Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale » Je suis greco

editoriale greciadi Alessandro Bottero

Ci sono momenti storici che passano quasi inosservati. Non ci rendiamo conto che in quegli attimi, in quelle decisioni si conforma il futuro per noi e le generazioni a venire. La Storia a volte è al tempo stesso crudele e generosa. Nel 2011 il governo greco – che certo ha mentito sui conti pubblici, ha creato un deficit pubblico, ha fatto tante brutte cose, che però se uno esamina i conti di altri stati sono le stesse cose che hanno fatto di tanto in tanto Stati Uniti, Francia, Inghilterra, Germania, Russia, e la stragrande maggioranza di tutti i 193 paesi che compongono il pianeta Terra, quindi Grecia come tutti gli altri e meno ipocrisia, grazie – di fronte alle richieste amichevoli della Troika – la tipica offerta che non puoi rifiutare – tentò di dire “Veramente vorrei fare un referendum per vedere cosa decide il popolo e se ai greci va bene suicidarsi per pagare gli interessi alle banche olandesi, tedesche e destinare le ricchezze future della Grecia alle tasche della finanza estera”. L’Europa Unita disse Un referendum su quello che NOI abbiamo deciso per VOI? COL CAZZO!

E fece cadere il governo greco, ne fece nascere uno più malleabile e inflisse gli amichevoli aiuti comunitari. Ora il legittimo governo greco, eletto dai greci su una base politica precisa, chiara e ripetuta molte volte, ha deciso che suicidarsi per la contabilità delle banche e dei creditori è stupido. Ed ha tutto il mio plauso. E siccome al di là delle belle parole il comportamento dell’UE e del FMI è stato “Sì, hai fatto quello che ti abbiamo chiesto. Però ora devi anche metterti una scopa in culo e pulirci la stanza, perché sei un pezzente che ti sei permesso di dire che noi siamo cattivi. E siccome ti teniamo per le palle se non stai buono le strizziamo finché ci va di farlo e tu greco devi anche ringraziarci”, il governo greco ha deciso che tanto valeva morire da uomini e non da colonnine nella pagina dei ricavi contabili. Come mai se lo fa Leonida in 300 è un fico, e se lo fa Tsiparas è un coglione? Il Parlamento greco ha deciso che il 5 luglio gli elettori greci terranno un referendum per dire cosa ne pensano sulla proposta UE.

E io spero che la loro risposta sia un grande, solido, robusto OKI (no, in greco). Perché? Perché Warren Ellis in Doom 2099 aveva capito tutto con Herod (e infatti non mi stupisco che la Marvel non abbia MAI ristampato quelle storie). Perché il capitalismo finanziario non ha altra mira se non quella di drenare tutte le risorse possibili per poi passare ad altri mercati. Perché qualcuno prima o poi deve dire Adesso basta. Perché Se Portogallo, Irlanda, Spagna, Estonia sono stati pecore, e hanno anche baciato la mano che le ha bastonate sono problemi loro. È ora che qualcuno quella mano la morda e faccia capire che l’austerità fine a se stessa, come la brava massaia della Sassonia non serve a niente. O meglio. Serve alle banche della Sassonia.

Peccato che io non viva in Sassonia. Io Je suis Greco, perché se non lo sono oggi domani toccherà a me e alla fine, uno ad uno, ci mangeranno tutti. Tutti sedati, con l’iPhone nuovo, la connessione a banda larga, senza diritti sindacali, i matrimoni con chi ti pare, ma se provi a mettere in discussione il potere delle banche e della finanza allora mazzate e ingerenze nei paesi. Se per voi il Vaticano ingerisce nella politica italiana, come lo chiamate Juncker, il presidente della Commissione Europea che dice ai Greci “Mi raccomando Votate sì”. Non è ingerenza? Non è un tentativo di condizionare PESANTEMENTE da parte di un’autorità politica estera, la regolare vita democratica di una nazione? Se fossi greco il 5 luglio voterei no. Per poter guardare ancora in faccia i miei figli da uomo libero e non da servo della finanza.

Magazine

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #03

26-07-2017 Hits:198 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Il cartone animato di He-Man è composto da due serie di 65 episodi ciascuna (per un totale di 130 episodi e ne era prevista pure una terza serie, che però non fece in tempo mai a vedere la luce in quanto i giocattoli non...

Leggi tutto

Gravetown 10th. Intervista a Paolo Zeccardo

25-07-2017 Hits:337 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Vi ricordate “Kickboxer”? Già, il film che lanciò Jean Claude Van Damme e che hanno di recente rifatto (male) con più budget e meno idee? Ecco, io quando da piccolo lo vidi al cinema ne rimasi estasiato: un tizio occidentale andava in Tailandia e faceva nero Tong Po, il...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #02

11-07-2017 Hits:828 Off Topic Super User

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) La dirigenza della Filmation era composta da tre persone: la coppia Lou Scheimer e Norm Prescott (adesso entrambi defunti), e il direttore artistico Hal Sutherland. Nel 1981 uscì BLACKSTAR (un cartone di genere fantasy), composto da 13 puntate, che però si rivelò un fiasco...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #01

04-07-2017 Hits:1211 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Se esiste un’icona mondiale, per quanto riguarda la sezione giocattoli e cartoni, che hanno trasformato una semplice moda in un vero a proprio ‘dogma’, He-man and The Masters of the Universe rappresenta, almeno al pari dei Transformers, uno dei pilastri di maggior successo degli...

Leggi tutto

Intervista a Gino Udina

23-06-2017 Hits:1477 Autori e Anteprime Redazione

    Di Giorgio Borroni Dare un’occhiata agli scaffali dei fumetti in edicola negli anni ’90 era davvero un’esperienza. Usciva di tutto e di più: si andava dai cloni dei personaggi bonelliani più in voga, si passava ad antologici che contenevano delle vere perle o nefandezze grafiche e si finiva con albi dal...

Leggi tutto

DAIAPOLON: piccola storia di un grande robot rivoluzionario

07-06-2017 Hits:12690 Cuore e Acciaio Redazione

  di Tiziano Caliendo. Esistono opere che entrano di prepotenza nel palinsesto immaginario della cultura pop, ottenendo un successo fulmineo e dirompente. Alcune di esse perché ricoprono un indiscutibile ruolo pionieristico in un determinato mercato, come il caso di UFO Robot Grendizer in Italia, altre perché è destino che la riforma e...

Leggi tutto

Cagliostro E-Press distribuito in esclusiva da Manicomix

02-06-2017 Hits:1489 Autori e Anteprime Redazione

Comunicato dell'Editore L’Associazione Culturale Cagliostro E-Press è felice di comunicare la firma dell’ accordo di distribuzione in esclusiva stipulato con Manicomix.     Questa partnership ha l'obiettivo di rafforzare la presenza dei fumetti made in Cagliostro nelle fumetterie italiane, dando ulteriore slancio a quella che è la "mission" ultima dell’Associazione, ovvero dare massima visibilità...

Leggi tutto