Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Fame Comics: fumetti per passione, in italiano e friulano

famecomics[24/07/2010] - Giorno 2 - Ore 19.00: Non solo editori a Rimini Comix 2010. Tante anche le autoproduzioni, dove il fumetto è passione al 100%.

Seconda strepitosa giornata a Rimini Comix. Tra sfilate, happening e concerti abbiamo incontrato Roberto Romani dell'associazione culturale Fame Comics.

Parlaci un po' del progetto, com'è nato e qual'è la linea editoriale da voi seguita?

L'associazione nasce circa dieci anni fa in seguito all'incontro tra appassionati di fumetto dopo un corso tenuto da Davide Toffolo.
L'ambiente fra noi era ottimale sia al livello umano sia sul piano lavorativo; decidemmo così di dar vita ad un'associazione senza scopo di lucro dove promuovere e lavorare i fumetti.Il pregio di non avere scopi di lucro ci permette di non essere condizionati dal principio della commerciabilità e quindi di promuovere i fumetti che a noi piacciono ed in cui crediamo fermamente come associazione.
All'interno della produzione Fame Comix, in tandem con la provincia di Pordenone, abbiamo promosso la collana "Segno Nove", in cui tramite il mezzo fumetto si lavora sulla tutela del dialetto friulano.

Rimini Comix, come ci siete arrivati e qual'è il vostro punto di vista?

La nostra presenza a Rimini Comix è storica; abbiamo aderito alla manifestazione sin da quando si è iniziato a girovagare per le fiere di settore del nord-est per promuovere le nostre fanzine.
Leggendo fumo di china ci siamo interessati all'evento ed anche se negli anni, nelle diverse fiere, abbiamo altalenato ambiti professionistici e spazi dedicati alle autoproduzioni, abbiamo sempre tutelato la nostra presenza a
Rimini Comix.

Quali sono le nuove proposte dall'associazione presentate all'evento?

L'ultima chicca realizzata è "Lisa e Dora", per la collana "Segno Nove". La sua realizzazione è durata più di un anno e mezzo, ci anno lavorato gomito a gomito sette persone, ma alla fine è venuto fuori un ottimo volumetto in due versioni, una in Italiano e l'altra in dialetto Friulano.

Non solo editori a Rimini Comix 2010. Tante anche le autoproduzioni, dove il
fumetto è passione al 100%.


Seconda strepitosa giornata a Rimini Comix. Tra sfilate, happening e concerti
abbiamo incontrato Roberto Romani dell'associazione culturale Fame Comix.

-Parlami un po' del progetto, com'è nato e qual'è la linea editoriale da voi
seguita?

L'associazione nasce circa dieci anni fa in seguito all'incontro tra
appassionati di fumetto dopo un corso tenuto da Davide Toffolo.
L'ambiente fra noi era ottimale sia al livello umano sia sul piano lavorativo;
decidemmo così di dar vita ad un'associazione senza scopo di lucro dove
promuovere e lavorare i fumetti.
Il pregio di non avere scopi di lucro ci permette di non essere condizionati
dal principio della commerciabilità e quindi di promuovere i fumetti che a noi
piacciono ed in cui crediamo fermamente come associazione.
All'interno della produzione Fame Comix, in tandem con la provincia di
Pordenone, abbiamo promosso la collana "Segno Nove", in cui tramite il mezzo
fumetto si lavora sulla tutela del dialetto friulano.

-Rimini Comix, come ci siete arrivati e qual'è il vostro punto di vista?

La nostra presenza a Rimini Comix è storica; abbiamo aderito alla
manifestazione sin da quando si è iniziato a girovagare per le fiere di settore
del nord-est per promuovere le nostre fanzine.
Leggendo fumo di china ci siamo interessati all'evento ed anche se negli anni,
nelle diverse fiere, abbiamo altalenato ambiti professionistici e spazi
dedicati alle autoproduzioni, abbiamo sempre tutelato la nostra presenza a
Rimini Comix.

-Quali sono le nuove proposte dall'associazione presentate all'evento?

L'ultima chicca realizzata è "Lisa e Dora", per la collana "Segno Nove". La
sua realizzazione è durata più di un anno e mezzo, ci anno lavorato gomito a
gomito sette persone, ma alla fine è venuto fuori un ottimo volumetto in due
verioni, una in Italiano e l'altra in dialetto Friulano.

Magazine

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #03

26-07-2017 Hits:261 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Il cartone animato di He-Man è composto da due serie di 65 episodi ciascuna (per un totale di 130 episodi e ne era prevista pure una terza serie, che però non fece in tempo mai a vedere la luce in quanto i giocattoli non...

Leggi tutto

Gravetown 10th. Intervista a Paolo Zeccardo

25-07-2017 Hits:356 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Vi ricordate “Kickboxer”? Già, il film che lanciò Jean Claude Van Damme e che hanno di recente rifatto (male) con più budget e meno idee? Ecco, io quando da piccolo lo vidi al cinema ne rimasi estasiato: un tizio occidentale andava in Tailandia e faceva nero Tong Po, il...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #02

11-07-2017 Hits:838 Off Topic Super User

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) La dirigenza della Filmation era composta da tre persone: la coppia Lou Scheimer e Norm Prescott (adesso entrambi defunti), e il direttore artistico Hal Sutherland. Nel 1981 uscì BLACKSTAR (un cartone di genere fantasy), composto da 13 puntate, che però si rivelò un fiasco...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #01

04-07-2017 Hits:1218 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Se esiste un’icona mondiale, per quanto riguarda la sezione giocattoli e cartoni, che hanno trasformato una semplice moda in un vero a proprio ‘dogma’, He-man and The Masters of the Universe rappresenta, almeno al pari dei Transformers, uno dei pilastri di maggior successo degli...

Leggi tutto

Intervista a Gino Udina

23-06-2017 Hits:1495 Autori e Anteprime Redazione

    Di Giorgio Borroni Dare un’occhiata agli scaffali dei fumetti in edicola negli anni ’90 era davvero un’esperienza. Usciva di tutto e di più: si andava dai cloni dei personaggi bonelliani più in voga, si passava ad antologici che contenevano delle vere perle o nefandezze grafiche e si finiva con albi dal...

Leggi tutto

DAIAPOLON: piccola storia di un grande robot rivoluzionario

07-06-2017 Hits:12722 Cuore e Acciaio Redazione

  di Tiziano Caliendo. Esistono opere che entrano di prepotenza nel palinsesto immaginario della cultura pop, ottenendo un successo fulmineo e dirompente. Alcune di esse perché ricoprono un indiscutibile ruolo pionieristico in un determinato mercato, come il caso di UFO Robot Grendizer in Italia, altre perché è destino che la riforma e...

Leggi tutto

Cagliostro E-Press distribuito in esclusiva da Manicomix

02-06-2017 Hits:1508 Autori e Anteprime Redazione

Comunicato dell'Editore L’Associazione Culturale Cagliostro E-Press è felice di comunicare la firma dell’ accordo di distribuzione in esclusiva stipulato con Manicomix.     Questa partnership ha l'obiettivo di rafforzare la presenza dei fumetti made in Cagliostro nelle fumetterie italiane, dando ulteriore slancio a quella che è la "mission" ultima dell’Associazione, ovvero dare massima visibilità...

Leggi tutto