Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Fumectory, l'unione fa la forza

[05/03/fullcomics2010-022010] » Fullcomics 2010 - Giorno 1 - Ore 12.30

Primo incontro di Fumetto d’Autore con i protagonisti della manifestazione. Si apre con Franco Sardo che rappresenta  Fumectory, nuova realtà editoriale nel panorama italiano. Fumectory non è esattamente una casa editrice, ma un gruppo di autori emergenti che, sotto la guida dei fondatori  Marco Tanca, Elena Vasta, e lo stesso Franco Sardo, fanno fronte comune per promuovere le proprie opere. Franco ci racconta che per un autore emergente può essere difficile trovare spazio nel mercato del fumetto, anche nelle grandi manifestazioni. Fumectory ha come obiettivo proprio quello di dare visibilità agli esordienti puntando sulla forza del gruppo, non ci sono quote di partecipazione, ma in prossimità di una fiera ognuno dà un contributo per poter, insieme,  acquistare uno spazio promozionale.

Il catalogo della “casa editrice” è variopinto, si passa dal libro illustrato per bambini, alla rivista di sperimentazione a tinte forti. Franco ci ha parlato anche del “concept albo”, un idea nuova, un art book in cui un l’autore si esprime artisticamente non solo con storie a fumetti, ma anche attraverso altre forme d’arte, come la fotografia, la poesia, l’illustrazione. Tutto partendo da un tema che fa da filo conduttore. Uno di queste opere è “Mondo Melo” di Carmelo Marzò e "Il vuoto" di Eta.  Fra le varie produzioni Fumectory ricordiamo il volume a Fumetti di Marco Tanca “Brevi ma intense”.

Allo loro stand si può anche visitare una breve mostra di chine e acquarelli di Alice Cinnoris che  riproducono delle forme artistiche che prendono spunto da alcune statuine in bronzo  preistoriche.

Magazine

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:546 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto

Intervista con Brian Smuin

03-05-2017 Hits:578 Autori e Anteprime Redazione

  The Brian Smuin’s Interview. A cura di Giorgio Borroni.   A volte internet non è solo battaglie sui social, haters o groupie.  A volte internet ti offre la possibilità di allargare i propri orizzonti conoscendo artisti che provengono dall’altro capo del mondo, hanno lavorato per colossi dell’editoria o dell’intrattenimento, ma non vengono...

Leggi tutto

Terror INC: tra action e gore

02-05-2017 Hits:585 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. “Vivo per guerreggiare, ce l’ho nel sangue e se è quel che voglio io me lo prendo \ gli uomini che ho massacrato, i bambini schiavizzati e tutte le donne di cui ho abusato [...] Mangio le cervella dal teschio dei miei nemici \ e con orgoglio...

Leggi tutto

Anacanapana si presenta!

17-04-2017 Hits:872 Autori e Anteprime Redazione

Spazio alle autoproduzioni. SI presenta la rivista Anacanapana! La rivista “Anacanapana”, uscita su carta in due numeri a tiratura limitata nel 2009 e 2012, ripercorre le orme delle vecchie riviste-contenitore, con tante strisce umoristiche ed un po’ di materiale avventuroso. La gestazione è lunga e complessa, comunque alla fine la rivista...

Leggi tutto

Daltanious

11-04-2017 Hits:10465 Cuore e Acciaio Redazione

di Tiziano Caliendo. Lo scenario post-apocalittico è, da sempre, un topos importante nell’immaginario giapponese. Basti pensare a Violence Jack (1973), l’opera seminale del maestro Go Nagai, capace di anticipare di almeno otto anni il fulcro estetico e concettuale della trilogia milleriana di Mad Max, ossia il film Interceptor – Il...

Leggi tutto

Una storia del panopticon – Un capolavoro mancato

10-04-2017 Hits:927 Critica d'Autore Redazione

di Giorgio Borroni. L’ospedale psichiatrico di Panopticon Bentham è un edificio antico, lugubre e austero. Un luogo perfetto per racchiudere la sofferenza dei suoi degenti, per contenerne la malattia, ma anche per diventare teatro di eventi sanguinosi e indicibili. Nel 1912 il direttore della struttura, il dottor Bonticou, decretò la...

Leggi tutto