Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Il nerissimo humor di Lenore, ragazzina cadavere

La casa editrice Elliot propone ai lettori italiani alcune delle più recenti (dis)avventure della simpatica zombie adolescente e dei suoi amichetti Ragamuffin e Wicket, morti pure loro.

di Giuseppe Pollicelli*

Quando si attraversa l’adolescenza si ha sempre un buon motivo per sentirsi a disagio, fuori posto. Per sentirsi diversi, insomma. È quel che succede anche a una pallidissima ragazzina di nome Lenore che il fumettista statunitense Roman Dirge ha inventato più di vent’anni fa, nel 1992, e che da allora è rimasta, appunto, una ragazzina. Condizione che, per quanto la riguarda, durerà perennemente, dal momento che Lenore è morta e dunque non ha nessuna possibilità di crescere, di svilupparsi e, in generale, di veder cambiare il proprio stato. Ogni adolescente deve misurarsi con un problema più grande degli altri, o che da lui/lei viene percepito come tale, e per Lenore questo problema è per l’appunto il fatto di essere morta, poiché la fa sentire differente (non si può darle tutti i torti) e le crea, quindi, un sacco di imbarazzi. Tanto più che, con la tipica goffaggine di tanti adolescenti, a Lenore capita spesso di combinare dei grossi pasticci, che nel suo caso consistono talvolta nel provocare, in un modo o nell’altro, la morte accidentale di chi le sta attorno. La qual cosa, non serve spiegarne le ragioni, la condanna alla solitudine. Fortuna che almeno due amici inseparabili Lenore li ha: Ragamuffin e Wicket. Gli unici, a quanto sembra, in grado di sopportarla e addirittura di comprenderla. Forse perché se la passano ancor peggio di lei, essendo a loro volta defunti ma essendo deceduti quando erano ancora bambini, per giunta molto piccoli. Difatti il povero Ragamuffin lo ammette con sincerità: “Ho il complesso dell’altezza”. Il 41enne Dirge, in questi due decenni, ne ha realizzate parecchie di storie di Lenore, la quale non si è peraltro manifestata solo all’interno di tavole a fumetti dal macabro umorismo ma anche, e massicciamente, su magliette, spille, carta da lettere, sotto forma di pupazzo ecc. Ora, con il libro Lenore. Ossa frullate (pp. 108, euro 14,90), provvede la casa editrice Elliot a proporre ai lettori italiani alcune tra le più recenti (dis)avventure di questa dolce ragazzina cadavere dagli occhioni costantemente in procinto di schizzar via dalle orbite e dallo sguardo sempre sgomento. Del resto le tocca essere adolescente in eterno: è dura, sapete.

lenore copertina

lenore tavola

*Articolo tratto da LiberoVeleno, inserto satirico del quotidiano Libero, del 15/12/2013. Per gentile concessione dell'autore.

Magazine

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:941 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:1477 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:1137 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:1354 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:1258 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:786 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:4065 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto