Logo

She-Hulk (Panini Comics)

she hulkdi Corrado Morale

Una super-eroina "cugina d'arte", visto che è imparentata con il più famoso e musone Bruce Banner; diventata tale a causa di una trasfusione di sangue dell'ingombrante parente. La vita editoriale di Jennifer Walters ha avuto varie vicissitudini e qualche momento di gloria grazie ad un ciclo straordinario firmato da Byrne. Oggi la ritroviamo avvocato in carriera (si sa che in America non mancano i prìncipi del foro) in un momento difficile della propria carriera. La crisi ha colpito tutti, anche le ex super eroine che sfruttano la propria immagine per attirare clienti. Il grado di ironia è molto alto, ma anche il dramma, in una società che non perdona i pesci piccoli e ha come ago della bilancia il denaro.

She-Hulk, nel primo episodio, si ritrova a difendere persone che non avrebbero neanche il denaro per fare la spesa; ma nel momento di maggiore crisi, Jennifer, mettendo da parte i propri principi morali, si ritrova a difendere nientemeno che il figlio del Dottor Destino, riuscendo peraltro a fargli ottenere asilo politico.

Il disegno pecca un poco di quella nuova moda dello stile underground, a discapito della fruibilità anche da parte di un pubblico avvezzo al “popolare”. Copertine straordinarie, attente ai contenuti delle storie che miscelano drammaticità, mistero, azione e tanto divertimento.

Consigliato a chi ama le maggiorate con tanto cervello.

 

She-Hulk miniserie di due volumi, cartonato, colori, € 14,00; edito da Panini Comics Italia.

 

banner2 sturiellet

 

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.