Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Intervista » Francesco Settembre: Narnia Fumetto no more, la versione di Antani

narniafumetto2013di Alessandro Bottero

Ci sono manifestazioni a fumetti enormi, e altre meno enormi. Ce ne sono di fredde, di organizzate, di commerciali, di assolutamente professionali fino al midollo e anche di più. E ciascuna ti invita, ti blandisce, cerca di sedurti con promesse di vario genere. Ma alla resa dei conti ognuna è unica e irripetibile, e quando una svanisce la perdita è per tutti. Narnia Fumetto non è la manifestazione più grande, né quella con più visitatori. Ma Narnia Fumetto esisteva. Aveva carne e sangue. E il fatto che in questi giorni nel 2014 non si terrà la nuova edizione, non è una bella cosa. Per nessuno. E allora ci siamo detti “Perché non chiedere direttamente a Francesco Settembre, organizzatore e dittatore unico di Narnia Fumetto, cosa è successo?”. Ed ecco cosa ci ha risposto.

Prima di parlare di cosa è accaduto per l’edizione 2014 dobbiamo necessariamente contestualizzare il tutto. Cos’è stato Narnia Fumetto fino ad oggi?

Una bella esperienza.

Insieme ad un gruppo di appassionati, divenuti poi associazione, abbiamo provato a mettere insieme idee e proposte, per realizzare, nella nostra provincia, quello che ritenevamo fosse "il meglio possibile". Nata Narnia Fumetto (2006), che doveva fare - nelle previsioni del comune - trecento ingressi, per arrivare, invece, a sfiorare i duemila, poi è toccato a Fumetterni (2009 e 2010).

Ad oggi, NF, era diventata - consentitemelo! - un gioiellino: organizzata con poco, credo che l'ingrediente principale (il cuore), l'abbia portata ad essere uno degli eventi meglio riusciti del centro italia. Soprattutto in proporzione alla grandezza del centro nel quale veniva realizzata...

All'inizio dell'estate tramite il tuo blog hai diffuso un comunicato dove dichiari ufficialmente che Narnia fumetto 2014 non si terrà. Puoi dirci perché?

Le strutture, i fondi ed i tempi non consentivano di far crescere la manifestazione.
Non quest'anno.

Quali sono le promesse, o se preferisci “assicurazioni”, che avevi ricevuto e che non sono state mantenute? 

Diciamo che speravamo in aiuti più robusti.
Non polemizziamo col Comune, che ha fatto - credo e spero - quello che ha potuto.
Ma altri enti hanno latitato troppo...

Qual è il senso di una manifestazione come Narnia Fumetto, oggettivamente più piccola come dimensioni rispetto a nomi storici come Romics o Lucca Comics?

Diffondere la cultura del fumetto e della lettura.

Se, oltre a Lucca, organizziamo altri dieci eventi di qualità, che raggiungono anche persone diverse, non togliamo niente a quell'eventone, pur dando tantissimo in termini qualitativi al fumetto ed alle realtà locali. E non solo.
E poi, scusa: Lucca ha l'esclusiva del fumetto, in Italia?

Ci sono tanti eventi più piccoli di Lucca (ancora per poco, magari) che culturalmente la superano o stanno per farlo: Etna Comics, il Comicon di Napoli.

E tanti altri, che sono in zone "desertiche", nelle quali nessuno investe, in termini di fumetto, se non pochi negozianti: vogliamo parlare di Teramo Comix?

Anni fa avevi provato ad organizzare anche una manifestazione a Terni, e anche quella dopo pochi anni è naufragata tra promesse mai mantenute. È l’Umbria in sé che non è favorevole alle manifestazioni a fumetti?

Si, e Terni poteva dare tanto di più.
Ma sono storie diverse: a Terni c'è una amministrazione sorda agli eventi culturali.
A Narni no.
I problemi non sono "in Umbria", ma nel sud della regione. Come per tutto: figli dell'egemonia culturale e politica di Perugia, che è comune, provincia più grande e capoluogo di regione.

Magazine

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:941 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:1477 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:1137 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:1354 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:1258 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:786 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:4065 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto