Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Il Bruce Lee di Benni e Maramotti

Edito da Mompracem, viene riproposto dopo quasti trent’anni un raro fumetto dei due autori satirici

di Giuseppe Pollicelli*

Mompracem, nome dagli smaccati echi salgariani, è il marchio curato da Francesco Coniglio con cui, da poco più di un anno, la casa editrice romana Castelvecchi manda in libreria i titoli del proprio catalogo dedicati al fumetto e alla satira. Alcune settimane fa, su queste stesse pagine, abbiamo recensito la raccolta integrale della serie umoristica I Sottotitolati di Greg; stavolta, dopo avere ricordato che negli ultimi mesi Mompracem ha pubblicato anche due “balenotteri” rispettivamente firmati da Stefano Disegni (Una risata li spegnerà, pp. 382, euro 17,50) e Riccardo Mannelli (Fine penna mai, pp. 382, euro 17,50), ci occupiamo della riproposta di una dimenticata chicca fumettistica la cui prima (e fino a oggi unica) apparizione si registrò quasi trent’anni fa, precisamente nel 1986, sulle pagine di un mensile della Rizzoli che ha da tempo chiuso i battenti, “Corto Maltese”. La chicca in questione è tale soprattutto in virtù dei suoi autori, due veri e propri pezzi da novanta della satira italiana, lo scrittore Stefano Benni e il fumettista Danilo Maramotti, i quali, in questo caso, si sono cimentati in una curiosa e intrigante (pur nella sua brevità) biografia di Bruce Lee: L’uomo che incontrò il piccolo drago (pp. 72, euro 16). L’inesorabile procedere di Lee - stritolato da un’industria cinematografica che ne sfrutta cinicamente il debordante successo - verso un tragico destino di morte è raccontato da Benni e Maramotti con levità, senza privilegiare un registro drammatico ma anzi proponendo ritmi e scansioni da fumetto avventuroso classico, qui valorizzati da una costruzione della tavola sempre piuttosto dinamica. La lettura è resa particolarmente gradevole dall’accattivante segno di Maramotti, il cui tratto spesso e dalle linee marcate è un chiaro omaggio allo stile del Chester Gould di Dick Tracy ma, ancor di più, a quello del Wilson McCoy di Phantom (l’Uomo Mascherato), come giustamente notato nella sua introduzione da Claudio Ferracci.

brucelee benni cop

brucelee benni tav

*Articolo tratto da LiberoVeleno (inserto satirico del quotidiano Libero) del 1° dicembre 2013. Per gentile concessione dell'autore.

Magazine

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:548 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:607 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:754 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:848 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:412 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3746 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto

L'Intervista - Alessia Mainardi e Casa Ailus, destinazione Lucca 2018

25-10-2018 Hits:3577 Autori e Anteprime Redazione

Lucca 2018 si avvicina, scopriamo tutte le novità del collettivo Casa Ailus insieme alla sua vulcanica "capitana", la scrittrice Alessia Mainardi. Fumetto d'Autore: Buongiorno Alessia. Vorresti presentarti ai lettori del nostro sito? Alessia Mainardi: Buongiorno a tutti i lettori di Fumetto d'Autore. Di me posso dirvi che mi chiamo Alessia Mainardi, di...

Leggi tutto