Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Luc Besson alla prova dei cinecomics: "Valerian e la città dei mille pianeti"

Valeriandi Leandro Amodio. È prevista per il 21 luglio l'uscita del film "Valerian e la città dei mille pianeti", scritto e diretto da Luc Besson. La pellicola è tratta dal celebre fumetto fantascientifico "Valerian agente spazio-temporale", creato da Pierre Christin (testi) e Jean-Claude Mézières (disegni). Pubblicato inizialmente sul settimanale Pilote nel 1967 e dalla casa editrice Dargaud a partire dal 1970, mentre nel 2007, in occasione del quarantesimo anniversario della sua pubblicazione, la serie è stata ribattezzata "Valerian e Laureline". L'opera ha riscosso un enorme successo, tanto da essere stata tradotta in 21 lingue e suddivisa in diversi volumi, dei quali è il sesto a essere stato preso in considerazione per la trama del film. Ambientato nel 28esimo secolo, i due protagonisti, interpretati rispettivamente da Dane DeHaan e Cara Delevingne, sono agenti speciali del governo operativo dei territori umani, a cui è stato affidato il compito d'indagare su Alpha, una metropoli abitata da milioni di esseri provenienti da ogni parte dell'universo. La sua opulente prosperità è permessa dallo scambio di conoscenze e tecnologie fra gli abitanti che, malgrado le diversità, da sempre convivono pacificamente. È giunta voce però, che forze misteriose intendono capovolgere la situazione e creare il caos, ponendo fine allo splendore di questa città. Questo il biglietto da visita della seconda space opera (un sottogenere della fantascienza ambientato tipicamente nello spazio esterno e contraddistinto dall'avventura romantica) del regista francese, a 20 anni di distanza da "Il Quinto Elemento". Adattate in precedenza a una serie d'animazione franco-giapponese, trasmessa per la prima volta il 7 novembre 2007 da Canal +, la fantascienza e le battaglie futuristiche caratterizzanti le avventure di "Valerian e Laureline", rappresentano solo un pretesto scelto dagli autori per affrontare tematiche sociali tuttora tipiche dei nostri tempi. Si va dall'ecologia alla condizione della donna, dall'anarchia alla concentrazione del potere nelle mani di pochi. Se questo aspetto, motivo principale del riscontro estremamente favorevole, da parte di pubblico e critica, a livello planetario, sarà tenuto in considerazione anche da Luc Besson, il successo del film, che prevede tra l'altro la partecipazione di attori prestigiosi, come Clive Owen, Ethan Hawke, Rutger Hauer e John Goodman, dovrebbe essere alquanto probabile, e non resta che attendere la proiezione qui da noi per esserne certi.

 

Magazine

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:443 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:6742 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:483 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto

L'Uomo Bagno. Tra fumetto punk ed epica supereroistica.

06-04-2017 Hits:829 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Se credete che Vito Angelo Vacca manchi di tempi comici, che sia fautore di un umorismo ormai obsoleto, oppure se semplicemente avete come metro quello dei fumetti umoristici di tendenza disegnati male, ecco, vi conviene mollare questa recensione e andare a leggere altri articoli. Anzi, se preferite...

Leggi tutto

XXXombies. Porno, Zombie e qualche occasione sprecata.

30-03-2017 Hits:803 Critica d'Autore Redazione

  di Giorgio Borroni. Ai loro occhi rossi, 30 centimetri di dimensione artistica sono solo un hot dog maxi; 2 meloni rifatti disgustoso cibo in scatola, se si buttano in mezzo a una ammucchiata è solo per abbuffarsi! Signori e signori, preparatevi a uno spettacolo mai visto: gli zombie invadono il...

Leggi tutto

Zombie Feast

13-03-2017 Hits:1006 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. Allora, c’è un francese, un italiano e un tedesco... no, aspettate, non era così. Ricominciamo: c’è uno sfigato quattrocchi e sua sorella Barbara al cimitero che, ehm... no. No, accidenti, mi confondo... aspettate mi sa che era una via di mezzo. Com’è che era? Gesù, la memoria...

Leggi tutto