Logo

Allagalla: il fumetto argentino e oltre

fullcomics2010-12[06/03/2010] » Fullcomics 2010 - Giorno 2 - Ore 15.30

Allagalla  è certamente un editore coraggioso e a cui guardiamo con fiducia e speranza. La qualità sembra essere la sua parola d’ordine, al suo stand, presso Fullcomics, abbiamo visto dei volumi confezionati molto bene e con nomi di tutto rispetto: Bernet, Trillo, Breccia, Segura. Abbiamo incontrato Luca Ferrero e Danilo Chiomento che sono rispettivamente il direttore responsabile ed il coordinatore editoriale della casa editrice, e per prima cosa ci hanno spiegato l’origene del nome. ”Allagalla è un nome ispirato ad un fumetto italiano di fantascienza degli anni cinquanta intitolato "Il terrore di Allagalla" che raccontava di uno scienziato pazzo che crea un robot gigante, chiamato Tas, per conquistare il mondo: i suoi piani perversi sono però ostacolati da un' intrepida eroina.”

Tas è diventata anche il nome dell’etichetta che distingue la produzione argentina con cui la casa editrice ha aperto la sua attività editoriali e come abbiamo già evidenziato è caratterizzata da nomi importanti legati alla storia del fumetto argentino e internazionale. Carlos Trillo ed Enrique Breccia sono le firme de “Il Pellegrino delle stelle” pubblicato per la prima volta in edizione completa, che presenta anche l'inedito finale, un capolavoro del fumetto mondiale che si può gustare in un elegante formato che valorizza il segno graffiante e l’eleganza elle  tavole di Enrique Breccia.

Un altro interessante titolo che Allagalla ci invita a esaminare è Caballero Rojo del duo Torres-Navarro, un fumetto “supereroistico" che racconta le gesta del lottatore mascherato noto appunto come Caballero, Rojo nella sua evoluzione generazionale: una maschera che passa da padre a figlio. Un eroe, il "Cavaliere Rosso" che ha  ospitato firme importanti come Solano Lopez nel primo volume e in seguito Eduardo Risso, Quique Alcatena, Horacio Lalia.

Luca e Danilo ci raccontano che in futuro la casa editrice continuerà ad interessarsi al fumetto argentino ma ha anche in programma dell’altro. Infatti in un futuro molto prossimo è prevista l’uscita di un volume americano intitolato Rotten scritto da Mark Rahner e disegnato Dan Dougherty  Un interessante viaggio nel genere horror, ambientato in un ottocento ricco di riferimenti ai tempi moderni, in cui i temi tradizionali del genere "zombie" incrociano quelli del sociale. - In un momento della storia raccontata in Rotten - ci spiega Danilo Chiomento - uno zombie viene preso prigioniero e immobilizzato, il protagonista si porrà quindi un problema di coscienza, ovvero se è lecito togliere la vita ad un essere che può nascondere ancora un briciolo di umanità. -

Un altro titolo che vedrà a breve la luce è “Quattro secondi” di Alejo Valdearena e Feliciano Zecchin due giovani autori già premiati al festival del fumetto di Buenos Aires e caldamente consigliato dallo stesso Trillo.

Ma Allagalla guarda anche agli italiani, ed è pronto a mettere il proprio marchio su qualche interessante autore di fumetti nostrano che abbia in se sostanza e qualità da offrire.

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.