Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale » Non è un paese per Strisce

roseIsrosedi Alessandro Bottero

Qualche giorno fa ho cercato di contare quante strisce a fumetti vengano pubblicate in America ogni mese. Dopo essere arrivato a 200 ho smesso di contare (e mi sono limitato solo alle strisce pubblicate su carta. Gran parte di questi prodotti escono tutti i giorni, e una minoranza solo la domenica. Si tratta di una mole di fumetti (perché sono fumetti anche questi) spaventosa se ci pensiamo bene. E si tratta di fumetti anche belli, oltre che totalmente inediti in Italia. Qualche nome? Rose is a rose, Lio, Artic Circle, 9 Chickwood Lane, e così via.

Il problema è che in Italia le strisce sono considerate mortali. Nessun editore si azzarda a pubblicarle. I quotidiani se ne fregano, o bene che va si limitano ai soliti dieci/dodici titoli classici ormai visti e rivisti in tutte le salse. Editori specializzati in fumetti le evitano come la peste, anche per i costi che chiedono le agenzie che ne detengono le licenze in Italia. Ci sono riviste settimanali o mensili che presentano qualche striscia (Internazionale e poche altre). Ma soprattutto i lettori se ne fregano.

La striscia sembra un formato non in sintonia con le onde cerebrali del lettore medio italiano. E non solo del lettore. Mentre ogni mese ai vari Syndacate americani arrivano decine e decine di proposte di strisce, segno che ci sono autori che hanno voglia di lavorare su questo formato, in Italia gli aspiranti autori non sono tarati sul formato striscia. O Bonelli o comic book americano. Tertium non datur.

Uno mi potrebbe dire “Ma esiste la Rete! Gli autori pubblicano le strisce sui blogghe, su facebuch e sulla rete!” Ok. Perfetto. E allora perché quando si esaminano i progetti o i portfolio dei vari aspiranti alle manifestazioni non si vedono mai proposte di strisce?

Ma posso capire gli autori. Se gli editori, e soprattutto gli editori che HANNO I SOLDI E POTREBBERO INVESTIRE, non investono un euro che è un euro in progetti di questo tipo, sia portando in Italia ottimi prodotti che invece così restano ignoti sia creando e SOSTENENDO IL TEMPO NECESSARIO perché il fenomeno attecchisca riviste dove autori Italiani possono pubblicare strisce, non andremo mai da nessuna parte.

Dite che secondo me gli editori che HANNO I SOLDI E POTREBBERO INVESTIRE dovrebbero essere talmente lungimiranti da capire che gli investimenti devono essere nel lungo termine e non secondo il principio “O la va o la spacca” al primo mese di lancio? Esatto, dico proprio questo. Dico che ci sono editori che HANNO I SOLDI E POTREBBERO INVESTIRE che hanno il braccino talmente corto da non rischiare nulla, quando potrebbero benissimo farlo e non fallire se un progetto dopo SEI/OTTO MESI non risulta in attivo. Tanto hai altre CINQUANTA testate che vendono bene.

Ma tanto lo so che è inutile. La fuori c’è tutto un universo di fumetti belli, divertenti, ben scritti e soprattutto sconosciuti, e i lettori italiani non ne sanno nulla. E continueranno a non saperne nulla.

Magazine

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:541 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:730 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:798 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:929 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:956 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:498 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3818 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto