Logo

L'Editoriale » Comics Day: è Ferragosto, ci sono novità?

cddi Alessandro Bottero

Oggi è il 12 agosto 2010. Il 21 maggio 2010 si è svolta la manifestazione chiamata Comics Day, arrivata alla seconda edizione, dopo quella "promo" svoltasi a Lucca C&G 2009. Quest’anno il Comics Day ha cercato di coinvolgere molti altri soggetti. Organizzata dalla Segreteria Organizzativa di Lucca Comics & Games, e con la collaborazione di altri tra persone fisiche, e realtà attive nel mondo del  fumetto, il Comics Day 2010 ha visto svolgersi in quella giornata oltre 140 “eventi”, chi più, chi meno legati al mondo del fumetto.

Il sottotitolo del Comics Day, e l’obiettivo esplicito dello stesso era “Giornata  di promozione del Fumetto Italiano”. Per organizzare la giornata del Comics Day il Governo, nella  figura del Ministero della Gioventù, ha stanziato  dei soldi, contribuendo alle spese della giornata.

Si parla di circa 80.000 euro di budget per il Comics Day 2010, di cui una buona parte provengono da soldi forniti  dall’amministrazione pubblica, e quindi soggetta a rendicontazione pubblica.

Tutto ciò è accaduto il 21 maggio 2010. Oggi siamo al 12 agosto 2010, dicevamo, e a tutt’oggi, oltre due mesi dopo, nonostante sia stato promesso e malgrado più volte si sia chiesto di sapere come siano stati impiegati i fondi messi a disposizione dal governo (non quelli dei soggetti privati, ma i soldi messi a disposizione dalla pubblica amministrazione, che per legge devono essere rendicontati in modo trasparente), ancora non si sa nulla.

Ancora non si sa nulla di un resoconto ufficiale, di un riscontro effettivo da parte del Governo come impegno a promuovere il fumetto italiano.

Insomma, sul Comics Day 2010 è scesa una cortina di silenzio.

Cosa ne penso? Penso che nel corso di Lucca Comics & Games 2010 si rilascerà un comunicato con i dati del  Comics Day (quindi oltre cinque mesi dopo), e come “promozione del fumetto Italiano”, si proporrà il fatto che il Governo contribuirà anche  al Comics Day del 2011.

Ossia, promuoviamo il fumetto italiano, promuovendo il Comics Day, assicurandoci i soldi per poterlo fare  anche nel 2011.

Sono cattivo? Forse, non lo nego. Ma sapete…che la burocrazia abbia una tendenza ad auto-perpetuarsi è cosa nota, e non me la invento io.

Cerchiamo di parlare chiaro, così si capisce cosa voglio dire:

- questo resoconto finale delle spese per il Comics Day 2010, è pronto sì o no? Ripeto la mia richiesta: sono soldi pubblici, e vorrei sapere come siano stati utilizzati, e a CHI siano andati.

- il famoso catalogo, con la storia realizzata a Lucca Comics 2009, è stato stampato? Qualcuno l’ha visto? Lo vedremo a Lucca Comics 2010? Sarà venduto, anche se in teoria doveva  far parte del kit promozionale, che doveva andare SOLO a chi avesse partecipato al Comics Day?

- in che modo  il Comics Day 2010 ha effettivamente promosso il fumetto italiano?

- che reazioni/riscontro c’è stato  da parte del governo da parte del Comics Day, se poi quando si è trattato di tagliare i cosiddetti “enti inutili culturali”, il Ministro Tremonti ha fatto dell’ironia grossolana sull fatto che esistesse un comitato per la promozione del fumetto italiano? (Qui e Qui).

Ed ora il futuro.

Una delle critiche che TUTTI hanno fatto è stato il pochissimo tempo a disposizione per organizzare, coinvolgere, ecc…ecc…

Bene. Ci si sta già muovendo per il Comics Day 2011? O si aspetta Lucca (novembre 2010) per fare l’annuncio e iniziare a lavorare?  Se si vuole organizzare qualcosa in primavera 2011, non bisognerebbe essere già al lavoro?

Domande, tante domande, e nessuna risposta…. Buon Ferragosto.

Qui potete leggere altri articoli di Fumetto d'Autore sul Comics Day.

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.