al cimitero che, ehm... no. No, accidenti, mi confondo... aspettate mi sa che era una via di mezzo. Com’è che era? Gesù, la memoria...

Leggi tutto

Fumetto digitale: caratteristiche ed effetti

03-03-2017 Hits:729 Off Topic Redazione

di Leandro Amodio. Internet è ormai diffuso a livello planetario, e sul mercato dell'elettronica di consumo è sempre più dilagante la presenza di dispositivi, che permettono di accedervi in completa mobilità, principalmente smartphone e tablet. Il mondo dell'editoria (libri, riviste e, ovviamente, fumetti) non è rimasto indifferente dinanzi a questo...

Leggi tutto

Shamo, gli spokon e il cugino che ce l’ha fatta

20-02-2017 Hits:1066 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. La strada dei manga sportivi giapponesi è lastricata di buone intenzioni: la competizione, infatti, è un teatro più che funzionale perfetto per mettere in scena vicende personali oltre che fungere da metafora a storie di riscatto, magari elogiando lo spirito di squadra o il mettercela tutta per...

Leggi tutto

Pasticcini Marci: alcune tavole in anteprima

19-02-2017 Hits:873 Autori e Anteprime Redazione

Edito da IT Comics, a Cartoomics uscirà il secondo numero di Pasticcini Marci (Albrignani, Sonseri) serie di leggero stampo underground che ingloba satira di costume e parodia attraverso uno stile visivo iconico e un linguaggio moderno e incalzante. A seguire la cover e alcune tavole in anteprima del secondo volume.      

Leggi tutto

RINASCITA DC: MOTIVAZIONI E PRIMI RISULTATI

14-02-2017 Hits:1168 Autori e Anteprime Redazione

  di Leandro Amodio. Con lo scopo di recuperare la recente e sensibile flessione registrata nelle vendite, la DC Comics ha deciso di avviare il progetto Rebirth (Rinascita). Non si tratta, come si potrebbe intuire dal termine scelto, di una totale riscrittura delle origini relative ai personaggi più popolari della casa...

Leggi tutto

In ricordo di Angela Giussani

12-02-2017 Hits:1005 Autori e Anteprime Redazione

Esattamente trent'anni fa, il 12 febbraio 1987, ci lasciava Angela Giussani l'autrice che, insieme alla sorella Luciana, diede vita al mito di Diabolik. Come appassionati della nona arte volentieri condividiamo questo ricordo edito dalla casa editrice Astorina.   ANGELA GIUSSANI A 30 anni dalla morte la casa editrice Astorina ricorda una delle due...

Leggi tutto