Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale » Della difficile posizione di chi rovina le illusioni

illusioneotticadi Alessandro Bottero

È sempre lecito coltivare sogni, avere aspirazioni che  ci spingono ad andare avanti, ad investire tempo, risorse, capacità e ogni nostro talento in quel che riteniamo il nostro campo. Non ho nulla contro chi sogna di poter guadagnare da vivere facendo quello che ritiene il suo mestiere. Vivere potendo esprimere la propria creatività. Cosa ci può essere di più soddisfacente, per chi vuole realizzare un qualcosa di proprio, di personale?

Detto questo però, se tutto ciò non si confronta lucidamente e razionalmente con la realtà effettiva del  campo scelto per esprimere la propria creatività, resta mera illusione.

Vediamo di parlare  chiaro: io ammiro e provo sincero affetto verso chi desideri vivere (= guadagnare quei 15.000 euro all’anno minimo per vivere in modo dignitoso)  SOLO facendo il fumettista, sia esso sceneggiatore, colorista, disegnatore o altro. Davvero. Lo ammiro.

E volendo essere sinceri anche io sogno di poter vivere SOLO facendo l’editore di fumetti/libri che  ritengo validi, oppure scrivendo. Io amo scrivere, amo  fare l’editore, e quindi poter vivere dignitosamente facendo SOLO quello che mi piace, sarebbe un sogno. È il MIO sogno. Come quello di tutti.

Ma proprio perché è il sogno di tutti, perché questo sogno si avveri per tutti, ci deve essere una situazione di mercato tale dove la torta sia talmente grande, che tutti riescano ad averne una fetta bastante a mantenerli.

Bene. In Italia, nel mondo del fumetto italiano, semplicemente non è così.

Punto. Fine dei discorsi.

In  Italia, nel mondo del fumetto italiano non è possibile, dati i numeri del  mercato, che  tutti gli autori che sognano di vivere SOLO del loro lavoro di autori, ci riescano.

Perché non è possibile, dati i numeri del mercato (edicole, librerie, fumetterie, mostre mercato), ogni autore che sogni di vivere solo di fumetto, guadagni all’anno quei 15.000 euro lordi (pari circa a 1.200 euro lordi al mese) in grado di far vivere una persona, senza dover ricorrere ad altri lavoretti extra.

Il problema è che dire questo significa rovinare le illusioni di tutti quei ragazzi alle prime armi, che invece si convincono che sarà facile, o perlomeno non tanto difficile.

Signori, mi spiace dover essere io a dirlo, ma non è così.

E chiunque sia un minimo onesto e conosca la situazione del mercato, non può che darmi ragione.

Con questo non voglio dire che sia IMPOSSIBILE. Dico solo che, stanti così le condizioni del mercato, pensare che, in linea generale, il lavoro di autore di fumetti basti da solo a dare di che vivere, è una illusione. Gradevole, comprensibile, ma pur sempre illusione.

Sarebbe come se tutti gli scrittori italiani che pubblicano un romanzo, pretendessero, o fossero convinti che  il proprio  libro venda quanto Harry Potter, perché “è mio, ed è tanto bello!”.

Sperarlo è lecito, pretenderlo è illusorio. E pretendere di essere pagati dal proprio editore, quanto l’autrice di Harry Potter dal proprio , perché “ Sia io che la  Rowling abbiamo fatto lo stesso lavoro. Abbiamo scritto un libro!”, è quantomeno sciocco, non credete?

Purtroppo chi cerca di dire come stanno le cose è tacciato di disfattismo, di cattiveria, di “voler ingannare e plagiare i poveri esordienti”.

Beh, lasciatemi dire una cosa.

Fare i piacioni trasversali, amici di tutti, sempre pronti a dire  peste e corna dei cattivi, e mai disposti a dire una cosa poco gradita ai novelli blog-opinion makers è facile. Ma non fa per me.

Magazine

Intervista a SILVIA ZICHE su "QUEI DUE"

01-01-2021 Hits:1283 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto e Dafne Riccietti

      Bentrovati, appassionati delle nuvole parlanti. Sono lieto ed orgoglioso di presentarvi la versione integrale dell'intervista, comparsa sull'importante numero 300 di “Fumo di China”, realizzata con la mitica Silvia Ziche, che ringrazio nuovamente.   Ritratto di Silvia Ziche, visionato anche dall'artista prima della pubblicazione, ad opera di Lorenzo Barruscotto.   Le tre vignette che troverete ad...

Leggi tutto

INTERVISTA ESCLUSIVA CON MORENO BURATTINI su "Zagor - Darkwood Novels"

26-07-2020 Hits:2890 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

   Ritratto ad opera di Lorenzo Barruscotto, autografato dallo stesso Burattini.     Buongiorno e grazie per il suo tempo. Facciamo quattro chiacchiere sulla nuova miniserie di Zagor “Darkwood Novels”.   - Nel primo volume viene presentata ai lettori questa nuova iniziativa editoriale targata Spirito con la Scure anche con dotte citazioni e riferimenti ai Dime Novels...

Leggi tutto

L'Intervista - Kirby Academy, a Cassino un punto di riferimento unico per chi vuole fare fumetti

17-01-2020 Hits:1998 Autori e Anteprime Super User

A cura della redazione L'Associazione Culturale Cagliostro E-Press, ha 15 anni alle spalle di meritoria attività di scountng di nuovi talenti e diffusione del media fumetto sul territorio nazionale: la storia dell'Associazione, sempre presente alle principali fiere di settore, racconta di più di 150 volumi pubblicati in questi tre lustri e...

Leggi tutto

Saggio e analisi di "TESLA AND THE SECRET LODGE"

17-12-2019 Hits:4123 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

 La cover variant (a sinistra) e quella ufficiale (a destra)   Ucronia. Cosa significa questa parola? Con tale termine viene indicato un genere di narrativa fantastica basato sulla premessa che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo a quello reale. Deriva dal greco e significa letteralmente “nessun tempo”, analogamente a come...

Leggi tutto

Intervista con OSKAR su ZAGOR

17-12-2019 Hits:4234 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    Facciamo quattro chiacchiere in merito al volume “L'eroe di Darkwood”, il sesto e conclusivo della mini serie “Zagor – Le Origini” che ha visto Oskar, nome d'arte di Oscar Scalco, classe 1971, disegnatore con all'attivo numerosi traguardi prestigiosi, impegnato ai disegni sui testi di Moreno Burattini. Le sue due opere che vedrete di seguito sono presenti...

Leggi tutto

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:3791 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:4191 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto