Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale - Natangelo Sessista! O forse no?

http o.aolcdn.com hss storage midas a3033a876e5ce9f07b05c32321be52e9 205960635 Cattura

 

 

Natangelo Sessista! O forse no?

Di Alessandro Bottero

Natangelo, autore di Pensavo Fosse Amore invece era Matteo Renzi, libro  divertente pubblicato nel 2016 dalla Magic Press e ristampato in “Edizione Boschi”  nel 2017 con quattro pagine inedite,  è improvvisamente diventato un becero sessista che offende e vilipende la ex-ministra boschi.

Perché tutto ciò? Perché sul Fatto quotidiano ha pubblicato una vignetta dedicata alla Boschi, dove argutamente rivela agli italiani un elemento importante per decodificare cosa dice la Boschi nelle sue esternazioni pubbliche: il cosciometro. La vignetta è abbastanza chiara e si spiega da sola, quindi non sto a perdere tempo a spiegare cosa sia o non sia il cosciometro.

Il PD è insorto e anche le anime belle del mondo social, accusando in maggioranza Natangelo di essere sessista e prevenuto.  In realtà il PD e le anime belle fano la figura dei cretini, perché  se la satira (come sento ripetere da anni e anni) non deve avere riguardo per nessuno, allora non deve avere riguardo nemmeno per la Boschi.  Oppure, ancora una volta siamo davanti ai soliti due pesi e due misure per cui posso fare vignette contro il papa, la chiesa, Berlusconi, ma  NON contro la Boschi? Se posso farle su tutto allora posso farle anche sulla Boschi. E il discorso si potrebbe chiudere qui.

La cosa interessante è che in gran parte le STESSE persone che non hanno trovato sessista – ad esempio – il manifesto per il Comicon 2017 di Roberto Recchioni, dove era raffigurata come icona del mondo digitale Sasha Gray, nota porno star, oggi trovano sessista e inappropriato il disegno di Natangelo. Io resto perplesso. Sasha Gray era in mutande, la Boschi in abito da sera. A rigor di logica era più spogliata Sasha Gray, ma lei non era  “sessista”, boh.

Il punto in realtà è uno solo. Non esiste un’onestà intellettuale in chi parla e scrive quotidianamente sui social, o quantomeno una coerenza per cui  se sei mesi fa hai detto “Per me questo è A”, oggi lo stesso “Questo” a seconda delle opportunità politiche e di fare bella figura sui social diventa B, o C o addirittura Z.

La vignetta è divertente, e volendo applicare un minimo di memoria storica raffigura in modo SATIRICO un atteggiamento di fare politica che ad esempio, si è espresso  nel corso della campagna per il referendum sulla riforme del 2016. In quell’occasione Renzi disse esplicitamente che l’allora ministra Boschi aveva il compito preciso di spiegare i motivi del Sì, e che le sue capacità e il suo fascino avrebbero convinto  i riluttanti e gli indecisi.

Allora se usi, ovviamente senza dirlo esplicitamente ma facendolo in modo chiaro, il tuo essere donna giovane e avvenente  a tuo vantaggio quando il giuoco si fa duro e devi usare tutte le armi possibile per vincere lo scontro, non puoi poi irritarti se te lo fanno notare.

Conclusione. Il caso Natangelo è un perfetto esempio dell’Italia di oggi: ipocrisia, ignoranza e mancanza della minima memoria storica.

Magazine

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:1198 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto

L'Intervista - Alessia Mainardi e Casa Ailus, destinazione Lucca 2018

25-10-2018 Hits:1091 Autori e Anteprime Redazione

Lucca 2018 si avvicina, scopriamo tutte le novità del collettivo Casa Ailus insieme alla sua vulcanica "capitana", la scrittrice Alessia Mainardi. Fumetto d'Autore: Buongiorno Alessia. Vorresti presentarti ai lettori del nostro sito? Alessia Mainardi: Buongiorno a tutti i lettori di Fumetto d'Autore. Di me posso dirvi che mi chiamo Alessia Mainardi, di...

Leggi tutto

L'Intervista - Paul Izzo, sceneggiatore per tutti i gusti

15-12-2017 Hits:10329 Autori e Anteprime Giorgio Borroni

Oggi, qui in esclusiva su Fumetto d’Autore ho il piacere di intervistare un fumettista a 360 gradi, che può vantare esperienze che vanno dalla pubblicazione indipendente su web fino a collaborazioni con una testata del calibro di Diabolik. Ladies and Gentlemen, ecco a voi… Paul izzo! FdA: Benvenuto su FdA, Paul, tolgo...

Leggi tutto

BERSERK: LUCI E OMBRE

27-11-2017 Hits:12070 Critica d'Autore Redazione

  Di Giorgio Borroni Un paio di anni fa, quando ancora frequentavo i gruppi facebookiani relativi ai fumetti, mi capitò di esprimere un paio di mie idee sulla deriva presa da Berserk, il celebre manga di Kentaro Miura. La fauna che più spesso è attiva sui social, si sa, per una bella...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 2

21-11-2017 Hits:12332 Critica d'Autore Redazione

  Justice League of Marvel   Di Alessio Sgarlato Dopo questa lunga ma necessaria premessa, veniamo all’oggetto del contendere, ovvero Justice League, il più bel sequel di Avengers uscito finora. I film Marvel e quelli della DC con questa pellicola si trovano a dover rendere conto allo spettatore di ingombranti somiglianze estetiche. Tanto negli...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 1

20-11-2017 Hits:12006 Critica d'Autore Redazione

  Marvel VS DC – La battaglia del secolo   Di Alessio Sgarlato   Nel 2016 esce Batman V Superman – Dawn of Justice e diventa immediatamente un film controverso, nel quale il pubblico non riesce a ritrovare lo spirito originale dei personaggi e delle storie che lo hanno ispirato. Eppure, per me si rivela...

Leggi tutto

La distopia ucronica di “Space Anabasis"

13-11-2017 Hits:12156 Critica d'Autore Redazione

    Per aspera ad astra, deinde a caelo usque ad centrum!  La distopia ucronica di “Space Anabasis”: tra i giochi di potere, nella fantascienza del passato   Roma, anno 2770 ab urbe condita: un 2017 d.C. alternativo in cui, come recita la didascalia già dalla prima striscia: « L’impero ha tenuto il sistema...

Leggi tutto