Logo

AltroQuando ringrazia

altroquando[22/06/2010] » "Adesso, superata in modo lieto la fase del pronto soccorso, la situazione della nostra fumetteria rimane precaria e tuttora incerta".

Vi abbiamo parlato negli ultimi giorni del caso della fumetteria AltroQuando di Palermo, che attanagliata dalla crisi e a rischio di vedersi bloccare le forniture delle nuove uscite editoriali da parte del distributore Alastor, se entro giorno 15 giugno non avesse ripianato un debito di almeno 8000 euro, aveva rivolto un accorato appello di solidarietà ai lettori del capuluogo siculo, ma anche di tutta la nazione, per invitarli ad acquistare nel loro negozio e aiutarli così a non chiudere. L'appello ha prodotto anche un'asta di disegni originali, a cui tra gli altri hanno partecipato anche Makkox e Leo Ortolani. L'incasso della serata è stato devoluto alla fumetteria palermitana. Adesso AltroQuando ringrazia con queste parole:

E’ trascorsa poco più di una settimana da quando la fumetteria AltroQuando ha lanciato il suo appello alla città di Palermo. La nostra attività ventennale rischiava la chiusura a causa dei debiti e delle scelte poste in atto dal fornitore che aveva sospeso la consegna delle merci alla nostra libreria. L’appello redatto in fretta e diffuso su Internet era stato, da parte nostra, un gesto estremo. Quasi il grido di un animale ferito che già guarda negli occhi la fine della propria esistenza e urla che “non è giusto”.

Oggi, a distanza di pochi giorni, il nostro stato d’animo è radicalmente cambiato. La tristezza ha lasciato posto all’entusiasmo. La collera alla commozione. La risposta solidale di una fetta così larga di popolazione, non soltanto palermitana, ha fatto sì che lo spettro della chiusura fosse per il momento allontanato. L’intervento amichevole dei fumettisti di Palermo, in buona parte sbocciati e cresciuti tra i fumetti di AltroQuando, si è dimostrato il più prezioso dei riconoscimenti per le nostre fatiche passate. Anche l’affettuosa partecipazione di altri artisti italiani del settore ha significato molto. Così per il mondo della cultura e dello spettacolo palermitani. L’aiuto della cittadinanza, che ha scelto di non rassegnarsi a veder sparire un’altra realtà storica del Cassaro, ed è intervenuta con acquisti solidali e l’apertura di crediti per compere future. La splendida asta di tavole originali svoltasi presso il Circolo Malaussène lo scorso 12 Giugno, e tutta la solidarietà giunta da più parti, non ha soltanto fornito ad AltroQuando quell’ossigeno che gli serviva per rialzarsi e riprendere a lottare. Ha mutato e arricchito il nostro modo di vedere il mondo, e ci ha reso forse tutti un po’ migliori di ieri.
Adesso, superata in modo lieto la fase del pronto soccorso, la situazione della nostra fumetteria rimane precaria e tuttora incerta. La strada da percorrere per uscire definitivamente dalla tunnel e poter dire che AltroQuando è salvo è ancora lunga.  Sono tante le iniziative in fase di studio che presto seguiranno. Ma oggi, con l’aiuto di tutti voi, sappiamo che possiamo farcela.

AltroQuando ringrazia tutti. Ogni aiuto, piccolo e grande, è stato fondamentale per superare il momento peggiore.

L'intervento completo potete leggerlo QUI.

La campagna "virale" (come l'hanno definita gli stessi ideatori di AltroQuando) ha quindi prodotto in breve tempo un esposizione mediatica e pubblicitaria insperata così come ha prodotto risultati economici insperati che tamponano così quella che sembrava una situazione disperata. La fumetteria palermitana non ha però fornito cifre ufficiali riguardanti la cifra che è riuscita ad raccogliere dalle vendite in negozio e on line dopo l'appello e circa quanto ha fruttato l'asta.

Come abbiamo ipotizzato in un articolo pubblicato da Fumetto d'Autore, che sia trovato un nuovo ammortizzatore "solidalsociale" che possa dare ossigeno ad settore, quello del fumetto, già in crisi da molto prima della Crisi?

Al di là di sdramattizzazioni volute in un momento difficile (economicamente) per tutti, a tal proposito, noi di Fumetto d'Autore abbiamo provato, negli ultimi giorni, a interpellare via mail altre fumetterie palermitane per capire come vivessero anche loro la Crisi e sapere cosa ne pensassero di quanto sta accadendo in città attorno ad AltroQuando, ma non abbiamo ricevuto, al momento, alcuna risposta.

Se rappresentanti di fumetterie di Palermo volessero riportare su queste pagine il proprio punto di vista su AltroQuando, la Crisi e la situazione delle fumetterie in città, Fumetto d'Autore è a vostra completa disposizione per ospitare i vostri interventi.

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.