Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Serata anni 80 al WOW di Milano

 Drive In Canale 5

1980-1984: dalla italo-disco a Drive In 

 

I grandi fenomeni di costume della prima metà degli anni Ottanta raccontati dai loro protagonisti

 

WOW SPAZIO FUMETTO
Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano

Viale Campania, 12 - Milano

 

Info: 02 49524744/45 - www.museowow.it

 

Ingresso libero all’incontro – Ingresso alla mostra Ottanta nostalgia 3/5 €

 

In occasione della mostra Ottanta Nostalgia, allestita fino al 1° ottobre, WOW Spazio Fumetto

 dedica una serata ai fenomeni di costume della prima metà del decennio in collaborazione con One TV. Tra programmi televisivi e hit musicali, tra italo-disco e Drive In, riscopriremo come ci si divertiva tra il 1980 e il 1984 in compagnia di cantanti, attori, musicisti e giornalisti che hanno fatto la cultura pop italiana di quegli anni, da Enrico Beruschi a Albert One, da Marco Ferradini a Nino Formicola.

 Gli anni Ottanta hanno formato il nostro immaginario, con film e cartoni animati ancora amatissimi, ma anche con l’esplosione delle reti televisive private e la nascita di moltissimi programmi diventati di culto. Uno dei più amati fu certamente Drive In, ideato da Antonio Ricci e trasmesso su Italia 1 dal 1983 al 1988, che ospitava alcuni dei comici più famosi del periodo: Gianfranco D’Angelo, che imitava vip come Pippo Baudo, Sandra Milo, Raffaella Carrà o il politico Gianni de Michelis; Ezio Greggio, celebre per gli sketch dell’Asta Tosta e Spetteguless; Giorgio Faletti, che interpretava tra gli altri la guardia giurata Vito Catozzo e l’adolescente Carlino; e ancora Enrico Beruschi, Zuzzurro e Gaspare, Margherita Fumero, Carlo Pistarino, il paninaro Enzo Braschi, Massimo Boldi, Teo Teocoli e molti altri.

 Nel frattempo, dalle discoteche italiane si diffondeva il fenomeno della italo-disco, che con i suoi tormentoni arrivò presto a conquistare le piste da ballo di mezzo mondo. Gazebo, Scotch, Sandy Marton, Righeira, Albert One, Diana Est, Lu Colombo raggiungono in breve tempo il successo – a volte per altrettanto breve tempo – con ritmi sincopati, sonorità elettroniche e canzoni divertenti e leggere.

 Per orientarci in questo mondo variegato e ricordare i fenomeni più interessanti della prima metà degli anni Ottanta,

WOW Spazio Fumetto insieme a One TV (canale 112 del digitale terrestre) e Micromedia Communications organizza una serata talk-show giovedì 7 settembre 2017 alle ore 21:00.

 Parteciperanno autori, cantanti, attori, musicisti, comici e protagonisti di quel periodo, per raccontare aneddoti e dietro le quinte intervistati da Marco Ciapparelli, giornalista e conduttore del programma Ottantallora.

 Saranno ospiti della serata Enrico Beruschi e Nino Formicola (Gaspare di Zuzzurro e Gaspare), colonne portanti di Drive In, Ricky Belloni dei New Trolls, Marco Ferradini (Teorema), Ronnie Jones, i musicisti italo-disco Martinelli, Albert One e Fred Ventura. Inoltre interverranno Roberto Turatti, ex batterista dei Decibel e produttore italo-disco, Luigi Albertelli, autore televisivo e paroliere sia per brani di musica leggera che per sigle di cartoni animati, e il giornalista Luca Pollini, autore del libro Gli Ottanta: l’Italia tra evasione e illusione.

 

Magazine

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:635 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto

L'Intervista - Alessia Mainardi e Casa Ailus, destinazione Lucca 2018

25-10-2018 Hits:569 Autori e Anteprime Redazione

Lucca 2018 si avvicina, scopriamo tutte le novità del collettivo Casa Ailus insieme alla sua vulcanica "capitana", la scrittrice Alessia Mainardi. Fumetto d'Autore: Buongiorno Alessia. Vorresti presentarti ai lettori del nostro sito? Alessia Mainardi: Buongiorno a tutti i lettori di Fumetto d'Autore. Di me posso dirvi che mi chiamo Alessia Mainardi, di...

Leggi tutto

L'Intervista - Paul Izzo, sceneggiatore per tutti i gusti

15-12-2017 Hits:9430 Autori e Anteprime Giorgio Borroni

Oggi, qui in esclusiva su Fumetto d’Autore ho il piacere di intervistare un fumettista a 360 gradi, che può vantare esperienze che vanno dalla pubblicazione indipendente su web fino a collaborazioni con una testata del calibro di Diabolik. Ladies and Gentlemen, ecco a voi… Paul izzo! FdA: Benvenuto su FdA, Paul, tolgo...

Leggi tutto

BERSERK: LUCI E OMBRE

27-11-2017 Hits:11112 Critica d'Autore Redazione

  Di Giorgio Borroni Un paio di anni fa, quando ancora frequentavo i gruppi facebookiani relativi ai fumetti, mi capitò di esprimere un paio di mie idee sulla deriva presa da Berserk, il celebre manga di Kentaro Miura. La fauna che più spesso è attiva sui social, si sa, per una bella...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 2

21-11-2017 Hits:11325 Critica d'Autore Redazione

  Justice League of Marvel   Di Alessio Sgarlato Dopo questa lunga ma necessaria premessa, veniamo all’oggetto del contendere, ovvero Justice League, il più bel sequel di Avengers uscito finora. I film Marvel e quelli della DC con questa pellicola si trovano a dover rendere conto allo spettatore di ingombranti somiglianze estetiche. Tanto negli...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 1

20-11-2017 Hits:11058 Critica d'Autore Redazione

  Marvel VS DC – La battaglia del secolo   Di Alessio Sgarlato   Nel 2016 esce Batman V Superman – Dawn of Justice e diventa immediatamente un film controverso, nel quale il pubblico non riesce a ritrovare lo spirito originale dei personaggi e delle storie che lo hanno ispirato. Eppure, per me si rivela...

Leggi tutto

La distopia ucronica di “Space Anabasis"

13-11-2017 Hits:11161 Critica d'Autore Redazione

    Per aspera ad astra, deinde a caelo usque ad centrum!  La distopia ucronica di “Space Anabasis”: tra i giochi di potere, nella fantascienza del passato   Roma, anno 2770 ab urbe condita: un 2017 d.C. alternativo in cui, come recita la didascalia già dalla prima striscia: « L’impero ha tenuto il sistema...

Leggi tutto