Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

7th GARDEN (J-POP)

7th gardenDi Matilde Losani

Ho iniziato a leggere questo manga con un pizzico di scetticismo. Ho pensato si trattasse dell'ennesima storia di angeli e demoni, in eterno conflitto per la conquista dell'anima degli umani. Con mio grande sollievo, una volta addentratami nella lettura, ho dovuto ricredermi, perché il male ed il bene sembrano aver completamente invertito la loro stessa definizione e, quindi, nulla deve essere dato per scontato. Il titolo richiama alla mente (quantomeno alla mia) l'espressione comune, che trae origine dal testo biblico, “settimo cielo”, quasi a lasciar intendere che oggetto di contenzioso non è il regno dei cieli, ma il regno sulla terra, unico luogo dove – obiettivamente – può esistere un giardino. E non c'è giardino che non abbia il suo giardiniere: l'orfano Awyn, accolto da ragazzino nella villa della dolce Marie, apparentemente un bonaccione, che non tradisce sul proprio volto alcun segno di rancore, rabbia e violenza, sempre con sorriso rassicurante dipinto sul volto. Sarà proprio nel suo tanto curato giardino che Awyn risveglierà una creatura dalle fattezze femminili, con lunghi capelli rossi, un corpo da pin up, un corpetto di pelle nera e degli stivali in perfetto stile fetish. Comprendere la sua identità non è difficile, giacché lei stessa si presenta come Vyrde, il Diavolo, che da subito propone ad Awyn una stretta e proficua collaborazione. Il giardiniere tentenna, in quanto fermo nella sua decisione di non credere a tutto ciò che trascende l'umana comprensione e percezione, ma quando la vita della tenera Marie viene spezzata dagli “apostoli” (cavalieri a cui è stato demandato il compito di epurare gli eretici su mandato di una Chiesa che, pur non essendo definita cristiana, ne riprende struttura e dogmi), le sue incertezze sono spazzate via e decide di diventare un servo o “nano” nel giardino del Diavolo,. Inizia così la lotta di Awyn, dotato di una spada speciale da Vyrde, affascinante ai livelli di “Il Diavolo veste Prada”, ma il cui obiettivo è annientare sei angeli sparsi sulla terra e riconquistare il suo giardino. Inizia la lotta e viene stanato quasi subito il primo angelo (anch'esso dalle inequivocabili e procaci forme femminili), quando arriva in suo soccorso Uhl, quello che sembra essere uno degli angeli più forti e carismatici, che appella il Diavolo con il suo vero nome: Maria. E con questa rivelazione si conclude il primo numero, lasciando alla mia mente domande, supposizioni e dubbi: se i giardini sono sette e gli angeli sei, il settimo angelo era Maria? Ha preso il nome di Diavolo, in quanto si è ribellata al sistema costituito? Perché il padre di Awyn è stato ucciso e sua madre si è suicidata? Cosa ha visto cadere dal cielo la piccola Marie nel bosco? E cosa avrà voluto dire l'angelo dicendo che “questo villaggio sin dall'inizio non esiste nemmeno”?

 

7th GARDEN di Mitsu Izumi, J-POP Manga, sovracoperta, b/n, brossurato, € 5,90.

banner2 sturiellet

 

 

Magazine

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:519 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:714 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:784 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:914 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:941 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:484 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3806 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto