Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

"Il nuovo romanzo di Dan Braun" di Davide La Rosa: nessun valore culturale

dan_braun

di Alessandro Bottero

Alla fine ho letto il volume di Davide La Rosa, "Il nuovo romanzo di Dan Braun", pubblicato da NPE. Ho riso? No. L’ho trovato divertente? No. L’ho trovato questa perla di narrativa disegnata che il professor Barbieri descrive nella sua postfazione? No. Ho trovato spassosa la postfazione del professor Barbieri, ma solo perché trovo delirante che un professore universitario debba ricorrere al turpiloquio per sembrare ggggiovane nelle sue postfazioni.

Allora che ne penso? Penso che ognuno abbia il diritto di scrivere e disegnare cosa gli fa piacere. Il problema non è La Rosa. Il problema è quello che diceva Alberto Sordi: “Io non ce l’ho con te. Ce l’ho con quello vicino che non ti dà una botta in testa”.

Il problema non è se uno legittimamente scrive e disegna quello che vuole. Il problema è chi sceglie di pubblicarlo. È vero che come uno è libero di scrivere e disegnare quello che vule, così un direttore editoriale (in questo caso Andrea Mazzotta di NPE) è libero ed ha il sacrosanto diritto di decidere cosa far pubblicare alla casa editrice per cui lavora. Ma mentre non posso in alcun modo (né mi permetterei mai) sindacare il diritto di un AUTORE ad esprimersi, mi permetto eccome di sindacare le scelte editoriali che portano una casa editrice a dare spazio e voce ad un’opera piuttosto che ad un’altra. Soprattutto se ai miei occhi l’opera in questione non ha, a parte la realizzazione personale dell’aver scritto quello che il singolo voleva scrivere, alcun motivo di esistere.

L’editore, come ho detto e scritto decine di volte, è colui che decide di dare vita e voce alle storie che incontra sul proprio cammino. Le storie le scrivono altri, ed assolvono all’esigenza di espressione del singolo. Le storie PUBBLICATE sono una cosa diversa. Sono una dichiarazione per cui l’editore dice “Io ritengo che QUESTA storia abbia un valore ULTERIORE all’autoaffermazione individuale, e quindi investo tempo/energia/sforzi/soldi per far sì che diventi opera a disposizione di tutti.”.

Ecco, io questo lo contesto, perché (legittimamente, in quanto mia opinione) non trovo che questo volume di La Rosa abbia un valore tale da dover essere pubblicato da un editore diverso da La Rosa stesso.

Non è divertente. Non è innovativo. È un coacervo di luoghi comuni/slogan sulla chiesa cattiva che non paga l’ICI. È una storia sgangherata. Perché un editore dovrebbe pubblicarla? Perché un editore dovrebbe investire risorse e lavoro per pubblicare QUESTA storia e non altre?

La risposta (per me) è una sola: perché in queste condizioni particolari di mercato libri come quello di La Rosa sono dei “fenomeni da internet”. Ossia La Rosa ha un suo seguito in rete tale che qualche centinaio di copie le vendi. E quindi conviene. Nessun valore culturale. Solo soldi.

Ah, un’ultima cosa… mia moglie studia teologia alla Pontificia Università Lateranense. Ha fatto tre anni di filosofia, e due di Teologia. E dopo cinque anni di lezioni, esami, e ora e ore di studio, quando deve parlare dell’eucarestia, della chiesa, del mistero della transustanziazione ci pensa con attenzione, perché sono cose complesse e vanno esposte per bene. Oltretutto fatalità vuole che anche io sia in grado di dire, per studi personali ed approfondimenti con amici e studiosi di teologia, che il modo con cui La Rosa tratta della transustanziazione e del problema dei celiaci con la somministrazione dell'eucarestia sia estremamente scorretto e sbagliato. Allora a me da MOLTO fastidio che La Rosa banalizzi questi argomenti in due pagine, con argomenti adatti ad una discussione da bar, tra ubriachi. Se non si conoscono gli argomenti, evitiamo di scriverne. Diremmo meno cazzate.

Ma tanto lo sappiamo no? Le battute e le “rivelazioni” contro la chiesa strappano sempre l’applauso al fedele pubblico del fumettomondo.

Magazine

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:227 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:377 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:578 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:246 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3621 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto

L'Intervista - Alessia Mainardi e Casa Ailus, destinazione Lucca 2018

25-10-2018 Hits:3459 Autori e Anteprime Redazione

Lucca 2018 si avvicina, scopriamo tutte le novità del collettivo Casa Ailus insieme alla sua vulcanica "capitana", la scrittrice Alessia Mainardi. Fumetto d'Autore: Buongiorno Alessia. Vorresti presentarti ai lettori del nostro sito? Alessia Mainardi: Buongiorno a tutti i lettori di Fumetto d'Autore. Di me posso dirvi che mi chiamo Alessia Mainardi, di...

Leggi tutto

L'Intervista - Paul Izzo, sceneggiatore per tutti i gusti

15-12-2017 Hits:13052 Autori e Anteprime Giorgio Borroni

Oggi, qui in esclusiva su Fumetto d’Autore ho il piacere di intervistare un fumettista a 360 gradi, che può vantare esperienze che vanno dalla pubblicazione indipendente su web fino a collaborazioni con una testata del calibro di Diabolik. Ladies and Gentlemen, ecco a voi… Paul izzo! FdA: Benvenuto su FdA, Paul, tolgo...

Leggi tutto